Forum - IL GIROTONDO DELL' AMICIZIA DI CHATTA

Proprietario
1954lucrezia 01/05/2021 ore 15:24 Quota

(nessuno) Benvenuto Maggio



Archiviato Aprile, inizia Maggio: ma perché il quinto mese dell’anno si chiama così?
Si ritiene che l’antico nome latino Maius potrebbe derivare dalla dea romana Maia, dea della terra nonché dell’abbondanza e della fertilità.
Maggio è il quinto mese dell’anno secondo il calendario gregoriano e il terzo e ultimo mese della primavera nell’emisfero boreale (dell’autunno nell’emisfero australe).
Nella cultura cristiana maggio è il mese dedicato alla Madonna, con particolare utilizzo della devozione del Santo Rosario.
In questo mese ricorre la Festa del Lavoro (1° maggio) e la Festa della Mamma (seconda domenica di maggio).







A Maggio la primavera in genere è ormai ben inoltrata e si intravedono i primi caratteri dell’estate: non sempre è così ed a volte il caldo estivo stenta a farsi sentire. Le temperature sono miti, le giornate si allungano e, grazie anche all’ora legale, godiamo di sole fino al tardo pomeriggio. Nella prima parte del periodo l’aria è tiepida sia sul nostro territorio che sulle regioni dell’Europa centrale, per cui, anche in caso di venti da nord, non si corre il pericolo di invasioni di aria fredda.
Le precipitazioni possono essere abbondanti al Nord, che si trovano ancora all’interno della fascia dove passano le perturbazioni nell’emisfero settentrionale. A volte l’aria calda che è presente sulla Pianura Padana viene spinta verso l’arco alpino provocando la formazione di nubi cumuliformi che si risolvono in improvvisi rovesci di pioggia. Al Centro e al Sud la pressione comincia invece ad aumentare, grazie all’espandersi sull’oceano Atlantico dell’anticiclone delle Azzorre, per cui le precipitazioni sono in graduale diminuzione.
Nella seconda parte del mese, sulle zone pianeggianti del nord, la massa d’aria a contatto con il suolo raggiunge facilmente i +25°C. Le invasioni di aria fredda sono molto rare.










2725945
Archiviato Aprile, inizia Maggio: ma perché il quinto mese dell’anno si chiama così? Si ritiene che l’antico nome latino Maius po...
Discussione
01/05/2021 15:24:48
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
dolcecarrie
Amministratore
dolcecarrie 01/05/2021 ore 17:37 Quota

(nessuno) Benvenuto Maggio

@1954lucrezia scrive:
Benvenuto Maggio









Il dolce Maggio di Maria
di Antonio Baroncini

Maggio, con la natura che si colora e profuma di fiori, è il mese dell’anno che segna con decisione la piena entrata nella stagione del sole, del sorriso, della luce. La rosa, la regina dei giardini, apre i suoi petali colorati e profumati. Non è possibile non notare e ammirare la sua bellezza. Il poeta Cielo d’Alcamo, in una sua rima, si rivolge ad una giovane donna in questi termini: «Fresca rosa aulentissima», a esprimere freschezza, amore, profumo, qualità che non prettamente esteriori, ma che penetrano l’animo e l’intimo delle nostre coscienze.

È per questa profondità di sentimenti che, attraverso l’intreccio tra natura e devozione, la rosa incorona con la sua bellezza la Vergine Maria: «Rosa delle rose, fiore dei fiori, donna tra le donne, unica signora, luce dei santi e via dei cieli». Quale mese, quindi, più idoneo resta per questa incoronazione, se non proprio maggio?


Anche la storia, dal Medioevo in poi, accompagna la rosa con Maria, tanto da far proferire al mistico tedesco Enrico Suso di Costanza (1290-1366) questa invocazione: «Sii benedetta tu aurora nascente sopra tutte le creature e benedetto sia il prato fiorito di rose rosse del tuo bel viso, ornato con il fiore rosso rubino dell’Eterna Salvezza». È proprio in questo periodo, che accanto all’accostamento di Maria ai fiori, nasce e si consolida la pratica devozionale del Rosario, intese come ghirlande di Ave Maria intrecciate alla Vergine. Si iniziò col celebrare semplici riti popolari, in cui si snocciolavano Ave Maria una dopo l’altra e si cantavano litanie, incoronando di fiori le statue mariane. Fu poi nel 1725 che, grazie alla pubblicazione del «Mese di Maria o sia il mese di maggio, consacrato a Maria con l’esercizio di vari fiori di virtù proposti a vari devoti di lei» del padre gesuita Dionisi, veniva formalizzato maggio come mese ufficiale dedicato a Maria. La devozione mariana passò poi per la proclamazione del dogma dell’Immacolata Concezione (1854), crescendo grazie all’amore smisurato per la Vergine di santi come don Bosco, e alimentato dal sapiente magistero dei Papi.

Nell’enciclica «Mense Maio» del 1965, Paolo VI indica maggio come il «mese in cui, nei templi e fra le pareti domestiche, più fervido e più affettuoso dal cuore dei cristiani, sale a Maria l’omaggio della loro preghiera e della loro venerazione». Ecco l’essenza del maggio mariano: preghiera e venerazione alla Madre del Cielo. Paolo VI tocca anche quello che oggi risulta essere un dolente tasto: la preghiera tra le mura domestiche, in famiglia, e cita proprio due parole quasi scomparse nella realtà dei nostri giorni: famiglia e preghiera. Auguriamoci che anche oggi “Maggio” torni
ad essere quel mese tipico delle nostre nonne, e a tutti sia concesso il desidero di ammirare quei dolci occhi da cui provengono solo amore, speranza e forza spirituale. Bernadette, fissando a spillo quelli stessi occhi, trasfigurava ogni volta il suo volto nella gioia e dalla luce.
Amministratore
loredana1954 02/05/2021 ore 16:16 Quota

(nessuno) Benvenuto Maggio

@1954lucrezia :





A maggio non basta un fiore.
Ho visto una primula: è poco.
Vuoi nel prato le prataiole:
È poco: vuole nel bosco il croco.
È poco: vuole le viole; le bocche
di leone vuole e le stelline dell’odore.
Non basta il melo, il pesco, il pero.
Se manca uno, non c’è nessuno.
È quando è in fiore il muro nero
è quando è in fiore lo stagno bruno,
è quando fa le rose il pruno,
è maggio quando tutto è in fiore.

Giovanni Pascoli


Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione