Forum - Liberi pensieri.....

Amministratore
bl.anca 17/10/2021 ore 08:26 Quota

(nessuno) LA ZUCCA SIMBOLO DEL MESE DI OTTOBRE



La zucca è unortaggio autunnale per eccellenza e simbolo del mese di Ottobre. L'autunno è iniziato da qualche giorno e i supermercati si riempiono di verdura, frutta e ortaggi di stagione: castagne, funghi, ma soprattutto c'è il ritorno della zucca, protagonista della stagione e dalle mille proprietà benefiche.
L'origine del suo nome sembrerebbe derivare dal latino cocutia che significa testa; nel tempo il suo significato prima di arrivare al nome attuale zucca è stato trasformato da cocuzza a cozucca .La zucca fu conosciuta dagli europei solo dopo la conquista delle Americhe, quando Cristoforo Colombo ne portò in Italia diverse varietà; tuttavia non godette affatto di ottimo prestigio e venne comunemente ritenuto un cibo della bassa plebe, in quanto venne in un primo momento usata per sfamare il popolo contadino.Le lunghe carestie fecero cadere i pregiudizi sulle zucche e iniziarono a essere apprezzate anche dalle classi sociali più abbienti. Finalmente aveva attirato l'attenzione: ci si accorse, infatti, che la sua polpa, diventava ottima se preparata con condimenti e aromi giusti. Tant'è che oggi si cucina in svariati modi: si può utilizzare per realizzare un primo o un secondo piatto e perché no anche per un dolce.Nel corso della storia è stata utilizzata anche come recipiente per il vino o per l'acqua, visto che la forma richiamava proprio quella delle ciotole. Le zucche più piccole, però, erano usate anche fuori dalla cucina: erano utilizzate per contenere tabacco o polvere da sparo! A dispetto del suo gusto, saporito e molto dolce, la zucca è povera di glucidi, dunque adatta a qualsiasi tipo di dieta, anche per i diabetici. Come suggerisce il colore arancione, poi, è ricca di betacarotene e vitamina A, inoltre è una riserva molto preziosa di minerali, fra i quali fosforo, ferro, magnesio e potassio. Buona è anche la presenza di vitamine B e C. Assieme alla sua grande quantità di antiossidanti, la zucca è dunque utile per la rigenerazione cellulare e alla regolazione dei processi digestivi. Della zucca non si butta via niente: eccezionale è il succo ottenuto centrifugando la polpa, utile soprattutto in casi di ulcera o di insonnia. I suoi fiori sono totalmente commestibili, mentre i semi di zucca non vanno mai gettati: essiccati o cotti al forno, e poi leggermente salati, sono un delizioso stuzzichino che vi fornirà anche una ricarica di vitamine e minerali. Dagli stessi semi si ottiene poi un olio molto utile, utilizzato da secoli per la regolazione dell'intestino e per altre proprietà benefiche. Alcune varietà di zucca, dalla forma particolare o particolarmente colorate, sono perfette per usi ornamentali, in bouquet, allestimenti o setting di arredamento.
2743695
« immagine » La zucca è unortaggio autunnale per eccellenza e simbolo del mese di Ottobre. L'autunno è iniziato da qualche giorno...
Discussione
17/10/2021 08:26:07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
ladysorris.o
Proprietario
ladysorris.o 17/10/2021 ore 15:40 Quota

(nessuno) LA ZUCCA SIMBOLO DEL MESE DI OTTOBRE

@bl.anca :


Indiscussa regina dell’autunno, la zucca è un ortaggio delicato,



dolce, che si presta alla preparazione di ricette molto diverse fra di loro: dai piatti dolci a quelli salati, può essere servita cotta, a vapore, al forno, fritta, in vellutata e in tanti altri modi. Fra i piatti a base di zucca più famosi, per esempio, citiamo i famosi tortelli alla mantovana ripieni di zucca, uno dei piatti più rappresentativi e sontuosi della cucina italiana.




Ogni anno, con il suo colore arancione – che ben si adatta alla stagione – il suo profumo e la sua consistenza peculiare, la zucca giunge sulle nostre tavole offrendoci un delizioso assaggio dell’atmosfera autunnale.

Seppur dolce al palato, in realtà la zucca è un ortaggio ipocalorico: pochissime calorie e tante proprietà benefiche per l’organismo. Oggi, se ne apprezza non solo il gusto ma anche la sua estetica. Di fatto, esistono più di cento varietà di zucca, da quelle commestibili a quelle ornamentali: queste ultime presentano forme perfette ma non sono commestibili e hanno pochissima polpa attaccata alla buccia.




Secondo uno studio condotto da Assosementi, l’associazione nazionale dell’industria sementiera, nel 2017 la produzione di zucche in Italia si è attestata intorno alle 40mila tonnellate e ha interessato una superficie agricola di circa duemila ettari. Le regioni in cui si produce la maggiore quantità di zucche sono state Lombardia ed Emilia-Romagna, mentre l’Inghilterra è il primo paese destinatario del nostro export.


Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione