Forum - località-paesi-città campania

Amministratore
serena1O 17/04/2018 ore 18:17 Quota

(nessuno) LA GROTTA DI POSILLIPO







La Grotta di Posillipo è conosciuta anche come Crypta Neapolitana o come Tomba di Virgilio o anche come Parco Virgiliano di Piedigrotta da non confondersi con il parco virgiliano del quartiere Posillipo, Nella Crypta sono sepolti i resti di due grandi poeti: Virgilio e Giacomo Leopardi. Si tratta di galleria, piuttosto stretta, lunga 711 metri e alta 10 metri.






scavata nel tufo della collina di Posillipo definita un luogo di culto e dove avvenivano molti riti iniziatici. La tradizione vuole che la galleria sia stata realizzata da Virgilio in una sola notte, con il ricorso alla sua potente arte magica.








La leggenda doveva essere molto radicata, tanto che Roberto d'Angiò, scherzando, sottopose la questione al Petrarca durante un suo viaggio a Napoli, e questi rispose, scherzando a sua volta: "Non mi è mai capitato di leggere




che Virgilio fosse un tagliapietre." Probabilmente la leggenda fu alimentata dal fatto che nei pressi dell'ingresso orientale ci fosse un colombario della prima età imperiale, identificato ancora oggi come la tomba di Virgilio.







In realtà, come ci narra Strabone, per motivi militari e anche sull’opera di di Cocceio non manca la leggenda che sia stata costruita da centomila uomini in soli quindici giorni. Utilizzata sempre dalla costruzione fino a tutto l’Ottocento, si cercò di allargarla e di migliorarla, ma con scarsi risutati.








Ad essa si interessò anche Giuseppe Bonaparte che la fece consolidare e illuminare. Ma Dumas non ne fu contento, perché i lampioni a gas puzzavano enormemente! Poi fu chiusa ma, in contemporanea, era stata aperta la grande Galleria che collega Mergellina a Fuorigrotta. La Crypta Neapolitana ha





senz'altro influenzato la cultura e le tradizioni dell città ed ha avuto una grande valenza come simbolo materno e uterino, del passaggio tra la morte e la vita, tra la luce e il buio. Consacrata nell’antiichità a culti di Priapo, vi si celebravano nottetempo cerimonie misteriche e riti orgiastici; lo stesso dicasi per








il culto di Afrodite con feste durante le quali vergini e spose infeconde partecipavano a oscene pratiche propiziatorie; lo stesso vale per il culto di Mitra e dio Apollo. Le purificazioni dei peccatori avvenivano in pozzi e balnea. La galleria poi è orientata in modo tale che in occasione degli equinozi il sole fosse perfettamente allineato tra i due ingressi all'alba e al tramonto, così che in quei momenti la galleria, nella quale solitamente regnava un buio profondo, risplendesse invasa dalla luce naturale. Tutto ciò, perpetrato anche nei primi secoli dopo l’avvento del Cristianesimo, aumentava ii mistero (ma anche l’idea che portasse sfortuna) che aleggiava intorno alla grotta; ma stavolta prese forma l’idea di una Madonna (Boccaccio parla dello “scarpunciello della Madonna”) che propiziava la fertilità e i parti; sembra che da qui siano nate le credenze di cui Parla Giambattista Basile nella Gatta Cenerentola e, più tardi, la favola di Perrault

Wikipedia




IOXSONGXLEGGEND
Proprietario
IOXSONGXLEGGEND 17/04/2018 ore 21:16 Quota

(nessuno) LA GROTTA DI POSILLIPO

E’ stata citata da Petrarca e ha fatto perdere la testa a Goethe. La grotta di Posillipo, il cui ingresso si trova nel Parco Vergiliano, è un sito dalla straordinaria bellezza, ricco di suggestive leggende.



Napoli è una città che sa bene come farsi perdonare i suoi difetti. Eh sì perché a fronte di tante pecche, il capoluogo campano cela innumerevoli meraviglie. E di questo se ne accorse anche il poeta tedesco Goethe che così scrive riguardo la Crypta Neapolitana, o Grotta di Posillipo: "Questa sera ci siamo recati alla grotta di Posillipo nel momento in cui il sole, tramontando, passa con i suoi raggi fino alla parte opposta. Ho perdonato tutti quelli che perdono la testa per questa città". E in effetti come non perdere la testa per una tale meraviglia? Si tratta di una galleria di 700 metri, dalla larghezza originaria di m 4,50 e con un'altezza di 5 metri che fu scavata nel tufo nel I secolo a.C. ed è stata per secoli una strada importante di comunicazione fra Neapolis e Puteoli.


serena1O
Amministratore
serena1O 18/04/2018 ore 07:30 Quota

(nessuno) LA GROTTA DI POSILLIPO

@IOXSONGXLEGGEND scrive:
LA GROTTA DI POSILLIPO
E’ stata citata da Petrarca e ha fatto perdere la testa a Goethe. La grotta di Posillipo, il cui ingresso si trova nel Parco Vergiliano, è un sito dalla straordinaria bellezza, ricco di suggestive leggende.

è inquietate vero? :mmm :many

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione