Forum - LA STANZA DELL'ALLEGRIA

BENVENUTI NEL FORUM DELLA STANZA DELL'ALLEGRIA QUI POTETE SCRIVERE DEDICHE D'AMORE E D'AMICIZIA...POESIE...ATTUALITA' E TUTTO CIO' CHE VI PASSA PER LA TESTA.... TORNATE A TROVARCI LO STAFF

Partecipante
Soraya.2017 01/05/2021 ore 18:42 Quota

(nessuno) La Pianta Elicrisio

@1954lucrezia
[/@loredana1954


L'elicriso, il cui nome scientifico è “Helichrysum italicum L.”, fa parte della famiglia delle Asteracee (Composite).
Si tratta di una pianta arbustiva che proviene dalla zona meridionale del vecchio continente e che si caratterizza per essere tipica della macchia mediterranea a cui riesce a conferire tutto il suo caratteristico profumo.

L'elicriso è una pianta che viene frequentemente sfruttata in profumeria, ma che viene apprezzata anche per via delle sue notevoli proprietà terapeutiche.

L'elicriso è una pianta perenne che presenta la particolare caratteristica di essere del tutto ricoperta da una fitta peluria di colore biancastro che presenta anche un aroma caratteristico.

I fusti, invece, possono raggiungere un'altezza pari a trenta centimetri, senza rami.

Le foglie presentano una forma lanceolata, mentre i fiori sono di dimensioni estremamente ridotte, con un caratteristico colore giallo pallido.

La fioritura corrisponde, nella maggior parte dei casi, a tutta la stagione estiva.











L'elicriso è una pianta termofila e, per tale ragione, predilige i climi temperati caldi che si trovano nel bacino del Mediterraneo ed è, in ogni caso, estremamente adatta anche a svilupparsi in ambienti temperati, sempre che vengano adeguatamente riparati dal freddo.

Le esposizioni migliori sono quelle zone in cui il sole batte continuamente e in modo diretto.

I terreni preferiti per la coltivazione della pianta di elicriso sono quelli sassosi, sabbiosi, aridi, calcarei, particolarmente drenati e ben drenati.

L'elicriso, al contrario, non ama particolarmente i terreni compatti, per via del fatto che teme notevolmente la formazione di ristagni idrici.











La composizione dell'elicriso è decisamente complessa: infatti, i componenti principali sono rappresentati dai flavonoidi, dall'olio essenziale, dai tannini, dall'acido caffeico e da un altro corposo manipolo di sostanze, tra cui possiamo citare l'arenarina, a cui viene attribuita una particolare proprietà anntiepatotossica.





2725969
@1954lucrezia[/@loredana1954 L'elicriso, il cui nome scientifico è “Helichrysum italicum L.”, fa parte della famiglia delle...
Discussione
01/05/2021 18:42:31
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
loredana1954
Proprietario
loredana1954 02/05/2021 ore 14:03 Quota

(nessuno) La Pianta Elicrisio

@Soraya.2017 scrive:
La Pianta Elicrisio




L'elicriso è una pianta termofila e, per tale ragione, predilige i climi temperati caldi che si trovano nel bacino del Mediterraneo ed è, in ogni caso, estremamente adatta anche a svilupparsi in ambienti temperati, sempre che vengano adeguatamente riparati dal freddo.



Le esposizioni migliori sono quelle zone in cui il sole batte continuamente e in modo diretto.

I terreni preferiti per la coltivazione della pianta di elicriso sono quelli sassosi, sabbiosi, aridi, calcarei, particolarmente drenati e ben drenati.

L'elicriso, al contrario, non ama particolarmente i terreni compatti, per via del fatto che teme notevolmente la formazione di ristagni idrici.



L'elicriso si può moltiplicare per seme e per via vegetativa prelevando dalle talee, che vengono fatte radicare al termine della stagione estiva in un substrato formato da sabbia, torba e terra di coltivo.


Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione