Forum - Festival di Sanremo

Proprietario
poitispiego 07/09/2017 ore 09:51 Quota

(nessuno) 5 Stranieri

poitispiego
Proprietario
poitispiego 07/09/2017 ore 09:56 Quota

(nessuno) 5 Stranieri



1985 - Randy Jackson Band con "Donne"


Donne
In cerca di guai
Donne a un telefono che non suona mai
Donne
In mezzo a una via
Donne allo sbando senza compagnia
Negli occhi hanno dei consigli
E tanta voglia di avventure
E se hanno fatto molti sbagli
Sono piene di paura
Le vedi camminare insieme
Nella pioggia o sotto il sole
Dentro pomeriggi opachi
Senza gioia ne' dolore
Donne
Pianeti dispersi
Per tutti gli uomini cosi' diversi
Donne
Amiche di sempre
Donne alla moda, donne contro corrente...
Negli occhi hanno gli aeroplani
Per volare ad alta quota
Dove si respira l'aria
E la vita non e' vuota
Le vedi camminare insieme
Nella pioggia o sotto il sole
Dentro pomeriggi opachi
Senza gioie ne' dolore
Donne
In cerca di guai
Donne a un telefono che non suona mai
Donne
In mezzo a una via
Donne allo sbando senza compagnia
Donne
Do do
Do do
Do du





1997 - Randy Roberts con "No stop"


Ok, ognuno per i fatti suoi
Ma poi ci ritroviamo qua
Siamo come due braccia
Che abbracciano in due
Noi due insieme solo se ci va
Non esiste per l'eternità
Siamo persi e diversi
Ma ci somigliamo un po'
Un solo sguardo c'è bastato
E ci ha fregato tutti e due
Ed ogni volta che ti guardo è così
Perché mi lasci senza fiato
Così bella come sei
Non c'è modo di salvarsi con te
Con te io forse sto correndo un po'
Ma quando parto io lo so
Non riesco a fermarmi
Neanche se vedo
Che c'è uno stop
Io chiudo gli occhi e passo
Attento allo stop
Non ho frenato in tempo
C'era uno stop
è la mia vita che è così
Vita no stop
Ci sbatterà la testa
Amore no stop
Senza respiro in questa
Notte no stop
Fatta per amarsi un po'
E poi ognuno per i fatti suoi
Ma ora ci troviamo qua
Siamo fatti di fuoco
E bruciamoci un po'
Un solo sguardo c'è bastato
E ci ha fregato tutti e due
Ed ogni volta che ti guardo è così
Perché mi lasci senza fiato
Così bella come sei
Non c'è modo di salvarsi con te
Con te io forse sto correndo un po'
Ma quando parto, io lo so
Non riesco a fermarmi
Neanche se vedo
Che c'è uno stop
Io chiudo gli occhi e passo
Attento allo stop
Non ho frenato in tempo
C'era uno stop
è la mia vita che è così
Vita no stop
Ci sbatterò la testa
Amore no stop
Senza respiro in questa
Notte no stop
Fatta per amarsi un po'.




2006 - Noa con "Un discorso in generale"


Come fa la tua pelle a sapere di pesca
Per tutta la settimana
Come fa la tua pelle a sapere d’arancia
D’arancia siciliana
Qualcuno qualcuno dovrebbe spiegarmi chi sei veramente
Perché io non lo chiederò mai a te a te direttamente
Perché io non lo chiederò mai a te direttamente
Come fa quel tuo sguardo a puntare il futuro
E a fermarsi su tutte le cose
E a passare attraverso quel mondo incantato
E arrivare alla fine del mese
Nessuno ancora nessuno è riuscito a spiegarmi
Chi sei veramente e mi sa che un bel giorno lo chiederò
A te a te direttamente
Un bel giorno lo chiederò a te a te direttamente
Ma per adesso è come stare al ristorante
Chiedere il conto senza avere in tasca niente
Mi hai allagato il cuore e te lo voglio dire così
Tanto per fare un discorso in generale
E tutto questo è come stare al ristorante
Se non hai niente da dire non dire niente
Una di rosso e mezza naturale cosi
Per continuare quel discorso in generale
Come fanno le mani a resistere ancora
E a non stringerti fino a morire
Come fanno le parole a seguirsi intrecciarsi fino a sparire
Come fa la tua voce a cantare la pioggia che cade
Il vento il sereno
La tua voce a toccare a sfumare nei colori dell’arcobaleno
La tua voce a toccare a sfumare nella luce
Dell’arcobaleno
Ma tutto questo è una questione di pazienza
Come aspettare col sorriso una sentenza
Come parlare del disordine mondiale cosi
Tanto per fare un discorso in generale
E tutto questo è come stare al ristorante
Se non hai niente da dire e vabbè non dire niente
Dimmi del mondo o leggimi il giornale
Cosi per continuare quel discorso in generale
Come fa la tua pelle a sapere di pesca
Per tutta la settimana
Come fa la tua pelle a sapere d’arancia
D’arancia siciliana.




2008 - Lola Ponce con "Colpo di fulmine"


LEI
Il cuore è chimico
che notte magica
tu lo sapevi
mi hai già incontrata
LUI
Non è possibile
ma quanto bella sei
muoio di luce
in fondo agli occhi
LUI
Perdutamente mia
così impaziente e viva
un raggio della luna
caduto su di me
LEI
Perdutamente tua
chissà da quanti inverni
che Dio mi fulmini
la morte in cuore avrò
LUI
Ed era cieco il mio destino
così cieco a quel sorriso
chi lo ha scansato
chi tagliò la strada
LEI
C’erano segni
c’erano segnali
numeri indecifrabili
forse nascosti sotto ai mari
LUI
Perdutamente mia
così impaziente e viva
un raggio della luna
caduto su di me
LEI
Perdutamente tua
chissà da quanti inverni
che Dio mi fulmini
la morte in cuore avrò
LUI
Bella bella bella
cerco scampo anch’io
LEI
Bello bello bello
nell’abbraccio mio
INSIEME
Perdutamente noi
chissà da quanti inverni
che Dio ci fulmini
la morte in cuore avrò
LUI
Perdutamente mia
ora più che mai viva
un raggio della luna
caduto su di me
LEI
Perdutamente tua
d’amore e d’incoscienza
LEI
prendimi sotto la pioggia
LUI
Stringimi sotto la pioggia
la vita ti darò.




2015 - Lara Fabian con "Voce"


Voce per chi voce non ne ha
per dare un senso a questo tempo…
voce che è rumori di città
mi entra dentro come il vento…
io canto tutto il silenzio che
sta gridando intorno a me, intorno a me…
Dimmi chi sei, voce nell’aria
voglio confondermi dentro di te
canto per te dal fondo dell’anima…
con la forza di vincere… che resta in me…
Per vivere ancora, per sognare ancora
fino a raggiungerti…
questa voce che non smette mai
di dare un senso a questo tempo…
io canto, il potere profondo che
la serenità racchiude in sé, racchiude in sé…
Dimmi chi sei, voce che vai nel vento
il mio canto limpido lo dedico a te… a te…
ovunque sei… il tuo respiro intenso…
per vincere ancora, per scoprire ancora
la felicità chiusa in noi.

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione