Forum - Istruttivi educativi

scrib
Partecipante
scrib 24/01/2016 ore 10:28

(nessuno) Povertà: Oxfam, 62 persone possiedono quanto la metà della popolazione mondiale

@vorticedluce scrive:
:ma nn ti fa rabbia vedere sti parlamentari che si siedono la in parlamento con il loro Tablet o telefonano e a fine mese si prendono il mondo Inter inclusi vitalizzi ed extra????? A me fa incazzare veramente

Ora non posso dirti nel dettaglio cosa mi suscitano :hoho però ti dico semplicemente che per me son esseri immondi da spazzare via
serena.10
Partecipante
serena.10 24/01/2016 ore 15:39

(nessuno) Povertà: Oxfam, 62 persone possiedono quanto la metà della popolazione mondiale

@scrib scrive:
per me son esseri immondi da spazzare via

:clap quoto
enzo346
Amministratore
enzo346 24/01/2016 ore 18:03 Quota

(nessuno) Povertà: Oxfam, 62 persone possiedono quanto la metà della popolazione mondiale

In un posto normale di lavoro, non si dorme, solo a dormicitorio si può fare, e ti pagano pure...
serena.10
Partecipante
serena.10 24/01/2016 ore 19:48

(nessuno) Povertà: Oxfam, 62 persone possiedono quanto la metà della popolazione mondiale

@enzo346 scrive:
Il vitalizio lo prendi comunque, anche cosi.

si per nn dire quando si sputacchiano in faccia
che vergogna veramente nn ci so parole
Rampolli del capitalismo industriale italiano, imprenditori e banchieri. Siedono tutti su enormi patrimoni personali ma nessuno rinuncia alla rendita a vita che ha conquistato in Parlamento, anche per due anni soltanto o quando ne aveva 40. E così incrementano ancora la loro ricchezza a spese dello Stato.
serena.10
Partecipante
serena.10 24/01/2016 ore 19:49

(nessuno) Povertà: Oxfam, 62 persone possiedono quanto la metà della popolazione mondiale

Due miliardi di patrimonio, tremila euro di vitalizio. Luciano Benetton ha quasi 80 anni ed è seduto su un impero. Per Forbes è 13esimo nella classifica dei più ricchi d’Italia. Ma in ogni caso non rinuncia a 3.108 euro di vitalizio. E per che cosa? Per aver passato due anni in Parlamento. Che dire poi del re degli elettrodomestici, Francesco Merloni? Ex senatore della Repubblica è a capo di un gruppo industriale che all’ultimo bilancio ha registrato un fatturato di 1,3 miliardi di euro. Un patrimonio ragguardevole che arrotonda poi con i 6.087 euro accreditati ogni mese dalla tesoreria di Palazzo Madama, dove non mette piede da 14 anni. E dopo i capitani dell’industria arrivano i re della finanza, gli avvocati d’affari e i banchieri. Tutti uniti nel sacro vincolo del vitalizio.

Ebbene sì, il Monumento alla Casta è ancora in piedi. E con tanto di epigrafe. Ufficialmente è stato abolito nel 2012, ma solo per gli eletti delle legislature successive. Quelli che vanno all’incasso con le vecchie regole sono 2.450 e alle finanze pubbliche costano la bellezza di 230 milioni di euro l’anno, quasi 20 milioni al mese.

Scorrendo l’elenco dei beneficiari salta all’occhio la categoria meno sopportabile dei “Paperoni”, cioé coloro che erano ricchi prima ancora di candidarsi e che dalla politica hanno ottenuto pure una rendita fino a 9.470 euro al mese. Avete capito bene. C’è un’Italia che tira la carretta per una magra pensione e un’altra che si gonfia tasche già piene a spese di contribuenti più poveri di loro e attraverso una forma particolarmente odiosa di arricchimento degli eletti a danno degli elettori. Sopratutto alla luce della condizione del Paese.

Nel club dei “sei zeri” si ritrovano dunque rampolli del capitalismo industriale, top manager e finanzieri da rotocalco, banchieri e bancarottieri. Va tutto bene, ma se uno è proprio ricco sfondato? Pace, i privilegi devono essere uguali per tutti. E’ pur sempre una forma di redistribuzione della ricchezza, solo funziona al contrario: chi più ha più riceve, chi meno ha più versa. Di rinunciare spontaneamente non se ne parla proprio: il pudore non è di casa. E allora, visto che li dobbiamo proprio pagare e costano all’incirca 4 euro a contribuente, facciamo almeno le presentazioni. Ecco per chi si apre il nostro borsello.
serena.10
Partecipante
serena.10 24/01/2016 ore 19:50

(nessuno) Povertà: Oxfam, 62 persone possiedono quanto la metà della popolazione mondiale

Francesco Merloni - 6.087 euro

Figlio del fondatore Aristide, già senatore della Repubblica, il re degli elettrodomestici è stato parlamentare per 7 legislature e più volte ministro. Con un reddito di un miliardo di lire nel ‘92 era il più ricco governante a palazzo Chigi. Oggi per fortuna lo è molto di più. E’ presidente onorario del gruppo Ariston Thermo che nell’ultimo esercizio ha fatturato 1,33 miliardi di euro. Che fare del vitalizio da 6.087,31 euro netti? Se rinunciare fa brutto, lo si può sempre usare in opere di bene. Lui giura di versarli tutti in beneficenza come del resto dichiara di aver fatto con gli stipendi parlamentari. Tra le opere di bene si segnala anche il finanziamento alle campagne elettorali del Pd, in particolare 35mila euro all’amico Enrico Letta, all’ultima tornata. Anche la nipote Maria Paola, del resto, si è tuffata in politica senza lasciare l’azienda. E un giorno spetterà a lei completare la tripletta delle pensioni versate dagli italiani alla dinastia degli industriali in fuga dall’Italia.



veento
Partecipante
veento 24/01/2016 ore 19:51

(nessuno) Povertà: Oxfam, 62 persone possiedono quanto la metà della popolazione mondiale

@serena.10 : ma mi domando una cosa,anche se banale la voglio scrivere,ma questa gente potente non pensa che prima o poi devono morire?

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione