Forum - RED THE COLOR OF LOVE

Amministratore
seaMYLOVE 05/05/2021 ore 08:35 Quota

Sereno rosso come.... ( Ketchup )

ll ketchup è una salsa agrodolce a base di pomodoro, di origine asiatica e tradizionalmente utilizzata per accompagnare patatine fritte e altri fritti, oppure per insaporire panini farciti.





Dall'etimologia risulta evidente che l'odierna ricetta del ketchup risulta assai diversa da quella della salsa originale asiatica, che era a base di pesce; nella cucina malese ed indonesiana infatti esistono vari ketchup che non prevedono il pomodoro come ingrediente: l'asin kecap (a base di soia), il kecap manis (a base di soia e zucchero), il kecap ikan (a base di pesce e senza soia). Notare che il termine indonesiano kecap si pronuncia esattamente come ketchup. Ciò spiega la necessità commerciale di usare l'espressione tomato ketchup, ossia ketchup di pomodoro, che altrimenti sarebbe una ridondanza.

In Italia
In Italia, il ketchup è noto anche con il nome di salsa rubra. Secondo diverse fonti il nome "salsa rubra" deriverebbe da un concorso, indetto in Italia nel ventennio fascista dalla ditta di prodotti alimentari Cirio, per trovare una parola italiana che sostituisse il termine ketchup. I due nomi che giunsero alla finale furono Vesuvio e Rubra e infine vinse quest'ultimo. L'etichetta della salsa rubra della Cirio smentisce però questa versione e dice che tale ditta commercializza fin dalla seconda metà dell'Ottocento questo prodotto, la cui ricetta è la versione industriale del bagnet ross, specialità tipica del Piemonte, presente sui maggiori ricettari piemontesi fin dalla fine del 1700.


Storia

Un barattolo di ketchup preparato in casa
Sebbene sia sovente considerato prodotto statunitense per eccellenza, l'origine del ketchup è orientale. Ketchup in origine fu una salsa fermentata a base di pesce, soprattutto acciughe sotto sale. Quando nel Seicento questa salsa sbarcò in Europa, i cuochi iniziarono a personalizzarla utilizzando svariati ingredienti tra cui ostriche, funghi, noci e limone. La ricetta del ketchup moderna inizia a svilupparsi alla fine del Settecento quando, negli Stati Uniti, alcuni cuochi iniziano a utilizzare il pomodoro per produrla.

Nasce così nel 1812 il primo tomato ketchup (ketchup di pomodoro) prodotto da James Mease, di Filadelfia. Ma fu solo nel 1869 che Henry J. Heinz sviluppò la ricetta del ketchup che la sua azienda, la Heinz, utilizza ancora oggi. In contrasto con le consuetudini di allora, Heinz aumentò la quantità di aceto e di zucchero, aggiunse la cipolla e un mix di spezie. Questa combinazione di sapori divenne talmente famosa che gli americani identificarono ben presto il termine ketchup solo ed esclusivamente con la salsa di Heinz, e da allora nulla è cambiato in buona parte del mondo. Al tempo tuttavia il ketchup era più popolare dei pomodori freschi, a lungo creduti velenosi: molti erano più inclini a consumarli dopo lunghi processi come quelli necessari a produrre il ketchup.

Ingredienti e nutrienti
Il ketchup è prodotto con pomodoro, aceto, zucchero e spezie, ha un potere calorico medio-basso ed è povero di grassi.

La seguente tabella compara i valori nutrizionali di ketchup, ketchup a basso tasso di sodio e pomodori freschi, sulla base di informazioni contenute nella banca dati del Dipartimento dell'agricoltura degli Stati Uniti d'America.

Nutrienti
(per 100 g) Ketchup Ketchup a basso tasso di sodio Pomodori
Calorie 100 kcal
419 kJ 104 kcal
435 kJ 18 kcal
75 kJ
Acqua 68,33 g 68,58 g 94,50 g
Proteine 1,74 g 1,52 g 0,88 g
Grassi 0,49 g 0,36 g 0,20 g
Carboidrati 25,78 g 27,28 g 3,92 g
Sodio 1110 mg 20 mg 5 mg
Vitamina C 15,1 mg 15,1 mg 12,7 mg
Licopene 17 mg 19 mg 2,6 mg
Il ketchup, miscelato con la maionese, può essere utilizzato per fare la salsa rosa.

Additivi
Il ketchup può contenere degli additivi; alcuni sono conservanti innocui come il sorbato di potassio, altri richiedono una maggiore attenzione. Per esempio i derivati dell'acido benzoico (come il benzoato di sodio - E211), gli esaltatori di sapidità e gli aromi sintetici possono essere usati per coprire l'uso di materie prime di bassa qualità.

Varianti
Nelle Filippine viene preparato un ketchup usando le banane. Esiste inoltre un ketchup ai funghi, le cui origini risalgono alla fine dell'Ottocento.






@romana1.rm @sgrinfia.8 @40mony

:rosa
2726500
ll ketchup è una salsa agrodolce a base di pomodoro, di origine asiatica e tradizionalmente utilizzata per accompagnare patatine...
Discussione
05/05/2021 08:35:11
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
Amministratore
Sgrinfia.8 05/05/2021 ore 08:40 Quota

(nessuno) rosso come.... ( Ketchup )

@seaMYLOVE scrive:
Ketchup




Nasce nel 1812 il primo tomato ketchup (ketchup di pomodoro) prodotto da James Mease, di Filadelfia. Ma fu solo nel 1869 che Henry J. Heinz sviluppò la ricetta del ketchup che la sua azienda, la Heinz, utilizza ancora oggi. In contrasto con le consuetudini di allora, Heinz aumentò la quantità di aceto e di zucchero, aggiunse la cipolla e un mix di spezie. Questa combinazione di sapori divenne talmente famosa che gli americani identificarono ben presto il termine ketchup solo ed esclusivamente con la salsa di Heinz, e da allora nulla è cambiato in buona parte del mondo. Al tempo tuttavia il ketchup era più popolare dei pomodori freschi, a lungo creduti velenosi: molti erano più inclini a consumarli dopo lunghi processi come quelli necessari a produrre il ketchup.


romana1.RM
Amministratore
romana1.RM 05/05/2021 ore 11:44 Quota

(nessuno) rosso come.... ( Ketchup )

@seaMYLOVE :



Il ketchup e le origini piemontesi diffuse grazie alla Cirio
Non c’è che dire, è così che oggigiorno lo conosciamo: dal colore rosso intenso e dal sapore agrodolce.

La sua antica ricetta, diffusa nel panorama della grande distribuzione italiana grazie all’azienda Cirio, è ispirata a una salsa tipica della cucina tradizionale piemontese: il bagnetto rosso o bagnèt ròss in dialetto.

L’aggettivo è legato proprio al suo ingrediente principale, il pomodoro, arricchito con peperoni, cipolle, spezie e peperoncino per conferire un gusto leggermente piccante e sfizioso. Per cosa era (ed è tuttora) utilizzato nella tradizione popolare, il bagnetto rosso?

Il nome la dice già lunga: si chiama “bagnetto” perché serve per “bagnare” le preparazioni, insaporendole, che si tratti di bollito ma anche di carne alla griglia.



Dall’Asia all’Europa: le tante versioni del ketchup tra acciughe salate e funghi scuri
Secondo la tradizione, le origini del ketchup si collocano invece in Asia intorno al 1400 d. C.. Approfonditi studi linguistici fanno risalire la parola ketchup al termine del dialetto hokkien “ke-tchup” che letteralmente significa “salsa di pesce conservata”.

Lo avreste mai detto?

La storia narra infatti che furono i marinai di Fujian, provincia marinara del sudest cinese da cui deriva il dialetto hokkien, ad aver scoperto una salsa a base di acciughe salate e fermentate, preparata dai pescatori khmer e vietnamiti, dal colore simile a quello del caramello. Gli stessi pescatori decisero di chiamarla ke-tchup ed esportarla in Indonesia, Malesia e Filippine.

Sembra poi che intorno al 1600, i commercianti della Compagnia britannica delle Indie Orientali iniziarono a diffondere il prodotto in Europa riscuotendo un grandissimo successo. I costi di importazione erano tuttavia altissimi: con l’intento di abbatterli, in molti iniziarono a prodursi da soli la salsa modificando ovviamente ingredienti e dosi originali secondo i gusti nazionali.

Non c’è da stupirsi, quindi, se per un certo periodo della sua storia, il ketchup vide numerose trasformazioni e versioni stravaganti. Come quella diffusa dal libro di cucina di Eliza Smith, pubblicato a Londra nel 1727, che promuove il ketchup come una salsa scura a base di funghi.



Il 1876 fu l’anno della vera svolta: ecco il ketchup come oggi lo conosciamo
Dobbiamo avvicinarci intorno al 1800 per intravedere la parvenza di una salsa simile a quella che oggi siamo soliti considerare come ketchup.

Fino a questo periodo, infatti, ricette e sapori si sono susseguiti negli accostamenti più arditi: dall’abbandono delle acciughe a favore del pomodoro, fino alle varianti a base di ostriche, pesce, funghi, noci, limoni, sedano, frutta.

Senza dimenticare la parentesi della ricetta preferita dal principe di Galles: un mix di bacche di sambuco, acciughe e scalogno. Fu solo nel 1812 e grazie a James Mease – scienziato e orticoltore di Filadelfia – che inizia a farsi strada la prima ricetta di ketchup rosso caratterizzata da:

l’eliminazione del pesce
l’aumento di zucchero, cipolle, aceto
la sostituzione dei pomodori acerbi a favore di quelli maturi
Ed è così che giungiamo al 1876, anno in cui il tomato ketchup prende piede nella versione Heinz firmata dall’omonima società agroalimentare statunitense, versione che poi giungerà fino a noi.



Tutte le storie hanno una stravaganza, pure quella del ketchup
Noi non l’avremmo mai detto. Ma pensiamo nemmeno voi.

Per un certo periodo della sua lunga e curiosa storia, il ketchup vide un utilizzo davvero originale e innovativo, se così si può dire: fu considerato un medicinale contro l’ittero, la nausea e le indigestioni.

Questo stravagante impiego fu attribuito al dottor John Cook Bennett, presidente del Dipartimento medico della Willoughby University in Ohio, che nel 1835 trasformò il ketchup in pillole da utilizzare contro le patologie sopra elencate. Peccato che il dottore sottovalutò l’incidenza di un fattore collaterale per nulla trascurabile: il “farmaco” portava con sé il potente effetto lassativo dei pomodori.

E proprio per questo ebbe vita breve.

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione