Forum - Liberi pensieri.....

Amministratore
bl.anca 05/10/2021 ore 09:59 Quota

(nessuno) MUDRA



MudrA è un termine sanscrito che significa letteralmente ,sigillo, gesto o segno. Nello yoga, le mudra sono gesti simbolici spesso praticati con le mani e le dita che facilitano il flusso di energia attraverso il corpo, aiutando e favorendo così le nostre pratiche meditative. La corretta posizione delle mani è estremamente importante nella meditazione: contrariamente a quanto molti principianti pensano, le mani non vanno mai trascurate o posizionate casualmente. Ogni mudra stimola infatti parti diverse del nostro cervello e ci aiuta a incanalare l’energia verso una determinata zona del nostro corpo.
Le mudra sono strettamente connesse con l’energia dell’universo e il loro scopo è esattamente quello di incanalarla nel nostro corpo per ottenere determinati benefici.Quasi ogni mudra è collegata con una divinità della tradizione vedica, la quale a sua volta incarna un aspetto dell’energia legato ad una qualità che vogliamo risvegliare in noi. Le mudra sono in relazione con i cinque elementi naturali, energie che nel corpo si riflettono sul piano psicofisico e spirituale scorrendo attraverso i nadi, canali energetici che terminano proprio nelle dita delle nostre mani.
Ogni dito rappresenta perciò un punto di connessione con un elemento e l’energia ad esso collegata. Posizionando le dita in un certo modo siamo in grado di controllare la quantità di energia elementale che scorre dentro di noi, e di conseguenza attingiamo alle qualità associate all’elemento che stiamo invocando.


2742586
« immagine » MudrA è un termine sanscrito che significa letteralmente ,sigillo, gesto o segno. Nello yoga, le mudra sono gesti si...
Discussione
05/10/2021 09:59:40
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
ladysorris.o
Proprietario
ladysorris.o 05/10/2021 ore 18:02 Quota

(nessuno) MUDRA

@bl.anca :


I mudra sono particolari posizioni delle mani, molto usate nella pratica dello yoga e della meditazione per sigillare le energie, raccoglierle e dirigerle.



Praticando alcune asana che lavorano intensamente sulle energie, di frequente si portano le mani giunte una con l’altra, oppure si puntano le dita in particolari direzioni, per dare più forza alla posizione e per stimolare il flusso del prana, l’energia vitale che scorre in noi e nel tutto.



I mudra aiutano anche a trovare concentrazione nella pratica, a “sentire” meglio il nostro corpo e migliorare l’equilibrio e la propriocezione, ovvero la capacità che tutti abbiamo (anche se spesso non ne siamo consapevoli e trascuriamo di allenarla) di percepire e riconoscere il nostro corpo nello spazio anche a occhi chiusi, senza il supporto della vista.



Non bisogna però fare l’errore di pensare che i mudra siano un semplice “accessorio” dello yoga, un particolare della pratica meno “importante” delle asana, del pranayama e della meditazione. I mudra possono sembrare “piccoli” esercizi, ma sono grandi nella loro efficacia.


Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione