Forum - L'Angolino della BUONA MUSICA

L'angolino adatto a chi vuole rilassarsi con buona musica

Partecipante
mademoiselle.snob 24/01/2015 ore 21:01 Quota

(nessuno) °*.*° Sade °*.*°



L'artista africana più conosciuta al mondo in ambito pop è probabilmente Helen Folasade Adu, alias Sade. Nata a Ibadan, Nigeria, da madre inglese a padre nigeriano, dopo la loro separazione si spostò con la madre in Gran Bretagna, Essex, a quattro anni. Nonostante l'educazione formale prettamente inglese, le sue origini africane non vennero annullate completamente. Per questo motivo, crebbe ascoltando esclusivamente la musica black-soul e soprattutto quegli artisti in cui la fede religiosa e una dimensione tragica erano fondamentali, da Curtis Mayfield a Marvin Gaye, soprattutto Nina Simone, che divennero un ipotetico legame con quella Terra arcaica ma suggestiva la cui lentezza ieratica scandiva la vita di tutti i suoi abitanti.












Nonostante la grande passione per il soul, il diventare una cantante non rientrava però nei progetti di Sade che infatti non prese mai lezioni di canto o di musica durante la sua adolescenza. Fu durante gli anni del college, quando studiò come stilista alla St. Martin's School of Art di Londra (alternando anche un breve carriera da modella), che iniziò a prendere in considerazione una carriera nel music-business dopo aver rotto il ghiaccio esibendosi per il solito gruppo di amici. Sembra un dato irrilevante ma la moda, le origini africane e l'interesse per la black-soul music costituiranno poi gli ingredienti-base del suo stile e dell'immaginario evocato dalla sua musica.







Quando nel novembre del 2000 Lovers Rock vede finalmente la luce in pochi scommetterebbero sulla capacità di Sade di rinverdire i fasti del passato, nel mondo del pop otto anni sono abbastanza per farsi dimenticare dal grande pubblico. E invece singoli come la cullante "By Your Side" e l'agrodolce "King Of Sorrow" incantano fin da subito e conquistano il pubblico che (soprattutto negli Stati Uniti) accoglierà calorosamente l'album al punto che le vendite risulteranno anche maggiori di quelle di Love Deluxe.



Ma Sade è ormai una popstar sempre più anomala, devota più alla sua famiglia che al culto della fama, così, nonostante il successo non accenni a diminuire, si ritira nuovamente a vita privata e per altri otto anni non si avranno praticamente più notizie su di lei.
Sarà Soldier Of Love il titolo dell'album scelto dai Sade per il loro ennesimo come-back, e, a dieci anni dal precedente lavoro in studio, ripartiranno più o meno da dove avevano lasciato, addirittura semplificando e ammorbidendo quanto già proposto in Lovers Rock, come se di anni ne fossero passati soltanto due. In Soldier Of Love si ritrovano infatti simili umori, gli stessi suoni caldi e corposi, le stesse nuances etniche, sebbene ulteriormente esaltati dalla voce di Sade, diventata decisamente più espressiva e profonda, a tratti quasi cupa; persino a livello melodico diverse canzoni potrebbero essere coetanee delle precedenti. L'effetto sorpresa è affidato solo al primo estratto di lancio, la marziale title track, che, seppur ammaliante, è il loro singolo meno orecchiabile e immediato di sempre: la sua miscela a base di beat conformi all'attuale scena urban-pop e di reminiscenze elettroniche dei loro primi anni 90, condita con un'insolita atmosfera vagamente western, rappresenta infatti ben poco il resto del disco, che invece punta quasi tutto su accorate ballate, con la chitarra acustica a farla da padrone, come se nelle intenzioni ci fosse quella di riscrivere non una ma tante nuove "By Your Side".






Se alcuni dei suoi lavori sono stati levigati e manierati fino all'eccesso, resta alla cantante anglo-nigeriana e al suo gruppo il merito di aver segnato il soul inglese degli anni Ottanta, e di aver introdotto nella pop music inglese ritmiche su cui gruppi come Incognito e Brand New Heavies costruiranno la carriera e spunti musicali demodé "riesumati" poi, in chiave dimessa e oscura, dal trip-hop bristoliano di Portishead, Tricky e Massive Attack.




1851251
« immagine » L'artista africana più conosciuta al mondo in ambito pop è probabilmente Helen Folasade Adu, alias Sade. Nata a Ibad...
Discussione
24/01/2015 21:01:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione