Forum - Storia e Geografia

Amministratore
serena1O 23/09/2016 ore 10:20 Quota

(nessuno) Il Bidet a forma di chitarra








Il Bidet a forma di chitarra: il secondo più antico dopo quello di Caserta










Un primato igienico della Napoli nobilissima, quello che testimonia l’antico bidet in legno e rame a forma di chitarra. A riportarlo è il Corriere del Mezzogiorno.

L’oggetto, datato ai primi anni del 1800 è il secondo più antico al mondo dopo quello conservato nella Reggia di Caserta ed è stato scoperto dallo storico Gaetano Bonelli che da anni raccoglie curiosità e testimonianze inedite della città di Napoli. “L’oggetto risalente ai primi anni dell’800 – commenta lo storico – testimonia un altro primato nato all’ombra del Vesuvio. Stavolta di natura igienica“.

Il bidet verrà inserito nella sezione “igiene” della collezione, nella quale già esistono altri documenti del genere: come quello della fabbrica d’inceneritori che aveva sede a Napoli nel 1937, le cedole del comune di Napoli della raccolta dei rifiuti porta a porta, testimonianze legate all’esposizione d’Igiene che si tenne a Napoli nel 1900, ed un gabinetto della fine dell’800 in terracotta e porcellana recante la dicitura: “Premiata fabbrica di cessi (sic!) Vincenzo Coccoli – Napoli – Strettola Sant’Anna alle Paludi”.

Un intero mondo partenopeo, fatto di curiosità, aneddoti, primati della città di Napoli quello creato da Bonelli, che aspetta solo di essere esposto in un museo (“Museo di Napoli”) sognato e progettato dallo storico.










Le origini del Bidet. Quando Napoli si lavava il sedere il resto d’Italia annegava nella sporcizia!











Ci è capitato spesso di raccontare storie di odio e di razzismo ai danni del popolo napoletano. Tra i commenti più in voga la presunta mancanza di pulizia partenopea che, nel corso degli anni, ha dato vita ad una serie di coloriti insulti tra cui quello da noi ritenuto il più odioso e insopportabile: “Dai Vesuvio lavali col Fuoco”.

Eppure sfugge ai più che Napoli, così come il regno delle due Sicilie nel suo complesso, in fatto di pulizia fece scuola in quella che qualche tempo dopo divenne l’Italia Unita!

In tal senso potrebbe essere utile raccontare ai più ignoranti e ai meno informati, che proprio i Borbone furono i primi a portare in terra “italiana” il bidet (simbolo per eccellenza di pulizia ed igiene). A raccontare la storia, lo scrittore e giornalista Roberto Saviano. Secondo i documenti ufficiali, quando i piemontesi “occuparono” Caserta appropriandosi della Reggia, nell’inventario ufficiale delle bellezze e dei tesori ritrovati all’interno delle stanze, il bidet non fu riconosciuto.

Assolutamente ignari della funzione di quello strano arnese, i piemontesi scrissero nel loro registro “Oggetto sconosciuto a forma di chitarra”. Basta fare due conti, anche abbastanza approssimativi, per trarre una conclusione inevitabile: “Quando a Napoli ci lavavamo il sedere, nel resto d’Italia proliferavano piattole, sporcizia e sudiciume..” e poi quelli che hanno bisogno di darsi una lavata, saremmo noi?
per chi volesse approfondire la questione un video a cura di Angelo Forgione sulla storia e le origini di quel famoso.. arnese a forma di chitarra!






ti67
Partecipante
ti67 23/09/2016 ore 11:42

(nessuno) Il Bidet a forma di chitarra

@serena1O scrive:
Le origini del Bidet. Quando Napoli si lavava il sedere il resto d’Italia annegava nella sporcizia!

:many
serena1O
Amministratore
serena1O 23/09/2016 ore 12:31 Quota

(nessuno) Il Bidet a forma di chitarra

@ti67 scrive:
Le origini del Bidet. Quando Napoli si lavava il sedere il resto d’Italia annegava nella sporcizia!





QUANNO CE VÒ, CE VÒ! :hoho :hoho :clap :clap :clap :clap



:hoho :hoho
IOXSONGXLEGGEND
Proprietario
IOXSONGXLEGGEND 23/09/2016 ore 14:16 Quota

(nessuno) Il Bidet a forma di chitarra

Alla Reggia di Caserta è ancora possibile ammirare in tutto il suo splendore il primo bidet della storia d’Italia.

La sua diffusione nel nostro paese ha inizio (e lo dico con un pizzico di orgoglio partenopeo) grazie all’innovativa regina di Napoli, Maria Carolina d’Asburgo-Lorena, che ne fece installare uno nelle sue stanze private della Reggia di Caserta. L’esemplare (nella foto a lato) è composto da un catino in metallo appoggiato su una struttura di legno scuro intarsiato.

Si narra che quando i Savoia arrivarono nel Regno delle Due Sicilie non sapevano nemmeno cosa fosse il bidet. Dovendo inserirlo nell’inventario dei beni ritrovati nella Reggia (saccheggiati sarebbe più corretto…), non sapendo come definirlo, scrissero di uno “strano oggetto a forma di chitarra“.

I Borbone in effetti avevano un concetto molto avanzato di igiene personale (cosa stranissima per la loro epoca), tant’è che nella Reggia vi è una vera e propria stanza da bagno. Una vasca in granito con acqua corrente (all’inizio solo fredda), una toilette in marmo di carrara e un elegantissimo bidet… il primo bidet della storia italiana.

serena1O
Amministratore
serena1O 23/09/2016 ore 14:31 Quota

(nessuno) Il Bidet a forma di chitarra

@ti67 scrive:
Il Bidet a forma di chitarra
@serena1O scrive:
Le origini del Bidet. Quando Napoli si lavava il sedere il resto d’Italia annegava nella sporcizia!




Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione