Forum - Liberi pensieri.....

Proprietario
ladysorris.o 26/10/2021 ore 12:08 Quota

(nessuno) World Pasta Day 2021


Oltre a essere gustosa è un cibo rifugio: veloce da preparare (da pochi minuti di cottura dei formati piccoli a un massimo di 16-18 minuti per i grandi), conservabile, base per piatti semplici e ricette complesse, si sposa con ogni ingrediente, dal minimalista burro e parmigiano alle elaborate salse e ragù di carni, pesci e verdure.



Non è un caso che in questo anno decisamente fuori dall’ordinario, la pasta si sia confermata come punto fermo sulle tavole degli italiani, ma non solo. Ne abbiamo mangiato come prima, più di prima.
Ecco che nel 2020 la Giornata Mondiale della Pasta, voluta 22 anni fa dall’IPO – international pasta organization – e che si festeggia ogni 25 ottobre, assume un valore anche simbolico, di celebrazione di un alimento sano, appetitoso, insieme identitario e versatile, con quel suo essere glocal:



sì, uguale ma sempre diverso, nei condimenti e nelle forme, declinate tra best-seller su tutto il territorio nazionale (spaghetti, rigatoni, fusilli e penne rispondono al 70 per cento della pasta acquistata) e formati regionali: le trofie in Liguria, i paccheri o gli ziti in Campania, i malloreddus in Sardegna, gli anelli e le busiate in Sicilia, i bucatini nel Lazio, le orecchiette in Puglia, i pici in Toscana, le tagliatelle in Emilia Romagna, la stroncatura in Calabria, i bigoli in Veneto, i cavatelli in Molise, i ferricelli in Basilicata e così via. Non a caso lo storico John Dickie scrive che "l’Italia è un paese diviso da un cibo comune".





Una ricerca Doxa commissionata da UIF (Unione Italiana Food) e da ITA (Italian Trade Agency), e condotta in Italia, UK, Stati Uniti, Germania e Francia) nel settembre appena passato, pone il Bel Paese in cima alla classifica per consumo di pasta. Ne mangiamo oltre 23 chili a testa all’anno anche perché sempre più abbiamo consapevolezza che rientra a pieno titolo nella Dieta Mediterranea, il cui novero nel patrimonio dell’Umanità Unesco compie proprio quest’anno i dieci anni.



Ma per gustarla non è necessario cucinarla. I dati della piattaforma di consegne a domicilio Just Eat parlano chiaro: nell’ultimo anno, gli italiani ne hanno ordinato ben 32mila chili. Nella top ten delle specialità più richieste troviamo in testa gli Spaghetti alla carbonara, seguiti da Tagliatelle al ragù, Gnocchi alla sorrentina, Lasagne, Penne all’arrabbiata, Amatriciana, Spaghetti allo scoglio, Tortellini panna e prosciutto, Penne al salmone, Tagliatelle ai funghi porcini. Le maggiori richieste si sono concentrate a Roma, Bologna, Milano, Torino e Genova.



E, poiché sempre meno possiamo riunirci in grandi gruppi per le collettive spaghettate che speriamo di tornare presto a fare, intanto la festa si sposta sul web, dove ciascuno può postare il 25 ottobre il proprio piatto con l’hashtag #worldpastaday.


2744441
Oltre a essere gustosa è un cibo rifugio: veloce da preparare (da pochi minuti di cottura dei formati piccoli a un massimo di 16-...
Discussione
26/10/2021 12:08:33
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione