Forum - Bei Tempi

Proprietario
poitispiego 22/06/2021 ore 01:56 Quota

(nessuno) Festival di Sanremo - Uomini Italiani che hanno partecipato 1 sola volta



Umberto Lupi (Trieste, 22 giugno 1941) è un cantante italiano.

1976 - Una casa senza nome


Una casa senza nome
un giardino di nessuno
poi con le tue mani
tutto
si è cambiato
l'erba cominciò a salire
e il fuoco andava
e l'amore si faceva
senza chiedere alla luna
come mai
la notte inseguiva le stelle
la luna che entrava nel letto
e tu e tu mi facevi dispetto
per tutto l'amore l'amore che tu davi a lui
chi mi fa morire io lo so chi è
so chi è
so che la mia casa è senza nome
amore mio
non sei più mio

tutto è ancora come prima
ma una cosa mi hai lasciato
la speranza dolce e cara di un'attesa
forse gli occhi suoi
saranno come i miei
ma l'amore a poco a poco
sta morendo con il fuoco
insieme a noi
la notte inseguiva le stelle
la luna che entrava nel letto
e tu mi facevi dispetto
per tutto l'amore l'amore che tu davi a lui
chi mi fa morire io lo so chi è
so chi è
ma nel mio morire
io ti amavo
amore mio
non sei più mio
amore mio
amore amore amore mio
non sei più mio
la notte inseguiva le stelle
la luna che entrava nel letto
e tu mi facevi dispetto
per tutto l'amore l'amore che tu davi a lui
la notte inseguiva le stelle
la luna che entrava nel letto
e tu mi facevi dispetto
per tutto l'amore l'amore che tu davi a lui
la luna che entrava nel letto
e tu mi facevi dispetto
per tutto l'amore che tu davi a lui...
2732605
« immagine » Umberto Lupi (Trieste, 22 giugno 1941) è un cantante italiano. 1976 - Una casa senza nome « video » Una casa senza n...
Discussione
22/06/2021 01:56:02
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
poitispiego
Proprietario
poitispiego 22/06/2021 ore 01:56 Quota

(nessuno) Festival di Sanremo - Uomini Italiani che hanno partecipato 1 sola volta



Roberto Carrino (Nardò, 13 aprile 1953) è un cantautore italiano.

1978 -'N 'addore 'e castagne


’N addore ’e castagne pe’ l’aria nevosa,
’na strada, ’na casa, ’na scola e ’na chiesa,
’o cunto coi libri avevo già chiuso,
alà steva ’a strada, la scola e la chiesa.
Ancora co ’e trecce passava ’a matina
e io puntualmente ’a guardava luntano,
sentevo ’na smania passa’ dint’e vvene,
’na febbre che piglia e nun salva niscuno.
E me dicette sì, quindic’anni e l’ammore e che vvo’ di’,
me strigneva ’a mano comme me dicesse
“Nunn aspetta’ dimane”.
E io tremavo sì,
quindic’anni ma che ssondo pe’ capi’,
poi improvvisamente le dicette “Siente,
nun t’aggio ditto niente”.
’N addore ’e castagne pe’ l’aria nevosa,
’na femmena bionda appuggiata a ’na casa,
dicette “Mi vuoi” co ’o stesso surriso
di quanno passava pe ’a scola e pe ’a chiesa.
Ed io fumavo, sì,
la tempesta dint’o core, quello sì,
poi improvvisamente, senza ’na parola,
scappaie senza di’ niente.
Io tremavo sì,
’na tempesta dint’o core, quello s’ì,
poi improvvisamente, senza ’na parola,
scappaie senza di’ niente.
poitispiego
Proprietario
poitispiego 22/06/2021 ore 01:56 Quota

(nessuno) Festival di Sanremo - Uomini Italiani che hanno partecipato 1 sola volta



Gianfranco Mocchetti, noto come Gianni Mocchetti (Legnano, 31 maggio 1947 – Como, 28 gennaio 2013), è stato un cantautore, chitarrista e bassista italiano.

1979 - Talismano nero


Nero talismano
Non è oro quel che dai
Chi ti tiene in mano
Perde il cuore e tu lo sa
Vecchio ciarlatano
Il tuo flauto è rotto
E il tuo canto indiano
Suona false verità
Dal tuo talismano
Neanche un fiore nascerà
E lui non è la fortuna
E il cielo non è la luna
E lui non l'altipiano dei sogni
Tu non sei che un mercante di regni perduti
E il nero, il nero, il talismano
Non può comperare la felicità
E il nero, il nero, il talismano
è ottone dorato col peso di piombo
Diamante di vetro di luce dipinto
E il nero, il nero, il talismano
E il nero, il nero, il talismano
Nero talismano
Elisir di povertà
Chi ti tiene in mano
Perde il cuore e non lo sa
E tu sei l'erba cattiva
Tu sei la notte che arriva
Tu sei la vendita da banco dei pegni
E chi ti offre è un viandante di strade smarrite
E il nero, il nero, il talismano
Non può comperare la felicità
E il nero, il nero, il talismano
è ottone dorato col peso di piombo
Diamante di vetro di luce dipinto
E il nero, il nero, il talismano
E il nero, il nero, il talismano
è ottone dorato col peso di piombo
Diamante di vetro di luce dipinto
E il nero, il nero, il talismano
E il nero, il nero, il talismano.
poitispiego
Proprietario
poitispiego 22/06/2021 ore 01:56 Quota

(nessuno) Festival di Sanremo - Uomini Italiani che hanno partecipato 1 sola volta



Gianfranco De Angelis (Roma, 6 marzo 1953) è un cantante e attore italiano.

1980 - E pensare che una volta... non era così!


Il tuo essere una donna
il tuo spazio
la tua noia
l’equilibrio un po’ precario
l’ironia del calendario
piano piano,
goccia a goccia
come l’acqua sulla roccia
ci ha scavato nella testa
ci ha lasciati con un buco
questa trappola dannata
come al solito è scattata
la sua forza delicata
ci ha fregati tutti e due
si confondono il passato
la dolcezza col peccato
dell’amore che c’è stato
resta qualche acrobazia
e pensare che una volta non era così
e pensare che una volta non era così
più ci penso e più noi non eravamo così
forse al cuore manca il sale di un segreto
e la tenerezza d’essere indiscreto
forse a letto manca l’umido di un prato
e la voglia di un amore appena nato

e pensare che una volta non era così
e pensare che una volta non era così

ripensare è una pazzia ripensare una mania
sarà stupido banale ma mi va di ripensare
ripensare alla tua bocca a quegli occhi di una volta
all’amore un po’ impacciato
in un posto rimediato
e abbandonati al mio corpo come se fosse il tuo letto
e poi fa un salto mortale senza rete sul mio cuore
gioca tutto in un momento
sul cuscino ferma il tempo
ma dimentica che ieri
non sapevi più chi eri
lascia stare che una volta non era così
è normale se una volta non era così
più ci penso e più noi ci amiamo più di così
e se al cuore manca il sale di un segreto
il sapore in fondo ai baci è più completo
e pensare che una volta non era così
e pensare che una volta non era così
più ci penso e più noi ci amiamo più di così
e se a letto manca l’umido di un prato
sul cuscino c’è un futuro preparato.

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione