Forum - ORTI e GIARDINI

Amministratore
senzaglutine 16/04/2020 ore 19:15 Quota

(nessuno) Metti la balsamina nel tuo giardino

Come coltivare la balsamina nel tuo giardino



L’Impatiens è una pianta che conta al suo interno più di 500 specie differenti di fiori; tra queste una delle più diffuse e facili da coltivare è la Balsamina, una pianta che regala fiori di tante differenti varietà di colori, perfetti per creare zone in giardino ricche di sfumature o vasi sgargianti.

Come detto la Balsamina si contraddistingue per le numerose varietà di colori e forme dei petali, tra queste le varietà più comuni sono: Tom Thumb che ha fiori grandi, la Super Elfin che si contraddistingue per i colori pastello e le Swirl che invece hanno colori arancioni e rossi con spirali sui petali.



La semina della Balsamina.

Puoi iniziare a coltivare la balsamina seguendo due strade; la prima è comprare una piantina già formata in un vivaio, la seconda prevede di partire dai semi.

Se decidi di partire dalla pianta ti sarà sufficiente rinvasarla in piena terra, in vaso o in una fioriera nei mesi di aprile-maggio, mentre, al contrario, se decidi di partire dal seme dovrai piantarli nel terriccio a partire da gennaio, mantenendoli a una temperatura costante di 21 gradi circa, per avere una piena fioritura in primavera.

Che tu decida di procedere con la semina o con una pianta già formata è importante in ogni caso ricordarsi di preparare bene il terreno di dimora.

Infatti questa pianta ama i terreni umidi e ricchi di nutrienti, proprio per questo motivo ti consigliamo di arricchire la terra con del fertilizzante come ad esempio il fertilizzante universale Plus.

Durante l’anno provvedi invece con una concimazione a rilascio graduale come il concime universale a lenta cessione.



Esposizione

Le piante di Balsamina non sono grandi amanti del sole, infatti preferiscono delle zone semi ombreggiate o all’ombra completa.

È importante infatti seguire questa regola perché troppo sole potrebbe causare un veloce appassimento dei petali e delle foglie, oppure far crescere delle piante poco sviluppate.

Oltre al troppo sole le Impatiens temono anche il freddo; temperature che vanno sotto i 5-10 gradi sono già troppo rigide per questo tipo di pianta.

Proprio per questo motivo è bene ritirarle in casa durante il periodo invernale e non metterle a dimora finché il terreno non sarà morbido e malleabile e quindi non più duro per colpa delle gelate.



Quanto annaffiare la balsamina

Così come per la luce solare, la pianta di balsamina è molto delicata anche dal punto di vista delle annaffiature.

L’ideale sarebbe annaffiare il terreno con regolarità evitando periodi di secchezza prolungati, e quindi cercando di mantenere le piante sempre umide.

Un consiglio che ti possiamo dare è quello di non annaffiare le piante di sera perché con le temperature più umide della notte potrebbero ammuffire.

Parassiti e malattie

Fortunatamente la balsamina non è molto soggetta a parassiti e malattie, anche se può succedere che venga colpita da oidio sulle foglie delle piante coltivate in un luogo poco ventilato, gli afidi invece possono annidarsi sui nuovi germogli.

Per rimediare a questi parassiti puoi utilizzare il Fungicida MildSpray per combattere lo oidio oppure il biologico Afidi stop per gli afidi.

Infine le piante coltivate a terra in giardino possono venire attaccate dalle lumache, anche in questo caso ti consigliamo il Disabituante biologico per lumache proprio per dissuaderle.



2668776
Come coltivare la balsamina nel tuo giardino « immagine » L’Impatiens è una pianta che conta al suo interno più di 500 specie...
Discussione
16/04/2020 19:15:00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione