Forum - IL GIROTONDO DELL' AMICIZIA DI CHATTA

Amministratore
gatta.snob 03/05/2021 ore 13:22 Quota

(nessuno) Adam Styka - Pittore di genere orientalista

@1954lucrezia



L'artista franco- polacco Adam Styka è stato un pittore di scene di genere, paesaggi e scene orientaliste.
Adam Styka ( 1890-1959 ) è nato da una famiglia di artisti a Kielce, in Polonia.
Ha iniziato a studiare con suo padre, il pittore Jan Styka, e suo fratello, il ritrattista Tadé Styka.
Nel 1908 si trasferì a Parigi e completò la sua educazione formale presso l'Ecole Nationale des Beaux-Arts dove studiò nello Studio di Fernand Cormon fino al 1912.

Ha iniziato a esporre le sue opere al Salon des Beaux-Arts nel 1911 e nelle gallerie più prestigiose di Parigi: Galerie Georges Petit ( 1906 ), Galerie des Champs-Elysées.




Nel 1914 espone all'Orientalist Salon e presenta sedici dipinti che vengono notati e ammirati per la loro estrema luminosità.
Dopo un periodo nell'esercito francese, Styka è stata insignita dell'Ordine al merito nazionale insieme alla cittadinanza francese.

Nel 1944, Styka fu incaricato di creare immagini di piramidi egizie per una chiesa a Varsavia. Originariamente intenzionato a creare un dipinto completo per molti mesi, l'arresto di Styka per mano dei soldati tedeschi ha accelerato il progresso dei lavori, dove è stato prontamente completato e appeso nella cappella fino a quando non è stato distrutto in un incendio della chiesa nel 2007.
Come risultato di questo viaggio, che sarebbe stato seguito da viaggi regolari ogni anno, Styka ha sviluppato un intero genere basato sulla rappresentazione di temi mediorientali e orientali.



Tra le sue opere vi sono paesaggi e scene della vita quotidiana di strada marocchina, tra cui un gran numero di scene d'amore marocchine: " Souks in Biskra "; " Riunione dei capi arabi "; " Bambini che cavalcano asini sul Nilo "; " Playtime in the Serail "; " Lovers "; " La data ".

La sua squisita capacità di catturare e trasmettere fedelmente ai suoi dipinti i colori forti e vibranti pieni di contrasto del caldo deserto del Sahara, colori armoniosamente fusi insieme, gli è valso l'appellativo di " The Master of Sunlight ".

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione