Forum - IL PASTO NUDO

Non controllatevi ... scrivete di tutto.

Partecipante
ombra.dargento 30/04/2021 ore 11:38 Quota

(nessuno) Una leggenda narra...

che nel tempio dedicato al culto di Tsun-Kyan-Kse (divinità che presiede alla reincarnazione delle anime) vivevano, oltre ai monaci, anche 100 gatti bianchi dalle iridi dorate. Mici e uomini vegliavano una preziosissima statua aurea raffigurante la dea che, al posto degli occhi, aveva due grandi zaffiri. Un giorno alcuni briganti uccisero il vecchio e saggio monaco Mun-Ha. Il gatto Sinh balzò sul corpo senza vita del suo amico guardando intensamente la statua, come se stesse pregando... all'improvviso i suoi occhi divennero blu intenso come quelli della dea e il suo mantello assunse le sfumature dell'oro e della terra. Solo i piedi poggiati sul monaco rimasero bianchi. I briganti terrorizzati dal prodigio fuggirono e il tempio fu salvo.
Sinh, disperato, smise di mangiare e morì dopo sette giorni. Nel momento della sua morte, negli altri 99 gatti avvenne la stessa mutazione, i loro sguardi e le loro pellicce cambiarono colore.
D'allora i gatti Sacri di Birmania hanno calzette e guantini immacolati, puri come l'amore tra Sinh e Mun-Ha.



Più volte ho sentito dire che se improvvisamente appare un micio nella nostra vita è perché ne abbiamo bisogno, viene da noi per aiutarci. I gatti sono maestri, insegnano ad amare, un amore vero, libero, mai sottomesso. Che siano sacri, di razza o meravigliosamente randagi non fa differenza, vedono dimensioni che noi umani possiamo solo immaginare, aprono porte e intraprendono cammini dove noi sbattiamo contro i muri, conoscono il mistero della vita e della morte. E quando tutto va a rotoli, c'insegnano ad avere pazienza, ad aspettare, ad apprezzare la semplicità, la bontà e la gioia insite nelle piccole cose.



Mi pare di vederli, Sinh e gli altri gatti del tempio, occhi di cielo limpido e zampette candide come neve... mi pare di sentire melodie di fusa, preghiere che saranno esaudite.
2725743
che nel tempio dedicato al culto di Tsun-Kyan-Kse (divinità che presiede alla reincarnazione delle anime) vivevano, oltre ai...
Discussione
30/04/2021 11:38:14
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
Paolo.Indaro
Proprietario
Paolo.Indaro 30/04/2021 ore 15:38 Quota

(nessuno) Una leggenda narra...

@ombra.dargento

In ogni tempio che ho visitato in Tailandia (non molti) c'era sempre qualche micio, così anche nei monasteri i monaci adorano i gatti, alcuni di loro rinunciano al cibo che gli viene donato per donarlo a sua volta ai gatti del monastero.

ombra.dargento
Partecipante
ombra.dargento 30/04/2021 ore 19:13 Quota

(nessuno) Una leggenda narra...

@Paolo.Indaro

che bella cosa, mici per niente viziati, ma veramente felici!

ma sei sicuro fossero gatti? ;-)



%-) %-)
Paolo.Indaro
Proprietario
Paolo.Indaro 30/04/2021 ore 23:08 Quota

(nessuno) Una leggenda narra...

@ombra.dargento

Ho visto un monaco portare a spasso un elefantino,mai una tigre, anche se secondo me ci riuscirebbero lo stesso.

:vittoria

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione