Addio a Gianni Mura.

21 marzo 2020 14:26 — scritto da Paolo.Indaro




Per chi non è avvezzo allo sport quello di Gianni Mura può essere un nome come un altro ma per gli appasionati di sport soprattutto quelli "minori" Gianni Mura rapppresenta il "Giornalista" un cronista capace di coinvolgere i lettori restando un'autentica e impeccabile coscienza critica.Raccontava lo sport perchè ne era curioso lo raccontava a modo suo come si racconterbbe al bar davanti ad un buon bicchiere di vino rosso, e non come oggi dove le telecronache sono fatte di freddi numeri e storie prese lì per lì dal primo portale internet che capita sotto mano al cronista di turno. Mura, orgoglioso milanese giramondo, è stato un maestro per generazioni di giornalisti sportivi: aveva iniziato alla Gazzetta dello Sport nel 1964, collaborando poi con il Corriere d'Informazione ed Epoca, fino al passaggio a Repubblica nel 1976. Celebri le sue cronache dal Tour de France, che nel 2007 ispirarono il romanzo “Giallo su giallo” (Premio Grinzane-Cesare Pavese), così come la rubrica domenicale Sette giorni di cattivi pensieri.
Ha seguito Olimpiadi, Mondiali di calcio e mille altri eventi con la sua leggendaria macchina da scrivere, che non ha mai abbandonato anche nell'era digitale.«Autorevole firma del quotidiano La Repubblica, nella sua cinquantennale carriera ha raccontato lo sport, il calcio, e la Nazionale in particolare, con passione, professionalità e competenza. Mura è stato un punto di riferimento per chi ama vivere e leggere di sport, un piacere per la lettura, mai banale. Ma ha rappresentato soprattutto una coscienza critica da cui trarre importanti spunti di riflessione.Divenne famosa la sua rubrica pubblicata da Repubblica "Sette giorni di cattivi pensieri".L'ultima rubrica di Gianni Mura, i "Sette giorni di cattivi pensieri" usciti domenica 15 marzo 2020 :
https://rep.repubblica.it/ricerca/argomento/sette%20giorni%20di%20cattivi%20pensieri/
7b95584f-b2ba-4b74-8b68-19ec738d9966
« immagine » Per chi non è avvezzo allo sport quello di Gianni Mura può essere un nome come un altro ma per gli appasionati di sp...
News
21/03/2020 14:26:20
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Commenti alla news

WattieBuchan

WattieBuchan - domenica 22 marzo 2020

" Sette giorni di cattivi pensieri" era la mia rubrica preferita,Gianni Mura è stato un grande giornalista uno di quelli "veri" L'ultima rubrica di Gianni Mura apparsa il 15 Marzo su repubblica è stata Imbecilli senza confini ma la brava gente è di più con un chiaro riferimento al momento attuale.
Paolo.Indaro

Paolo.Indaro - domenica 22 marzo 2020

@WattieBuchan :

ho postato il link aprilo