Forum - Il coraggio di essere quello che sono

Amministratore
aben 16/04/2021 ore 10:03 Quota

(nessuno) Manca sempre qualcosa...

Apparecchi la tavola per mangiare e fai attenzione...
ma...
manca sempre qualcosa.

Quando scorrono le ore e continui a guardarti attorno...
ma...
manca sempre qualcosa.

Quando guardo la nazionale mentre diventa campione del mondo...
ma...
manca sempre qualcosa.

Quando pensi di aver detto tutto...
ma...
manca sempre qualcosa.

Le notti senza sogni...
o forse non ricordo i sogni.

Le notti e i suoi pensieri...
che pensieri non sono.

Le lacrime che ingrossano il cuore da farlo scoppiare...
e le grida del silenzio che non trova pace



ariellele
Partecipante
ariellele 17/04/2021 ore 11:30 Quota

(nessuno) Manca sempre qualcosa...

@aben


Alcune persone vivono cosi', preda di un senso di insoddisfazione continua senza mai davvero esser contenti ne' appagati, anche se magari hanno una vita ricca di avvenimenti e risultati. Per loro c'e' sempre qualcosa che manca: non riescono proprio a essere felici. Alla radice di questo atteggiamento ci possono essere vari fattori: il perfezionismo, l'abitudine a considerare la felicita' come qualcosa che "deve ancora arrivare", la difficolta' a vivere le emozioni in modo diretto e lineare. Ma c'e' un denominatore comune ed e' un senso di superiorita' implicito, non dichiarato, nascosto. La persona, nel suo definire inappagante la realta' presente, sembra avere in mente "ben altro" rispetto a quel che c'e' adesso, e considera questo "ben altro" proporzionale al proprio "ovvio e scontato altissimo valore".





"Nulla e' piu' pericoloso e mortale per l'anima che occuparsi continuamente di se' e della propria condizione, della propria solitaria insoddisfazione e debolezza."





"Per quanti onori e soddisfazioni potesse riservargli il futuro, per tutto il resto della vita sarebbe stato perseguitato dal rimpianto e dall'insoddisfazione di tante occasioni perdute."





"Tutto diventa cosi' problematico a causa di alcuni difetti di base:
una generale insoddisfazione di me stessa."






"L'uomo, senza nemmeno accorgersene, torna a essere quel che e' sempre stato: una creatura perennemente insoddisfatta che non sa vivere in pace."


Ragnhild.Lothbrok
Partecipante
Ragnhild.Lothbrok 02/05/2021 ore 20:03 Quota

(nessuno) Manca sempre qualcosa...

non vorrei annoiarti con i vaneggi di una credente. ma vorrei risponderti di cuore, quindi perdona il delirio religioso implicito nella mia risposta.

siamo artefici del nostro dolore, del nostro malessere.
creiamo la nostra insoddisfazione...
mi hanno insegnato a essere pronta al nostro paradiso sempre, tutti i giorni della mia vita.
ogni singolo istante.
sodisfatta? mai
sarò soddisfatta nelle grandi sale delle dimore dorate a banchettare e bere, crollare ubriaca e svegliarmi per la battaglia del giorno dopo, cadere in questa e risvegliarmi la sera per l'ennesimo banchetto, eternamente pronta alla guerra seguente, eternamente esausta, eternamente ubriaca.
eternamente soddisfatta nel paradiso che meriterò
o questo o l'oblio. e non sarà me che sarà obliata

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione