Forum - CUCCIOLO

Partecipante
senzaglutine 09/09/2020 ore 19:01 Quota

(nessuno) Lo champagne di Brangelina va oltre il divorzio



8 Settembre 2020
di Marta Manzo

Non è bastato un sofferto divorzio a dividere Angelina Jolie e Brad Pitt. Nonostante i Brangelina, tra le coppie più amate di Hollywood, abbiano messo la parole fine al loro matrimonio nel 2016, il loro business prosegue in collaborazione gomito a gomito, con un progetto che i due portavano avanti da tempo: la produzione di champagne.

Appassionati di bollicine rosè, Brad e Angelina hanno infatti creato una nuova etichetta, Fleur de Miraval, che sarà in commercio con sole 20.000 bottiglie a partire dal 15 ottobre prossimo, grazie al lavoro con le famiglie Perrin e Péters, che da secoli operano nel settore dello champagne.



“Questo progetto è prima di tutto un’impresa artistica, perché produrre ottimi vini è una forma di creazione artistica – hanno spiegato i due – conosciamo Rodolphe Péters da molti, molti anni e, come lui, siamo appassionati dei grandi vini del mondo.

Eppure, ogni volta che ci siamo riuniti per assaggiare Champagne Rosé d’annata, siamo giunti al stessa conclusione: amiamo gli aromi che questi grandi champagne sviluppano con l’invecchiamento”.



I due divi, che avevano acquistato insieme la tenuta di Château Miraval per circa 67 milioni di dollari, location in cui avevano anche pronunciato il loro sì, prima dello champagne avevano già lanciato il Miraval Rosè, molto apprezzato nel mondo e tra i vini rosati più premiati degli ultimi anni.

“Ci sono voluti 5 anni di lavoro coordinato le famiglie Perrin e Péters – ha riferito Marc Perrin in un’intervista a Wine Spectator – per mettere a punto quello che è il prodotto finale. Ovvero un blend del 75% di Chardonnay e per la restante parte di Pinot Nero, invecchiato tre anni nella cantina di Le Mesnil-sur-Oger per 3 anni”.



Come mostrano le immagini diffuse dalla rivista People, lo champagne, in bottiglia nera per evitare l’alterazione del prodotto alla luce è confezionato in una scatola di color rosa pallido, con un’etichetta estremamente semplice che indica il nome originale del villaggio,

Le Mesnil-sur-Oger. Sui suoi profumi, invece, regna ancora la totale segretezza. L’intento, come spiegato in un comunicato stampa congiunto delle cantine, era quello di “catturare la mineralità e la salinità dello Chardonnay e unirli al colore e agli aromi fruttati del Pinot”.

2693143
« immagine » 8 Settembre 2020 di Marta Manzo Non è bastato un sofferto divorzio a dividere Angelina Jolie e Brad Pitt. Nonostante...
Discussione
09/09/2020 19:01:07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    11

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione