Forum - Il Paradiso Perduto

NB: In ogni intervento e commento, ciascuno è tenuto a rispettare gli altri, le loro opinioni, la fede o la non-fede altrui, nella consapevolezza della multiculturalità e pluralità della società attuale.

Amministratore
kairoki 07/01/2015 ore 15:51 Quota

Emozionato Il senso della vita, secondo Andy Weir

"The Egg"

Racconto breve di: Andy Weir

Traduzione di: Paolo Gianrossi



Stavi andando a casa quando sei morto.

E’ stato un inci­dente d’auto. Nulla di par­ti­co­lar­mente ecci­tante, ma comun­que fatale. Hai lasciato una moglie e due bam­bini. E’ stata una morte rela­ti­va­mente indo­lore. I medici del pronto soc­corso hanno fatto il pos­si­bile. Non è ser­vito. Per com’eri con­ciato, fidati. E’ meglio così.

Poi mi hai incontrato.

«Cos’è suc­cesso?», mi hai chie­sto. «Dove sono?»

Te l’ho detto senza girarci tanto intorno: «sei morto». Non avrebbe tanto senso misu­rare le parole.

«C’era un fur­gone, scivolava…»

«Già»

«Sono… Sono morto?»

«Già. Ma non pre­oc­cu­parti troppo. Muo­iono tutti», ho detto io.

Ti sei guar­dato intorno. Non c’era altro che nulla. E poi solo io e te. Hai chie­sto «che posto è que­sto? L’aldilà?»

«Più o meno»

«Sei Dio?»

Ti ho rispo­sto «Sì. Sono Dio.»

«I bam­bini? Mia moglie?»

«I bam­bini e tua moglie cosa?»

«Se la caveranno?»

«Così mi piaci. Sei appena morto e ti pre­oc­cupi solo della tua fami­glia. Ben fatto.»

Mi guar­davi affa­sci­nato. Non ti sem­bravo un Dio. Sem­bravo solo un uomo. O forse una donna. Una vaga figura auto­ri­ta­ria, più la mae­stra dell’asilo che l’onnipotente.

Ti ho detto «tran­quillo, sta­ranno bene. I tuoi bam­bini si ricor­de­ranno di te come una spe­cie di essere per­fetto. Non hanno avuto il tempo di sco­prire i tuoi difetti. Tua moglie sta pian­gendo, ma in realtà den­tro di sé è sol­le­vata. Dicia­mo­celo, il tuo matri­mo­nio stava andando a pezzi. Se ti può con­so­lare, si sen­tirà orren­da­mente in colpa di sen­tirsi sollevata.»

Hai detto «Oh», e poi «E adesso che suc­cede? Vado all’inferno, in para­diso o dove?»

«Nes­suna delle due cose. Sarai reincarnato.»

«Ah, allora gli Hindu ave­vano ragione»

Ho detto «tutte le reli­gioni hanno ragione, in un certo senso. Cam­mina con me.»

Mi hai seguito men­tre pas­seg­gia­vamo nel vuoto nulla. «Dove andiamo?»

«Da nes­suna parte. E’ che mi piace cam­mi­nare men­tre chiacchero»

Mi hai chie­sto «ma allora, come fun­ziona? Quando rina­scerò sarà tutto can­cel­lato no? Un neo­nato. Tutta la mia espe­rienza e tutto il resto che ho fatto in que­sta vita non impor­te­ranno più.»

Ti ho detto «sba­gliato! Hai den­tro di te tutta la cono­scenza e l’esperienza di tutte le tue vite pas­sate. E’ solo che ora non le ricordi.»

Mi sono fer­mato, e ti ho affer­rato per le spalle. «La tua essenza è più magni­fi­cente, mera­vi­gliosa e gran­diosa di quanto tu possa imma­gi­nare. Una mente umana può con­te­nere solo una fra­zione minu­scola di quel che sei. E’ come met­tere il dito in un bic­chiere di acqua per vedere se è calda o fredda. Metti un tuo pez­zet­tino nel con­te­ni­tore e quando lo tiri fuori hai impa­rato tutta l’esperienza che conteneva.

«Sei stato den­tro a un umano per gli ultimi 48 anni. Per que­sto non ti sei ancora sti­rac­chiato bene e non hai per­ce­pito la tua immensa coscienza. Se stes­simo a per­der tempo qui per abba­stanza, ini­zie­re­sti a ricor­dare tutto. Ma non serve a niente farlo tra una vita e l’altra.»

«Quante volte mi sono rein­car­nato allora?»

Ho detto «ah, mol­tis­sime. Più di mol­tis­sime. E in mol­tis­sime diverse vite. A que­sto giro sarai una con­ta­dina cinese del 540 dopo Cristo.»

Mi hai rispo­sto quasi scon­volto «aspetta un attimo! Mi stai man­dando indie­tro nel tempo?»

«Se la metti in que­sti ter­mini, forse tec­ni­ca­mente sì. Il tempo come lo intendi tu esi­ste solo nel tuo uni­verso. Da dove vengo io fun­ziona un po’ diversamente»

«E da dov’è che vieni tu?»

Ti ho spie­gato che «beh di certo vengo da qual­che posto. Qual­che altro posto. E ce ne sono altri, come me. So che vor­re­sti sapere com’è lag­giù. Ma fidati, non ci capi­re­sti niente.»

Mi hai rispo­sto deluso «oh. Ma aspetta un attimo. Se mi rein­carno in altri posti e tempi, potrei aver inte­ra­gito con me stesso, a un certo punto.»

«Certo, capita di con­ti­nuo. Ma col fatto che nes­suna delle due vite ha coscienza di altro che sé stessa, non te ne accorgi»

«E quindi che senso ha?»

Ti ho chie­sto «sul serio? Mi stai seria­mente chie­dendo il senso della vita? Non ti sem­bra un po’ stereotipato?»

Hai insi­stito: «è una domanda ragionevole».

Ti ho guar­dato negli occhi. «Il senso della vita, il motivo per cui ho creato que­sto intero uni­verso, è per­ché tu possa maturare»

«Vuoi dire l’uomo? Vuoi che l’umanità maturi?»

«No, solo tu. Que­sto uni­verso l’ho fatto per te. Con ogni nuova vita cre­sci e maturi e diventi più grande e più intelligente.»

«Solo io? E tutti gli altri?»

«Non esi­ste nes­sun altro. In quest’universo ci siamo solo io e te»

Mi hai guar­dato strano «Ma tutta la gente del mondo…»

«Tutte te. Diverse incar­na­zioni di te.»

«Aspetta. Sono tutti!?»

«Ci stai arri­vando», e men­tre lo dicevo ti ho dato una pacca sulla spalla, per con­gra­tu­larmi con te.

«Sono ogni essere umano mai esistito?»

«E che mai esi­sterà, sì»

«Sono Abramo Lincoln?»

«E sei anche il suo assas­sino», ho aggiunto.

«Sono Hitler?», l’hai detto con un’espressione raccapricciata.

«E sei tutti i milioni di per­sone che ha ucciso»

«Sono Gesù?»

«E tutti i suoi seguaci»

Sei stato zitto.

Ti ho detto «tutte le volte che hai vit­ti­miz­zato qual­cuno, vit­ti­miz­zavi te stesso. Ogni gesto carino che hai fatto l’hai fatto a te stesso. Ogni momento felice e ogni momento tri­ste che ogni umano ha mai vis­suto e mai vivrà, li hai vis­suti tu.»

Ci hai pen­sato per un bel po’.

«Per­ché? Per­ché fare tutto questo?»

«Per­ché un giorno sarai come me. Per­ché è que­sto quello che sei. Uno della mia spe­cie. Sei mio figlio.»

«Wow. Vuoi dire che sono un dio?», lo hai detto ma eri incredulo.

«No, non ancora. Sei un feto. Stai cre­scendo. Una volta che avrai vis­suto ogni vita di ogni essere umano in ogni momento, sarai abba­stanza grande da nascere»

«Quindi l’intero uni­verso è solo…»

«Un uovo», ti ho detto. E poi ho aggiunto «è ora che tu vada.»

E ti ho man­dato per la tua strada.


:rosa
1843293
"The Egg" Racconto breve di: Andy Weir Traduzione di: Paolo Gianrossi Stavi andando a casa quando sei morto. E’ stato un...
Discussione
07/01/2015 15:51:01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
windmemory
Amministratore
windmemory 09/01/2015 ore 07:06 Quota

(nessuno) Il senso della vita, secondo Andy Weir

@kairoki scrive:
Ti ho detto «tutte le volte che hai vit­ti­miz­zato qual­cuno, vit­ti­miz­zavi te stesso. Ogni gesto carino che hai fatto l’hai fatto a te stesso. Ogni momento felice e ogni momento tri­ste che ogni umano ha mai vis­suto e mai vivrà, li hai vis­suti tu.»


Questo racconto di Andy Weir e' molto profondo, secondo me :-)
Perché, se io faccio una breve analisi di coscienza, devo convenire che e' cosi' che succede.
E che solo cosi' riusciamo a comprendere gli altri con il cuore.
(anche se a volte e' difficilissimo.......e non ci si riesce anche con grandi sforzi)
windmemory
Amministratore
windmemory 09/01/2015 ore 07:18 Quota

(nessuno) Il senso della vita, secondo Andy Weir

@kairoki scrive:
«Il senso della vita, il motivo per cui ho creato que­sto intero uni­verso, è per­ché tu possa maturare»«Vuoi dire l’uomo? Vuoi che l’umanità maturi?»«No, solo tu. Que­sto uni­verso l’ho fatto per te. Con ogni nuova vita cre­sci e maturi e diventi più grande e più intelligente.»

"Nascere e' sempre difficile...", come hanno scritto molti autori.



(Il dipinto e' di Salvator Dali')
ghiaccioinpolvere.63
Partecipante
ghiaccioinpolvere.63 12/01/2015 ore 10:22

(nessuno) Il senso della vita, secondo Andy Weir

@kairoki :
@corallinejpg :
@windmemory :
@eccetera :

Se e' possibile e non e' OT - e questo e' un buon contesto - mi verrebbe da domandare la vostra opinione sulla reincarnazione. Voi supponete, credete che ci reincarneremo? e, se si', quale sarebbe il valore 'aggiunto' di un'ipotesi come questa? :-)

Io ci credo :-)
panna.caramello
Partecipante
panna.caramello 12/01/2015 ore 15:15 Quota

(nessuno) Il senso della vita, secondo Andy Weir

@ghiaccioinpolvere.63 :

Io credo nella Resurrezione... pero' la reincarnazione e' una specie di rinascita (lo dice anche lo scrittore Andy Weir che tutte le religioni ''hanno ragione'') :-)
Nella reincarnazione, come e' spiegata nel racconto, nessuno ha faticato inutilmente per crescere, maturare e migliorare... Percio' e' la scelta che farei io :-)
Per me cosi' ha molto senso.
ghiaccioinpolvere.63
Partecipante
ghiaccioinpolvere.63 14/01/2015 ore 13:10

(nessuno) Il senso della vita, secondo Andy Weir

@panna.caramello scrive:
Io credo nella Resurrezione... pero' la reincarnazione e' una specie di rinascita (lo dice anche lo scrittore Andy Weir che tutte le religioni ''hanno ragione'') smile
Nella reincarnazione, come e' spiegata nel racconto, nessuno ha faticato inutilmente per crescere, maturare e migliorare... Percio' e' la scelta che farei io smile
Per me cosi' ha molto senso.

Capisco la tua posizione, pero' e' difficle scegliere in cosa credere.
E ce ne passa di differenza tra la Resurrezione intesa in senso cristiano cattolico e la reincarnazione...

Quel che hai scritto, tuttavia, e' un ottimo spunto per riflettere su una modalita' molto frequente del nostro modo di ragionare, o 'pre-ragionare'.
Tendiamo spessissimo a credere in cio' che ci piace e desideriamo, senza altra base logica...

(nessun intento polemico :-) )
ghiaccioinpolvere.63
Partecipante
ghiaccioinpolvere.63 14/01/2015 ore 13:13

(nessuno) Il senso della vita, secondo Andy Weir

@panna.caramello :

Non che io sia immune da questo atteggiamento e il fatto stesso che io creda nella reincarnazione, quando non ci sono argomenti al riguardo, la dice lunga :-)

In fondo, siamo tutti alla ricerca di un ''senso'' :-)
night.watcher
Moderatore
night.watcher 17/02/2015 ore 09:02 Quota

(nessuno) Il senso della vita, secondo Andy Weir

@kairoki :

Per me e' cosi' che la reincarnazione troverebbe un senso, come andare per tentativi, un passo alla volta, riuscire a capire come gli altri e perche'...

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione