Forum - SIAMO MATTI MICA SCEMI

Proprietario
romana1.RM 13/01/2018 ore 16:11 Quota

(nessuno) Quanto erano disgustose le persone 200 anni fa.

@OoOh.PuCCiOeNzA87oO

Oggi viviamo in un mondo in cui l’igiene personale è una priorità (almeno, per la maggior parte), e questo è dimostrato dalle infinite file di shampoo, maschere, rasoi e profumi in vendita nei negozi. Non importa chi tu sia, le basi sono sempre le stesse: fare la doccia, pettinare i capelli, lavarsi i denti, anche se ognuno ha la propria routine quotidiana.



Tuttavia, le persone che vivevano nel periodo medievale, avevano sicuramente un’idea abbastanza diversa di ciò che riguarda la buona igiene, ed è chiaro se diamo un’occhiata alle abitudini dell’epoca. Quando vedrai cosa intendevano per igiene personale a quei tempi, apprezzerai di essere nato in tempi moderni. Orinatoi e latrine
Chi aveva la sfortuna di essere povero nel Medioevo, era costretto a fare i suoi bisogni ovunque poteva e, se aveva a che fare con qualcosa di solido, doveva seppellirlo dopo aver finito. Chi invece era ricco o benestante, godeva di una situazione leggermente migliore, ma neanche molto. In molte case Tudor c’era qualcosa di più privato: una piccola capanna con un buco nel terreno dove cadevano gli escrementi. Tuttavia, essendo nelle strade, molte persone usavano un vasino per loro, che era una ciotola decorativa che serviva da bagno durante la notte; Anche se non era una cattiva idea, pensare di dover fare i nostri bisogni nella nostra camera da letto e lasciarli al nostro fianco per tutta la notte era quantomeno spiacevole. Ma la cosa peggiore era che, una volta riempito il vasino, i rifiuti venivano gettati dalle finestre nelle strade. Spesso si sentiva gridare “garde loo”, che era un segnale di avvertimento per gli altri di allontanarsi per non essere colpiti. Combattere contro il fetore
Con la presenza di rifiuti umani nelle strade, puoi immaginare che coloro che vivevano nel Medioevo si abituarono a un certo orrendo fetore nell’aria. I bagni interni non erano nemmeno una cosa comune, quindi le docce non esistevano; se combiniamo ciò con il fatto che il deodorante non esisteva … immagina come doveva essere l’odore di un villaggio di persone estremamente sporche.




Al fine di tenere a bada l’odore in qualche modo, le persone facevano uso di un piccolo mazzo di fiori o erbe, freschi o secchi, che venivano legati intorno al polso o uniti con spilli ai vestiti, Questo era particolarmente utile quando si camminava tra una folla di persone, dal momento che si poteva sentire un breve profumo di fiori mentre si entrava in un mare di corpi pestilenziali.



Il sapone
Se si lavavano raramente, certamente non lavavano i vestiti tanto spesso. Essendo fatti a mano, le persone avevano molti meno vestiti nel loro guardaroba rispetto a noi, li portavano per settimane o addirittura mesi, finché non decidevano che non potevano continuare a indossarli sporchi. Il detersivo era un’erba floreale simile alla saponetta naturale: aggiungevano un po ‘d’acqua e facevano la schiuma. Tuttavia, l’eliminazione delle macchie era un’altra storia, e venivano usate sostanze che oggi sarebbero impensabili, come cenere, uva verde schiacciata, piume di pollo o urina. Se combiniamo questo con il fatto che l’acqua non era esattamente abbondante, avrete un altro motivo per ringraziare l’igiene di oggi.




Trucco
Nel Medioevo, il piombo era in realtà un ingrediente comune in un tipo di trucco chiamato Venetian Ceruse, una sostanza che serviva a sbiancare la pelle. Tuttavia, ciò che molti credevano li rendesse belli, li rendeva anche incredibilmente malati, poiché il piombo era assorbito dalla pelle causando avvelenamento, qualcosa che non era noto. L’uso costante di piombo bianco nel trucco del viso ha causato la perdita dei capelli e gravi danni alla pelle, o addirittura la morte a molte donzelle dell’epoca. Inoltre, coloro che cercavano un po’ più di pienezza negli occhi, usavano i peli di topo per riempire le sopracciglia.




Fogne
I sistemi di fognatura erano fondamentalmente inesistenti nel Medioevo, quindi dovevano far funzionare le cose in qualche modo. Coloro che avevano il bagno dovevano svuotarlo a un certo punto, anche se il processo consisteva nel collocare i rifiuti in un buco più grande chiamato il lavandino. Questi tunnel venivano spesso trovati in scantinati o giardini, anche se molti erano situati lontano dalle loro case per ovvi motivi. Gli uomini che lavoravano per svuotare queste fosse erano chiamati “gong” o “jakes”, e venivano pagati molto bene per il loro lavoro (non c’è da stupirsi). I contadini usavano l’acqua stagnante da serbatoi e condutture ricoperte di piombo, un terreno fertile per i batteri.




Medicina
Uno dei trattamenti più noti era l’uso di sanguisughe per un processo chiamato spargimento di sangue, un modo per pulire il sangue di una persona e aiutarla a guarire da una malattia. Per quanto riguarda l’infestazione da pidocchi, qualcuno ha suggerito che il mercurio era la soluzione; l’unico problema era che le persone che l’ingerivano non solo finivano con i pidocchi, ma anche con le loro vite. Per cose come raschia e bruciature, piante ed erbe venivano spesso usate per creare unguenti che potevano essere applicati sulla zona interessata. Alcune medicine venivano fatte come infusi per aiutare a guarire dalla febbre o dal mal di testa.




Igiene dentale e le mestruazioni
Sebbene gli italiani iniziassero a produrre i primi dentifrici durante il 1700, non era esattamente usatissimo. I ricchi lo usavano, mentre i poveri si servivano di uno stuzzicadenti o, nel migliore dei casi, si asciugavano i denti e le gengive con un panno. Il caso delle donne era molto peggiore, principalmente a causa della perdita di vitamine durante la gravidanza. Per quanto riguarda le mestruazioni, a quel tempo, le femmine non avevano prodotti sanitari, ma usavano un normale tessuto che avrebbero continuato a riutilizzare ancora e ancora e poi andava lavato insieme agli altri indumenti. Tuttavia, la stragrande maggioranza semplicemente lasciava che tutto cadesse liberamente.


2459245
@OoOh.PuCCiOeNzA87oO Oggi viviamo in un mondo in cui l’igiene personale è una priorità (almeno, per la maggior parte), e questo è...
Discussione
13/01/2018 16:11:46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione