Forum - Storia e Geografia

Proprietario
IOXSONGXLEGGEND 26/11/2017 ore 19:49 Quota

(nessuno) Il maremoto del 25 novembre 1343: quando uno tsunami distrusse Napoli



Il 25 novembre del 1343, nel giorno di Santa Caterina, Napoli fu stravolta da un evento catastrofico. In pochi lo raccontano, ma l’episodio seminò panico e morte. Un terremoto di grave intensità nel golfo di Napoli sprigionò un maremoto ancora più violento che sommerse parte della città uccidendo migliaia di persone.

In quei giorni, all’ombra del Vesuvio, c’era anche il poeta Francesco Petrarca, che ha descritto il cataclisma nel quinto libro delle sue Epistolae familiares.

Il poeta racconta che nei giorni precedenti allo tsunami c’erano stati segnali funesti che lasciavano presagire il peggio: temporali, nubifragi e profezie maligne. Poi, al tramonto di un giorno già spaventoso, Petrarca tornò al convento dei frati di San Lorenzo e dopo poco andò a dormire. Ma la tranquillità durò pochi minuti. Finestre e mura iniziarono a tremare, il lume da notte si spense.

Uniche luci, i lampi. In sottofondo le grida provenienti dalle strada. I frati si riunirono per pregare. Il terrore era palpabile. Poi tutti scapparono verso la chiesa, e quando sembrava che la situazione si fosse calmata, un boato fortissimo proveniente dal mare segnò la fine (ma anche l’inizio) dell’inferno.

Quando sorse il sole, il mattino dopo, lo scenario era da incubo. Tutti corsero verso il porto. Lo fece anche Petrarca, a cavallo. La vista era sconvolgente: il mare aveva portato via tutto. Case, persone, animali. All’improvviso, il terreno eroso dall’acqua iniziò a franare. Grida, urla, fuggi fuggi generale. Il mare, però, non volle saperne di fermare la sua furia: onde bianchissime con creste enormi si formarono tra Napoli e Capri e sommersero quello che restava.

Nella disperazione generale arrivò la giovane regina, la sedicenne Giovanna. Scalza, sconvolta. La desolazione in persona.

Ma l’ultima immagine che Petrarca offre della tragedia napoletana riguarda le navi. Tutte spazzate via, tranne una. Una zattera misera, su cui resistevano, per miracolo, 400 galeotti. La nave, però, stava per affondare, il loro destino era segnato. A un certo punto, all’improvviso, il cielo si aprì, la tempesta si placò: i galeotti ce l’avevano fatta.

Che strana la vita, che strano il fato, osserva Petrarca. “Perché sia dato comprendere che nei pericoli della morte più sicuri sono coloro che più a vile hanno la vita”.

Ce la fanno sempre i peggiori.
serena1O
Amministratore
serena1O 27/11/2017 ore 06:36 Quota

(nessuno) Il maremoto del 25 novembre 1343: quando uno tsunami distrusse Napoli

@IOXSONGXLEGGEND scrive:
Il maremoto del 25 novembre 1343: quando uno tsunami distrusse Napoli


Il terremoto del golfo di Napoli si verificò il 25 novembre 1343. Le scosse, avvertite a Napoli, provocarono danni ingenti e perdita di vite umane. Il terremoto scatenò anche uno tsunami che distrusse numerose navi e porti a Napoli e lungo la costiera amalfitana, inclusa la stessa Amalfi. Gli effetti dello tsunami furono osservati dal poeta Francesco Petrarca, la cui nave fu costretta a tornare al porto, e descritti nel quinto libro delle sue Epistolae familiares.
serena1O
Amministratore
serena1O 27/11/2017 ore 06:39 Quota

(nessuno) Il maremoto del 25 novembre 1343: quando uno tsunami distrusse Napoli

@IOXSONGXLEGGEND scrive:
Il maremoto del 25 novembre 1343: quando uno tsunami distrusse Napoli







Dopo la recente scoperta del Marsili nelle acqua la largo della Campania meridionale, si è ipotizzato che quel maremoto fosse avvenuto proprio a causa del vulcano sommerso. Infatti il Marsili ha una natura esplosiva e una sua eruzione potrebbe causare uno tsunami che in circa mezz’ora colpirebbe le coste campane e calabre, come dichiarato dal Consiglio nazionale delle ricerche di Napoli e dell’Ingv. Il professore Dramis conferma: “È una realtà in merito alla quale ci sono diverse posizioni da parte degli studiosi. Ma il Marsili è attivo per cui può risvegliarsi in qualsiasi momento. Lo stesso discorso vale per il Vesuvio a Napoli. In caso di allarme la gente non farebbe neanche in tempo a scappare”
IOXSONGXLEGGEND
Proprietario
IOXSONGXLEGGEND 27/11/2017 ore 13:53 Quota

(nessuno) Il maremoto del 25 novembre 1343: quando uno tsunami distrusse Napoli

@serena1O :

Il 25 novembre del 1343, nel giorno di Santa Caterina, Napoli fu stravolta da un evento catastrofico. In pochi lo raccontano, ma l’episodio seminò panico e morte. Un terremoto di grave intensità nel golfo di Napoli sprigionò un maremoto ancora più violento che sommerse parte della città uccidendo migliaia di persone. In quei giorni, all’ombra del Vesuvio, c’era anche il poeta Francesco Petrarca, che ha descritto il cataclisma nel quinto libro delle sue Epistolae familiares. Il poeta afferma che prima del verificarsi di questo evento catastrofico, lo tsunami, c’erano stati segnali che lasciavano immaginare il peggio: temporali, nubifragi e profezie. Il mattino dopo il maremoto lo scenario era da incubo; tutti corsero verso il porto, la vista era sconvolgente: il mare aveva portato via tutto. Case, persone, animali. L’ultima immagine che Petrarca offre della tragedia napoletana riguarda le navi, tutte spazzate via, tranne una, una zattera piccola su cui per miracolo erano presenti 400 galeotti.
IOXSONGXLEGGEND
Proprietario
IOXSONGXLEGGEND 27/11/2017 ore 13:55 Quota

(nessuno) Il maremoto del 25 novembre 1343: quando uno tsunami distrusse Napoli

Poi di buon mattino come tutti, la Regina Giovanna andò a vedere cosa fosse successo al Porto e mentre constatava che tutto era stato distrutto dalla furia della tempesta. Il mare all’improvviso si colorò di bianco come “dell’orrido candore della spuma” e iniziò a ritirarsi. In seguito le onde si avvicinarono si ingrossarono e si presero più di mille soldati che erano lì per dare una mano ai sopravvissuti.

Giunone1960
Moderatore
Giunone1960 27/11/2017 ore 14:44 Quota

(nessuno) Il maremoto del 25 novembre 1343: quando uno tsunami distrusse Napoli

Se è successo nel lontanissimo 1343 ho ancora più paura.Ricordate il maremoto in Asia ?e nulla faceva presagire una simile catastrofe.Ormai...non dico che sono rassegnata ma cosa possiamo farci ?e pensate evacuare milioni di persone !
serena1O
Amministratore
serena1O 27/11/2017 ore 15:57 Quota

(nessuno) Il maremoto del 25 novembre 1343: quando uno tsunami distrusse Napoli

@IOXSONGXLEGGEND scrive:
Il maremoto del 25 novembre 1343: quando uno tsunami distrusse Napoli

Il maremoto del 25 novembre 1343: quando uno tsunami distrusse Napoli
IOXSONGXLEGGEND
Proprietario
IOXSONGXLEGGEND 27/11/2017 ore 19:32 Quota

(nessuno) Il maremoto del 25 novembre 1343: quando uno tsunami distrusse Napoli

@Giunone1960 : bhe cmq le previsioni nn sono delle migliori,dicono che entro il 2050 molte coste saranno sommerse dal rialzamento dei mari :-(

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione