Forum - NAMASTE'....un saluto per tutti

Proprietario
ariellele 07/10/2021 ore 11:59 Quota

(nessuno) Pierangelo Bertoli

@Levaci.manu @Lupo68RM @LucyRm71 @kokeshi.36 @Fresca.Rugiada @dolcecarrie @tex.965 @ninfeadelnilo @40mony @erica79 @NOEL1948 @Assho @paola70ms @aben @Bigheil @sonolaSTREGA @Ginevra.60 @Andr.ea64 @Scoi.attolina @bi.onda @BO.Larossa @SignoraElena @XMAXIMUS.78 @Biricchina.76 @sonoLASTREGa @rosarosa65 @grigio2020 @DonTaylor62 @OSCAR.FRA @veneto.veneto @Luisa.206


Cantautore italiano
DATA DI NASCITA
Giovedi' 5 novembre 1942
LUOGO DI NASCITA
Sassuolo, Italia
DATA DI MORTE
Lunedi' 7 ottobre 2002 (a 59 anni)
LUOGO DI MORTE
Modena, Italia
CAUSA
Cancro ai polmoni





Il cantautore emiliano Pierangelo Bertoli nasce a Sassuolo, in provincia di Modena, il 5 novembre 1942. Affetto da un grave handicap che lo costringera' tutta la vita su una sedia a rotelle, esordisce discograficamente nel 1976 con il 33 giri "Eppure soffia". Il 1977 lo vede pubblicare "Il centro del fiume" e l'anno successivo una raccolta di canzoni in dialetto, "S'at ven in ment". Con "A muso duro", nel 1979, Bertoli realizza il suo primo manifesto poetico, ma e' "Certi momenti", nel 1981, a portarlo in classifica, grazie anche al successo radiofonico di "Pescatore", un brano cantato in duetto con Fiorella Mannoia.



Nel 1986 celebra i dieci anni di carriera con "Studio & Live", un doppio album antologico registrato per meta' in studio e per meta' in concerto. Nel 1987 nasce il progetto dell'album "Canzoni d'autore" un omaggio a cantautori vecchi e nuovi della scena italiana. "Tra me e me", nel 1988, e "Sedia elettrica", nel 1989, chiudono simbolicamente un periodo artistico, insieme allo spot televisivo "Lega per l'emancipazione dell'handicappato", a cui Bertoli partecipa come attore, che vince il Telegatto di Tv Sorrisi e Canzoni.


2742792
@Levaci.manu @Lupo68RM @LucyRm71 @kokeshi.36 @Fresca.Rugiada @dolcecarrie @tex.965 @ninfeadelnilo @40mony @erica79 @NOEL1948...
Discussione
07/10/2021 11:59:52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
ariellele
Proprietario
ariellele 07/10/2021 ore 12:01 Quota

(nessuno) Pierangelo Bertoli




Il 1990 lo vede pubblicare l'album "Oracoli", che costituisce a suo modo un momento di partenza, e il cui singolo "Chiama piano", e' cantato in duetto con Fabio Concato. Il 1991 si apre per Bertoli con una decisione coraggiosa: quella di prendere parte al Festival di Sanremo (vi e' poi tornato anche nel 1992), una manifestazione per molti versi lontanissima dalla linea ideologica ed artistica che ha sempre guidato l'attivita' del cantautore, contrario alla progressiva esaltazione degli aspetti edonistici che la musica commerciale andava sempre piu' assumendo.
ariellele
Proprietario
ariellele 07/10/2021 ore 12:04 Quota

(nessuno) Pierangelo Bertoli



In quest'occasione, invece, l'obiettivo di Bertoli e' ben preciso: far conoscere dal palcoscenico piu' popolare della canzone italiana un brano inusuale e suggestivo, "Disamparados (Spunta la luna dal monte)", presentandolo insieme al gruppo sardo dei Tazenda, in un'ottica di recupero delle tradizioni folcloristiche ed etniche in un momento in cui questo tipo di discorso artistico non era ancora diventato banalmente di moda. Quasi a sorpresa, arrivano un lusinghiero piazzamento nella classifica finale e il grande successo di classifica. "Spunta la luna dal monte" intitola poi un album che raccoglie il meglio della produzione recente del musicista di Sassuolo e che e' uno degli album piu' venduti della musica italiana, tanto da ricevere il disco di platino.
ariellele
Proprietario
ariellele 07/10/2021 ore 12:06 Quota

(nessuno) Pierangelo Bertoli



Tra gli altri suoi successi "Sera di Gallipoli" e "Per dirti t'amo" (1976), "Maddalena" (1984) e "Una strada" (1989).

Il cantante e autore emiliano contribuisce anche al lancio del conterraneo Luciano Ligabue, che spesso lo ricordera' nei suoi concerti.

Poco prima di morire (il 7 ottobre del 2002), Pierangelo Bertoli era ricoverato nel Policlinico della sua citta', dove si era sottoposto ad un periodo di cure. Sposato con la moglie Bruna, una donna straordinaria che lo ha sempre sostenuto e guidato, ha avuto tre figli, Emiliano, Petra (alla cui nascita Bertoli aveva dedicato una canzone col suo nome) e Alberto, anche lui cantante.
ariellele
Proprietario
ariellele 07/10/2021 ore 12:08 Quota

(nessuno) Pierangelo Bertoli



Molto legato alla sua terra (il fratello gestisce un famoso ristorante a Sestola, sull'Appennino) era spesso impegnato in iniziative di solidarieta' e beneficenza (aveva cantato anche per i detenuti del carcere di Sant'Anna a Modena e nella citta' estense nel giugno precedente aveva partecipato al Festival della canzone dialettale esibendosi in diversi brani in modenese). Tra i suoi amici piu' cari c'era padre Sebastiano Bernardini, il cappuccino vicino alla Nazionale cantanti.
ariellele
Proprietario
ariellele 07/10/2021 ore 12:11 Quota

(nessuno) Pierangelo Bertoli

@IlMattoDellaChatt



Tra le sue ultime apparizioni quella in primavera per il programma di Rete 4 "La domenica del villaggio" assieme a Caterina Caselli, anche lei sassolese. Con gli altri artisti della cittadina, conosciuta come la capitale della piastrella in ceramica, aveva anche pubblicato un libro e un disco. Aveva fama di essere un uomo duro e scontroso, invece era solo un cantante sensibile che concedeva poco al vittimismo e molto al rigore delle scelte esistenziali. Combattivo e battagliero, incapace di qualunque ipocrisia, ed era per questo spesso descritto nei suoi atteggiamenti con il titolo di una delle sue canzoni piu' celebri, "A muso duro".


Partecipante
40mony 07/10/2021 ore 12:29 Quota

(nessuno) Pierangelo Bertoli

@ariellele scrive:
Pierangelo Bertoli


"Io non credo nei valori, credo nel valore,
ce n'è solo uno e si scrive tutto in maiuscolo,
LA VITA. Il rispetto della vita è il rispetto
degli altri perché gli altri devono rispettare te.
Non trovo niente di più semplice."
- Pierangelo Bertoli -
Il 7 ottobre 2002 moriva Pierangelo Bertoli. :cuore


"Se canti solo con la voce, prima o poi dovrai tacere...
Canta con il cuore, affinché non dovrai mai tacere." :cuore
aben
Partecipante
aben 07/10/2021 ore 13:44 Quota

(nessuno) Pierangelo Bertoli

@ariellele scrive:
Pierangelo Bertoli


Semmai volessimo cercare la verità...
ci basta ascoltare tutto ciò che lui ci ha voluto dire...
e saremo appagati da tanta semplicità




In Fondo

Nei fragili pensieri appena nati Erode canta un'ode del macello
Milioni di discorsi non parlati, aborti mai usciti dal cervello
Nel sangue sparso dall'Inquisizione, nelle morali assurde del potere
Nella necessità della ragione, nel tormentato viaggio del sapere

Si nutrono le piante di chi è stanco di aspettare
E il sole della rabbia prima o poi porta quei fiori allo sbocciare
E inoltre le visioni dei poeti molto al di là del muro dei valori
Nel magma arroventato dei pianeti, sopra la cecità di miti e umori
Nel centro degli stomaci affamati, nel cuore dei bisogni delle vele
In fondo a sacrifici innominati, laddove odio e amore stanno insieme

Si nutrono le piante di chi è stanco di aspettare
E il sole della rabbia prima o poi porta quei fiori allo sbocciare
Tra i ruderi di Atlantide sommersa, nei corpi martoriati degli schiavi
Nel sogno di una nuova alba diversa, nei grandi esploratori senza navi
Tra i cantici potenti dell'ingegno e il misero strisciare dell'inganno
Tra mistiche figure senza regno che corrono e non sanno dove vanno

Si nutrono le piante di chi è stanco di aspettare
E il sole della rabbia prima o poi porta quei fiori allo sbocciare.

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione