Forum - Quando l'amore somiglia a un'altalena

principale

Partecipante
OosexyladyoO 30/01/2020 ore 10:54 Quota

(nessuno) Ti amo più dell’attaccamento....

Ti amo come si amano le stelle del cielo… so che non mi appartengono, ma illuminano la mia vita e i miei sogni. Accanto a te il mio mondo sembra più completo, riempi i miei angoli, disegni sentieri che desidero percorrere e che scelgo di condividere con te.
Questo è amore senza attaccamento. Un rapporto in cui non esiste una cieca dipendenza e in cui ognuno è in grado di rispettare gli spazi dell’altro, favorendo lo sviluppo personale di entrambi e arricchendo, quindi, il rapporto di reciprocità.

L’amore deve portare allegria e darvi l’opportunità di scoprire ogni giorno il meglio di voi stessi. Se vi dà sofferenza e tristezza, e non volete vederlo, si tratta di dipendenza. Se vi riempie di gelosia, paura e ossessioni esagerate, è attaccamento.

Si parla invece di attaccamento, nel senso più stretto del termine, quando in qualche modo perdiamo la nostra identità e il nostro equilibrio interiore per amore dell’altra persona.

È importante poter e saper vivere senza l’altra persona. Non possiamo trasformarci in barche alla deriva quando il partner non è con noi per qualche giorno; se alla base del rapporto c’è fiducia, non ha senso sviluppare paure smisurate.Dobbiamo imparare a vivere con noi stessi e a sentirci pieni, sicuri e felici di quello che siamo, per poter costruire con una persona un rapporto sano e senza attaccamenti negativi. Amare non significa aver bisogno. Condividere va bene, ma non bisogna dare tutto senza aspettarsi nulla in cambio, nemmeno un riconoscimento.

Se una persona si sente bene, se si considera sicura di sé, felice e con una buona autostima, allora sarà in grado di costruire un rapporto di coppia stabile e felice.Non è necessario riempire i vuoti di nessuno, perché questi vuoti non esistono. Non c’è bisogno che nessuno trovi rimedio alla solitudine di qualcuno, perché non esiste solitudine. L’attaccamento è la più grande causa di sofferenza. Un eccessivo attaccamento agli altri è la più grande causa di sofferenza.

L’amore non serve a nulla se viene inteso come sofferenza. Se è abitato dalle ombre della paura di essere abbandonati, di essere traditi o dal fatto di dipendere dal partner fino al punto di diventare marionette senza identità.





Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione