Forum - personaggi famosi(miti)

serena.10
Partecipante
serena.10 30/07/2015 ore 11:42

(nessuno) Il signor Pitloo,l olandese Napoletano che dipinse la bellezza di Napoli

IOXSONGXLEGGEND
Proprietario
IOXSONGXLEGGEND 30/07/2015 ore 14:59 Quota

(nessuno) Il signor Pitloo,l olandese Napoletano che dipinse la bellezza di Napoli

Pitloo fu un pittore olandese che si trasferì a Napoli per passione: amò la città e la dipinse in tutte le sue vedute. Fu addirittura costretto a cambiare nome! L'articolo Il signor Pitloo, l’olandese napoletano che dipinse la bellezza di Napoli sembra essere il primo su Storie di Napoli.
IOXSONGXLEGGEND
Proprietario
IOXSONGXLEGGEND 30/07/2015 ore 15:07 Quota

(nessuno) Il signor Pitloo,l olandese Napoletano che dipinse la bellezza di Napoli

La sua prima formazione artistica si compie con lo studio del disegno e della pittura di artisti nordici, tra i quali certamente Dahi e Rebel.

Ancora molto giovane si reca in Francia per un breve periodo quindi in Italia. Dopo un breve soggiorno a Roma, Pitloo raggiunge la città che amerà per tutta la sua esistenza, Napoli, dove nel 1820, apre una scuola che diventerà famosa: la Scuola Posillipo, “una piccola Accademia” dalla quale usciranno talenti come Giacinto Gigante, Raffaele Carelli, Achille Vianelli, Gabriele Smargiassi. Il suo nome viene subito conosciuto negli ambienti artistici e riceve dei rispettabili incarichi: Il Reale Istituto di Belle Arti lo chiama come professore di paesaggistica, più tardi diventerà “onorario” e poi, “titolare” succedendo al Cammarano. Qui svolge i suoi compiti con attenzione e puntualità.

Una vita artistica vissuta a 360 gradi, tutta dedicata alla lavoro ed alla diffusione dell’arte. È sposato con Giulia Mori che gli dà sei figli, tra i quali, il pittore Claudio morto giovanissimo (si conosce un suo quadro firmato ma di modesta qualità) e Sofia, che va in moglie a Duclère. Pitloo morirà, stroncato dal colere, all’età di 47 anni il 22 giugno del 1837. La maggior parte delle sue opere andranno alla famiglia di Sofia Duclère, in seguito saranno acquistate dal Conte Correale. Attualmente sono conservate nel Museo Correale di Sorrento. Altro consistente numero di opere sono esposte nel museo di Capodimonte.

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione