Forum - località-paesi-città campania

serena.10
Partecipante
serena.10 16/08/2013 ore 12:50

(nessuno) La memoria perduta dell'antica stazione ferroviaria Napoli-Portici

serena.10
Partecipante
serena.10 16/08/2013 ore 12:53

(nessuno) La memoria perduta dell'antica stazione ferroviaria Napoli-Portici


;-)
architettodeisogni
Partecipante
architettodeisogni 16/08/2013 ore 15:08

(nessuno) La memoria perduta dell'antica stazione ferroviaria Napoli-Portici

@ IOXSONGXLEGGEND:

:clap :clap :clap :clap
francesc.aa
Partecipante
francesc.aa 16/08/2013 ore 18:06

(nessuno) La memoria perduta dell'antica stazione ferroviaria Napoli-Portici

LAxDONNA.dixLEGGENDA
Partecipante
LAxDONNA.dixLEGGENDA 17/08/2013 ore 21:21

(nessuno) La memoria perduta dell'antica stazione ferroviaria Napoli-Portici

:clap :clap :clap :rosa :rosa
34Nino
Partecipante
34Nino 18/08/2013 ore 12:50 Quota

(nessuno) La memoria perduta dell'antica stazione ferroviaria Napoli-Portici

Napoli centrale oggi
Con circa 137 mila frequentatori giornalieri e 50 milioni l’anno, Napoli Centrale è un nodo di interscambio di vitale importanza per l’intero sistema ferroviario nazionale, con un traffico di 390 treni al giorno. Si trova in piazza Giuseppe Garibaldi, tra corso Meridionale e corso Arnaldo Lucci.
Il nodo ferroviario comprende la stazione di superficie “Napoli Centrale” e la stazione interrata “Piazza Garibaldi”, con due binari destinati al servizio metropolitano e due alla rete FS. Inoltre, sottostante Corso Lucci, si trova la stazione della linea ferroviaria “Circumvesuviana”.
34Nino
Partecipante
34Nino 18/08/2013 ore 12:51 Quota

(nessuno) La memoria perduta dell'antica stazione ferroviaria Napoli-Portici


La prima stazione di Napoli fu costruita nel 1866 su progetto dell’architetto e urbanista Enrico Alvino, che ne stabilì la conformazione e posizione nell’ambito di uno studio urbanistico per la riorganizzazione del tessuto viario cittadino. Tra il 1955 e il 1960 la stazione ottocentesca venne demolita e fu costruito un nuovo fabbricato viaggiatori, arretrato di 250 metri rispetto alla posizione precedente, realizzando l’attuale piazza Garibaldi. Il nuovo edificio, inaugurato nel 1966, è frutto della fusione dei tre progetti vincitori del concorso bandito nel 1954: il complesso presenta un impianto a pensilina, caratterizzato da una modulazione geometrica basata su una matrice compositiva triangolare.

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione