Forum - FOTOGRAFIA

Partecipante
alex1955 04/02/2016 ore 10:01 Quota

(nessuno) Lucille


Lucille, Dakota Sioux, by Edward S. Curtis, 1907
alex1955
Partecipante
alex1955 04/02/2016 ore 10:03 Quota

(nessuno) Lucille




Edward Sheriff Curtis (1868-1952)
"Mise la sua macchina fotografica al servizio di quello che si rivelerà lo scopo primario della sua esistenza: fotografare - tanto in senso etimologico quanto filosofico - i volti e le situazioni che segnavano la forzata decadenza dei nativi americani appartenenti alle ottanta tribù ancora esistenti fra la fine dell'Ottocento e gli albori del XX secolo."

"Curtis,fu sempre alla disperata ricerca di denaro per poter proseguire il proprio lavoro.
Ottenne numerosi riconoscimenti, ma il suo sogno - talmente grande da non riuscire ad afferrarlo per intero, secondo le sue stesse parole - ebbe come contrappeso un alto prezzo: un'instabilità emotiva, la rovina economica e familiare. A causa dei suoi viaggi e di una vita nomade dilapidò infatti ogni proprio avere e vide disgregarsi ogni possibilità di tenere unita la sua famiglia."

The North American Indian, constava di venti volumi di testo e 20 raccolte di immagini con oltre 2000 illustrazioni. Nessun altro fotografo ha mai realizzato un’opera più completa sull’argomento e senz’altro Curtis ha contribuito a creare l’immaginario comune sugli Indiani d’America.

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione