Forum - PARLIAMOCI

Proprietario
marya.50 02/08/2016 ore 19:05 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

In questa nostra stanza cerchiamo di dare spazio alle donne,là dove non c'è voce...per tutto quello che ci riguarda.....

Non esiste un termine realmente contrario al "maschilismo" in quanto per le donne non esiste....come potrebbe essere donnilismo ahahaha :cuore ma è proprio il concetto che non esite....
Una regola importante da tenere presente :" mai prendere in giro una donna". Se una donna si rende conto di essere presa in giro e allora sarà la tua fine .... :bye Le conseguenze saranno ben altre che l'essere messi a tacere, si dovrà scappare ahahahahahahahhaaa :clap
Perché una donna essendo troppo paziente con gli uomini, accetta di tutto dalle lune storte al nervosismo del proprio uomo, ma non accetta di essere presa in giro ed è per questo che ne consegue una vera vendetta :) :batatifo
2234502
In questa nostra stanza cerchiamo di dare spazio alle donne,là dove non c'è voce...per tutto quello che ci riguarda..... Non...
Discussione
02/08/2016 19:05:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
marya.50
Proprietario
marya.50 02/08/2016 ore 19:07 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

@marya.50 scrive:
si dovrà scappare ahahahahahahahhaaa

Ci ho scherzato un po su ironizzando...ma il senso era quello :)
marya.50
Proprietario
marya.50 02/08/2016 ore 19:18 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

DENUNCIAMO SEMPRE OGNI SOPRUSO......

Dalle violenze allo stalking

















12858475
DENUNCIAMO SEMPRE OGNI SOPRUSO...... Dalle violenze allo stalking « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine...
Risposta
02/08/2016 19:18:34
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
marya.50
Proprietario
marya.50 02/08/2016 ore 21:19 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

Oggi ultima ora :donna bruciata viva successo a Lucca.....
e quanti altri casi potremmo citarne???
Ma cosa scatta in un uomo, al momento dell'abbandono da parte della sua donna?????
Proviamo a darci tante risposte,ricordano che quando si ama , il desiderio è di saperlo felice , a prescindere se con noi o senza.....invece scatta "na bestia" con il desiderio di sopprimerla.
O mia o di nessuno...



Nicodemo49
Partecipante
Nicodemo49 04/08/2016 ore 18:05 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

@marya.50 : NULLA E NESSUNO USI VIOLENZA PER FAR PREVALERE PROPRI PENSIERI. IL MASCHILISMO E' SOLO UN FALSO CONCETTO DI DIFENDERE UN PRIMATO MA NON ESISTE MA SE PERMETTETE LA VIOLENZA DELLE DEOONE E' TREMENDA E NON HA LIMITI SINO A SPINGERE IL FESSO DEL MASCHIO A COMMETTERE GESTI CHE MAI FAREBBE
marya.50
Proprietario
marya.50 04/08/2016 ore 18:08 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

@Nicodemo49 scrive:
IL FESSO DEL MASCHIO A COMMETTERE GESTI CHE MAI FAREBBE



Rimuovi (modera)

Che mai farebbe........ e lo fa ....un gesto che si chiama omicidio o bruciare viva una povera donna....:(:(
Nicodemo49
Partecipante
Nicodemo49 04/08/2016 ore 18:13 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

@marya.50 : ma anche le fimmine giornalmente fanno violenza ai maschi.comunque tengo a precisare che non esiste giustificazione a chi commette violenza cone i femminicidi
marya.50
Proprietario
marya.50 04/08/2016 ore 18:22 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

@Nicodemo49 scrive:
che non esiste giustificazione a chi commette violenza cone i femminicidi

Ovvio nico , nessuna giustificazione ci mancherebbe :)
marya.50
Proprietario
marya.50 05/08/2016 ore 19:53 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

@Nicodemo49 scrive:
50 : ma anche le fimmine giornalmente fanno violenza ai maschi

Ma spiega un po agli amici che leggono: ma dov'è sta violenza che vedi ogni giorno delle donne contro gli uomini??ahahahahahahhahahaahaha :bataboing :bataboing :bataboing :bataboing :bataboing :bataboing :bataboing :bataboing :bataboing :pazz :pazz :pazz :pazz
Nicodemo49
Partecipante
Nicodemo49 05/08/2016 ore 20:06 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

@marya.50 : COME DONNA NON LA VEDI. A TE SEMBRA NORMALE COME A CERTI UOMINI.MA UTILIZZARE IN CONTINUAZIONE PAROLE CHE ISTIGANO NON C0NSIDERARE LA PERSONA AVERE UN CONTINUO ATTEGGIAMENTO CHE UMILIA IL COMPAGNO è VIOLENZA
marya.50
Proprietario
marya.50 05/08/2016 ore 20:10 Quota
marya.50
Proprietario
marya.50 07/08/2016 ore 11:56 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

Devi farla sorridere come una bambina. Amarla come una donna e trattarla come una regina.
Una vera donna , da un vero uomo questo si aspetta!!!!!




marya.50
Proprietario
marya.50 07/08/2016 ore 13:04 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

Essere donna è la prima scelta di vita,
non è apparenza...è il rispetto per se stessi , libertà interiore,
non sono frasi dette, ma uno stile, un comportamento, in un cammino fatto di piccole cose,
ma in realtà...di immenso...................

NIENTOLOGY
Amministratore
NIENTOLOGY 08/08/2016 ore 12:38 Quota
marya.50
Proprietario
marya.50 16/09/2016 ore 12:49 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

Ignoranza uguale violenza



Penso che alla base di ogni azione violenta ci sia tanta IGNORANZA.

Infatti è nella definizione della parola stessa che troviamo la risposta a tante aggressioni fisiche e verbali che quotidianamente riempiono le pagine dei giornali .

Ho scelto di postare le diverse accezioni di questa parola... semplicemente per aiutarci a riflettere:







c.ioccolatino111
Partecipante
c.ioccolatino111 11/11/2016 ore 11:57 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

@marya.50 :

Di solito, la vendetta non mi appartiene.
Non mi vendico perchè penso sia una perdita di tempo in primis, e poi perchè non varrebbe la pena.
Tuttavia, se percepisco, mi accorgo che mi si prende in giro, che mi si raccantano balle, (è facile scoprirle perchè le frottole, contengono incongruenze e contraddizioni), soltanto allora mi scateno !!!
In quale modo ? Dipende... dipende cosa provo in quel dato momento, dipende se voglio attendere il momento migliore, dipenda da alcuni fattori insomma... poi, può capitare invece che, scompaio perchè il disprezzo e la disistima che provo, sono talmente profondi che, come ho scritto di cui sopra, non vale la pena di perdere tempo con un imbecille. (donna o uomo che sia).

:rosa
c.hicca44
Partecipante
c.hicca44 11/11/2016 ore 19:14 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

continuo a pensare che la violenza non si possa definire. mentale verbale e fisica . sempre violenza. grazie ciao buona serata
marya.50
Proprietario
marya.50 12/11/2016 ore 08:11 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

@c.hicca44 scrive:
continuo a pensare che la violenza non si possa definire. mentale verbale e fisica

:rosa Ovviamente la violenza non ha nessuna forma. Né fisica né mentale né psicologica o altro.
E' V I O L E N Z A !!!!!!!! :rosa
marya.50
Proprietario
marya.50 12/11/2016 ore 08:13 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

@c.ioccolatino111 scrive:
Di solito, la vendetta non mi appartiene.



Verissimo , sono perfettamente d'accordo......mai nessuna rivendicazione ..

Ciao a presto :rosa
marya.50
Proprietario
marya.50 24/11/2016 ore 11:10 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

Giornata internazionale per eliminare la violenza...sulle donne e la violenza in sé..

C'è ancora tanto tanto da fare, la violenza in troppi casi, influisce negativamente su risultati scolastici, sulle loro capacità di successo sul lavoro, sulla qualità della vita...

Momento maggiormente propizio, per chi voglia far sentire la propria voce, nella convinzione che sia meglio alzare la voce, piuttosto che le mani...



marya.50
Proprietario
marya.50 15/12/2016 ore 19:53 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

Chiudo gli occhi e racconto a me stessa che la favola continua...la vita è una favola e si impara ad apprezzare in ogni momento il "non caso" che muove altri cieli anche se spesso stende a terra e non si dimentica mai di farlo ancora.

Scopro che la Principessa senza castello ha la Non Sana abitudine di farsi "ingabbiare" da chi ama, avrei potuto dire "proteggere" come quando ti espongono in vetrina per far vedere che in fondo ci sei, sei utile, qualcosa vali anche tu, allora ti vivono, ti usano dicendo di amarti, ma ho qualche dubbio sul fatto che sia vero e in realtà non amino che se stessi o il loro bisogno di essere amati.

Il vero amore si dimostra anche accettando che l'altro faccia a suo modo, i suoi passi dando fiducia
e se mi fai capire con le tue paure , i tuoi atteggiamenti che non ne sono degna e ti nascondi dietro un " ma io ho fiducia in te e che non mi fido degli altri." ti dico..."questa frase è vecchia e troppo usata, altro che sgualcita". Io valgo ugualmente, credimi.
Ho sempre conosciuto una falsa fiducia, quella di " fai come credi" che poi diventa " portami la relazione di quello che hai fatto".

Vorrei che l'amore fosse essere "accuditi" non " isolati" non " soffocati" .....la libertà dell'essere e dell'agire è mostrare rispetto dell'altro e credere nelle sue capacità ed io adesso non sono più disposta a sacrificare me stessa completamente...in nome di chi? dell'amore????

L'amore AMA ED AGISCE SENZA PARLARE e non ha bisogno né di appoggi né di condizioni.
Non voglio più tradirmi ed imparerò a essere la Regina della mia anima .

Erika Mancini
marya.50
Proprietario
marya.50 15/12/2016 ore 19:55 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

@marya.50 scrive:
Spazio a noi donne

Bellissima dichiarazione d'amore a se stessa....

Grande autrice Complimenti
cospaia
Partecipante
cospaia 16/12/2016 ore 20:56 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

Marya questo tuo editoriale interessnte ma drammatico è giusto che voi donne lo denunciate continuamente. Questo micidiale comportamento di parte maschile, per fortuna non tutti ne sono partecipi proviene da molto lontano, non è sufficiente parlare di duemila o tremila anni fa perché in quei periodi siffatti misfatti venivano perpetrati nella stessa misura salvo che in qualche sparuta comunità in cui vigeva ancora qualche rimembranza di matriarcato. Quindi se ti vuoi informare ulteriormente su questo fenomeno tragico ti consiglierei di fare una ricerca sul matriarcato e di fondamentale importanza tra il passaggio temporale di alcuni secoli di transizione tra il matriarcato e il subentrante patriarcato sarebbe più opportuno fare ricerche sugli studi impegnativi effettuati da Johann Jakob Bachofen, Leopold Von Ranke, ci sarebbero altri illustri studiosi di storia antica primordiale e antropologi, ma è meglio soprassedere e limitarsi a introdursi in tale ricerca un poco per volta. Ecco facento tali indagini analitiche si può arrivare a capire il motivo comportamentale di questi uomini che uccidono le loro ex. C'è da tenere di conto che fra le tante e purtoppo uccisioni così chiamato femminicidio ci sono di certo una pur piccola parte di psicopatici che esulano l'attinenza con la ricerca antropologica sul matriarcato.
cospaia
Partecipante
cospaia 16/12/2016 ore 21:23 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

@c.ioccolatino111 :
Ciao.Condivido il tuo pensiero sotto certi aspetti ma aggiungo che le interpretazioni che vengono percepite sono soggettive, molto personalizzate, quindi interpretanti in base a particolari prospettive con cui si avvertono determinati comportamenti ma che non possono coincidere con ciò che si interpreta. Pure su questo tuo intervento ci sarebbe da aprire una disamina, Già ne parlavano Platone, Diogene e altri eminenti personaggi.
marya.50
Proprietario
marya.50 17/12/2016 ore 12:03 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

@cospaia scrive:
Marya questo tuo editoriale interessnte ma drammatico

Si vero cospaia, proprio perché è attuale e tutta la drammaticità che comporta, che ho voluto dedicare questo spazio alle donne..a noi donne .

Ovvio che ne sono tanti di editoriali, ma non bastano :rosa per dare voce a chi non può.....



Il tuo commento è molto bello , con un po di disponibilità mi dedico a quegli autori di cui citi....

Il potere femminile oggi , non è più solo un sogno femminista: è diventato un modello pacifista ed ecologista.
E per chi desideri leggerlo in questa chiave è ovviamente più che leggittimo,
trovare in esso conforto e speranza.
Ma non senza aver chiarito un equivoco: quello di chi sembra ritenere che per essere pacifisti o femministi, sia necessario credere nella storicità del matriarcato, o di qualsivoglia scomparso potere femminile.
Il che non toglie merito che il tempo del matriarcato, abbia avuto risultati importanti... :rosa
cospaia
Partecipante
cospaia 17/12/2016 ore 13:37 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

Marya il matriarcato non è una ipotetica congettura, oltre l'antropologia, c'è l'archeologia che dimostra l'avvenuta esistenza. Il mio intento era rivolto a fare capire semplicemente che tutto deriva da un sistema sociale artefatto. Porto un'esempio: durante il matriarcato il sistema di comunità non era improntato sul sistema della proprietà privata, quindi esistevano dei ruoli ben precisi per la sussistenza di queste aggregazioni sociali. poi con il protrarsi delle varie civiltà è subentrato un altro potere, quello di avere per se stessi. Questo necessitava di una successione per potere mantenere il possesso materiale delle cose. La donna avendo minore importanza come ruolo sociale doveva sottostare a determinate regole, nel mondo occidentale la punta di diamante di questi cambiamenti di costume lo abbiamo avuto con le prime civiltà greche altre come quella etrusca avevano ancora delle rimembranze del matriarcato e i greci ne rimanevano scandalizzati. Quindi il discorso rimane ed è che il maschio nei millenni è stato educato (uso un eufemismo) a concepire che la donna fa parte di tutto il contesto della sua proprietà. Poi che attualmente necessiti fare comprendere a tutta la società che il comportamento omicida verso le donne non porta a niente come vantaggi ma solo lutti e disperazione e che le separazioni o i divorzi rientrano pur con dolore in un modo da ricrearsi una vita quando non è più possibile viverla con serenità. Però se non si comprende le origini delle evoluzioni sociali è come voler partire da un luogo sconosciuto per arrivare ad una meta desiderata. In tutte le situazioni necessita che ci sia una partenza consapevoli da dove si parte e dove si vuole arrivare.
c.ioccolatino111
Partecipante
c.ioccolatino111 17/12/2016 ore 18:45 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

@cospaia :

Ciao Cospaia :rosa

Il mio commento infatti, l'ho personalizzato, l'ho rivolto ad un soggetto e cioè io, andando fuori tema probabilmente ma spero non troppo.
Condivido le immagini postate da marya e concordo con i suoi interventi e mi sembrava scontato ripetere ciò che aveva scritto lei.
La violenza è deleteria e inamissibile, sembra una paraddosso ma io credo che la si sopprima soltanto con la violenza e non certo con sorrisi e parole buone !
Purtroppo, alla violenza fisica, sempre le viene sommata quella psicologica, un connubio devastante e impossibile sia da tollerare, sia da spazzare via. Per questo le donne hanno il terrore di denuciare i propri aguzzini, anche perchè le istituzioni, non è da molto che si sono svegliate per difendere e proteggere quelle donne che, con coraggio, sporgono denuncia; purtroppo però, a me pare che, ad oggi, le leggi varate, ancora non sono abbastanza, diciamo, forti, per condannare i gravi episodi di violenza.

Per quanto riguarda il "Matriarcato", in Cina e in Africa, vi sono ancora rimaste alcune società
matriarcali ma sembra che stiano scomparendo a causa della globalizzazione.
Un tempo, la donna era adorata e onorata come una Dea perchè ritenuta essere la Madre Terra la quale genera la Natura e la difende.
Poi, non si sa come né perchè, dal matriarcato si è passati al patriarcato. Insomma, per migliaia di anni, la donna è stata sottomessa all'uomo senza se e senza ma fino a relegarla ad una serva e genitrice di una decina di prole.
Mentre nell'occidente, con il tempo, la donna è riuscita a far sentire la sua voce senza essere
costantemente umiliata e calpestata... in oriente, ancora oggi, è usata, abusata e sottomessa il più delle volte, alle più atroci sofferenze.
Saulo di Tarso - il nostro San Paolo - scrisse nelle sue lettere che la donna doveva tacere ed essere sottomessa al marito... magari, nacque proprio allora il razzismo verso la donna e verso tutti gli esseri deboli.
A Brescia, la giovane Pinki, è stata bruciata dal marito perchè voleva lavorare e vestire all'occidentale, e così Hina Saleem, accoltellata dal padre e dai parenti perchè anche lei voleva togliersi il velo e vestire come le ragazze della sua età.
Chissà quante altre donne musulmane (e non) sono state e ancora sono, trucidate, lapidate, picchiate, violentate, ecc., perchè desiderano vivere una vita dignitosa.... propria !

Bah... come vedi, se mi lascio prendere, passo di palo in frasca.

Un felice fine settimana a te, a marya e a tutti quelli che passano da queste parti !
:rosa
cospaia
Partecipante
cospaia 18/12/2016 ore 21:46 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

@c.ioccolatino111 :
Ciao c.ioccolatino111. Il tuo post precedente può sembrare apparentemente che sia andato fuori tema , ma però era inerente per certi versi, perché quello che hai personalizzato succede a molte persone in modo particolare nello specifica tematica nel mondo femminile, con questo non è detto che la parte maschile non subisca tale comportamento, con la differenza se ne parla di meno, ci saranno forse meno uccisioni, ma una ricerca da parte dell'università di Siena riporta che cinque milioni di uomini in tutto il mondo dopo la fine di una relazione sono vessati, distrutti economicamente, tentativi di omicidio, aggressioni stradali, denigrazioni e via dicendo. Con questo non vengono giustificate assolutamente le uccisioni delle donne da parte di ex partner che è da condannare senza se e senza ma. Rispondendo al personaggio da te citato cioè Saulo di Tarso meglio conosciuto nel Vangelo san Paolo dove scrisse, le donne dovevano sottomettersi al marito con tutti gli annessi e connessi che de deriva, questo precetto preesisteva già da diversi millenni. Ti chiedi come mai non si sa come mai si sia passati dal matriarcato al patriarcato. Si è passati da un sistema sociale all'altro perché da uno stile di vita collettivo primordiale pur con delle contraddizioni al loro interno, come lo sono state e lo sono tutte le forme sociali si è passati al possesso della proprietà privata, inizialmente non di grandi estensioni territoriali che erano improntati alla pastorizia e alla agricoltura poi lo sviluppo a livello embrionale del commercio accentuava sempre di più la decadenza nella figura della donna. Mi limito nella spiegazione altrimenti si dovrebbe entrare in argomenti lunghi e tediosi perché si dovrebbe citare l'evoluzione storica, sociale, economica di molte civiltà, fino ad arrivare a quello che siamo adesso se però ti può interessare un poco alla volta si può fare. Ritornando come è stata considerata la donna ti invito solamente a fare una ricerca sulla vicenda di Ipazia vissuta tra il IV e V sec. d.C e il vescovo Cirillo entrambi di Alessandria di Egitto poi trai le tue considerazioni sviluppando ulteriormente gli accadimenti sia coevi dei personaggi citati sia nei secoli a venire.
marya.50
Proprietario
marya.50 19/12/2016 ore 16:38 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

@cospaia scrive:
Spazio a noi donne

Ci si va ad addentarsi in qualcosa di teologico..e va comunque interpretato!!!

Mi riferisco alle lettere di Paolo di cui fa riferimento la nostra amica cioccolatino, e alla parola sottomissione ai proprio mariti........!!!!!!! :-x

:-x :-x

Ai tempi nostri è un vocabolo orrendo..

Ma sicuramente non ha a che fare con la prevaricazione o supremazia arbitraria del sig maschio.
A dire il vero anche un po difficile, in questo contesto, cercare di svillupparne il senso.
Un parallelismo che Paolo fa, esortando il popolo efesino, innestando il matrimonio tra uomo donna e quello tra Cristo e la Chiesa :rosa
cospaia
Partecipante
cospaia 19/12/2016 ore 17:05 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

Marya non so se nei tuoi rifermenti riguardo ai testi teologici comprendi pure Ipazia e il vescovo Cirillo, riguardo a questi due personaggi è garantita la veridicità storica. Poi le interpretazioni di Paolo sono contestualmente associate al Vangelo. Poi come sappiamo ci sono diverse chiese cristiane ed ognuna ha la sua esegesi.
marya.50
Proprietario
marya.50 19/12/2016 ore 18:37 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

@cospaia scrive:
Spazio a noi donne

NO cos, mi riferisco a Paolo del vangelo...
c.ioccolatino111
Partecipante
c.ioccolatino111 27/12/2016 ore 16:57 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

@cospaia :

Ciao cospaia !
Stamane non sono riuscita a risponderti a causa di un tèta-a-tèt con il fornello !!!

So bene che esistono arpie che dannano l'anima ai propri compagni.
Nessuno nega che vi sono uomini vittime di stalking e sono vessati, perseguitati, pure uccisi dalle
loro compagne le quali non sono in grado di bloccare e/o controllare i propri istinti folli e distruttivi.
Marya, però, ha scritto altro: con il suo post, " Spazio a noi donne", ha voluto sottolineare e ricordare la insana violenza commessa da alcuni uomini verso le proprie donne.
E' un post il suo... scritto per non dimenticare le tante vittime di uomini i quali non sanno
comunicare se non a suon di calci, pugni e schiaffi, fino a quando non sfociano in un inaudito e
incomprensibile omicidio.
Il termine "femminicidio" a me non piace e non lo nomino mai ma, è innegabile che, grazie al XXI secolo
in cui tecnologia, informazione, ecc., la fanno da padrone, oggi, abbiamo la possibilità di sapere
ciò che un tempo era impossibile sapere e conoscere.
Certo, anche oggi, tra le 4 mura, in alcuni luoghi del Paese, ancora vige una certa omertà, pure un senso di vergogna che la vittima prova e, quindi, non sempre denuncia le botte e i torti subiti...la causa è anche il terrore che la inchioda ad una vita non vita, ciò nonostante, a differenza di molti anni or sono e grazie alla capillare diffusione di notizie, parecchie donne vittime di stalking ecc., hanno finalmente trovato il coraggio di denunciare i propri aguzzini.
Moltissime donne del passato hanno fatto la Storia e molte altre, pur avendo partecipato a costruire un futuro dignitoso per se stesse e tutte le donne, sono rimaste sconosciute.

Hai citato Ipazia d'Allessandria, beh, ella fu una grande ed esperta scienziata, filosofa (era pure maestra di filosofia neoplatonica) e un'ottima studiosa di matematica; ma la materia che preferiva e nella quale eccelleva, era l'astronomia e, quindi, fu anche una grandissima astronoma.
E proprio grazie alle scoperte fatte da Ipazia, per quanto concerne il moto degli astri, che i futuri astronomi seppero trovare e rilevare altre importanti conquiste.
A quel tempo, Ipazia fu molto apprezzata, stimata e rispettata da filosofi e persone elevatissime, ma fu anche invidiata per la sua alta intelligenza e generosità, ella insegnava e spiegava le sue scoperte a chi voleva ascoltare, desiderava che tutti conoscessero come era fatto il Cosmo, l'Universo.
Fu il vescovo Cirillo, invidioso e geloso della sua intelligenza e notorietà che mise fine alla sua ascesa... comandò la lapidazione e fu uccisa da alcuni fanatici cristiani che nulla avevano di cristiano.
Penso che le donne di un tempo, appassionate di discipline esclusive del mondo maschile, faticarono non poco per emergere !
E così fu per Ipazia sebbene fu proprio un uomo, suo padre, ad indirizzarla sulla via della matematica e della scienza.
Fu invece meno fortunata Artemisia Gentileschi, una donna straordinaria e passionale la cui arte pittorica, fu ostacolata dal padre Orazio.
Tuttavia, combattiva come ella era, lottò con forte determinazione ad ogli ostacolo che le si parava davanti per difendere la propria libertà e quella di altre donne.
Mi viene in mente Marie Curie la quale riuscì con ferrea volontà, a studiare fisica e chimica e nell'Ottocento, scoprì due nuovi elementi radioattivi:il polonio e il radio.... anch'ella però, fu
in qualche modo osteggiata da alcuni "sapienti" di quel tempo e frenata nella sua passione... fortuna sua, ebbe accando un uomo che molto la aiutò a divulgare e a scrivere le sue scoperte: suo marito.
E come allora si nota, non tutti gli uomini di quel tempo (e del nostro) commisero azioni aberranti verso le proprie mogli, figlie o madri !

Se poi parliamo della vita di imperatori, re, regine... bah... Il re Enrico VIII, non ricevendo un maschio da Anna Bolena, cosa fece? la ripudiò e la condannò a morte per stregoneria.
La Bolena mi ricorda un'altra donna ripudiata dal proprio sposo ed è Desiderata, figlia di Re Desiderio
e moglie del grande Carlo Magno; ella viene citata nella tragedia storica "Adelchi" scritta dal Manzoni... la regina, dopo essere stata allontanata dal marito, morì di crepacuore nel Monastero Santa Giulia a Brescia.

L'anno scorso, ho visto due films: "Suffragette" e "Angeli D'acciaio" in cui vengono raccontate storie di donne (come ad es. quella di Alice Paul) che hanno lottato strenuamente, rischiando la propria vita per ottenere e così poter dare, il diritto di voto alle donne.
Se oggi, tutte noi, possiamo lavorare, studiare, godere le conquiste sociali, politiche ed economiche... pure lottare contro le discriminazioni e le violenze, dovremmo ringraziare e mai dimenticare tutte quelle donne che si sono battute scendendo nelle piazze e non solo e che hanno sfidato un mondo machista che vietava loro di vivere nella piena e totale libertà !
Cmq, più avanziamo con gli anni e più il lavoro e i molteplici studi fatti dalle donne, vengono riconosciuti a livello mondiale: Maria Montessori, ottima medico ed educatrice - lo era esattamente come le meno conosciute sorelle bresciane Agazzi - divulgò nel mondo il suo insegnamento ideato appunto sull'educazione, sulla comprensione, ecc.
E Rita Levi-Montalcini ?

Ok.... mi ha presa la tastiera, finisco !!!
Un caro saluto. :rosa
c.ioccolatino111
Partecipante
c.ioccolatino111 27/12/2016 ore 17:05 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

Ah, tutt'altro discorso lo si dovrebbe fare verso le donne musulmane: checché se ne dica, donne dell'oriente che sono riuscite a fuggire dall'inferno, hanno scritto le proprie testimonianze su libri venduti in tutto il mondo.
Vi sono ancora paesi in cui la donna, è sottomessa e schiava dell'uomo, non può guidare, studiare, lavorare ma picchiata, vessata e molto altro sì, lo è !
Fatti inanerrabili successi più di 2000 anni fa, ancora oggi, nel 2016 quasi 2017, succedono tutti i giorni !
:rosa
cospaia
Partecipante
cospaia 27/12/2016 ore 19:04 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

Ciao c.ioccolatino111. Hai riportato uno excursus storico e dettagliato della intellighenzia femminile, direi la punta di diamante. Hai riportato il nome delle sorelle bresciane Agazzi acute pedagoghe che ingiustamente non sono conosciute come meritano, quello che volevo dire chissà quante donne immeritatamente sono rimaste nell'oblio. Non aggiungo oltre perché molto di quello che volevo scrivere mi hai anticipato.
cospaia
Partecipante
cospaia 28/12/2016 ore 18:35 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

Atene faro della civiltà occidentale e del sapere, la considerazione nella loro società che avevano della donna era questa, Aristotele uno dei massimi filosofi dotato di una innata razionalità diceva: la donna era incompleta per natura e quindi difettosa (e di questo me ne dispiaccio che lui pensasse questo), Platone la pietra miliare del pensiero filosofico asseriva che la donna non è degna di partecipare alla ricerca del sapere, Euripide uno dei maggiori poeti affermava che la donna era il peggiore dei mali, Pitagora illustre matematico pensava che la donna fosse stata creata con una concezione errata e quindi portatrice del caos. I romani consideravano le donne irresponsabili e come tale venivano trattate, salvo qualche eccezione derivante dalla sua condizione sociale. Il medioevo è stato un periodo improntato sul concetto guerriero e quindi le donne erano sottomesse al volere dei loro uomini, anche qui si salva qualche eccezione tipo la contessa Matilde di Canossa, Giovanna D'Arco. Il mondo femminile era preso in considerazione quello monacale perchè rappresentava la purezza della vergine, ma non dovevano allargarsi più di tanto altrimenti venivano presi dei severi provvedimenti dalla superiore autorità ecclesiale. La persecuzione che è avvenuta nei confronti delle donne tacciandole di stregoneria se ci si pensa bene era una modalità di tenerle sempre sottomesse a quello status quo perchè ci fosse costantemente un controllo su di esse e tutto questo veniva esercitato tramite la superstizione nei confronti di una massa di persone analfabete, e chi dimostrava di avere un acume particolare sia esso donna o uomo rischiava.Tornando alla nostra società odierna benché siano state fatte lotte epiche da parte delle donne la nostra cultura, il nostro costume e quindi la mentalità benché sia cambiato qualcosa non è altro che figlia di un retaggio storico formativo che ci òportiamo dietro. Per cambiare necessitano decenni se non secoli perchè le impostazioni comportamentali non si cambiano con uno scocchio di dita, soprattutto dove delle nazioni come direttive sociali vengono adottate teocrazie, degli esempi li ha portati c.ioccolatino111. Le giustizie sociali avranno una loro valenza quando la meritocrazia avrà la sua importanza, quando avverrà questo anche le mentalità saranno cambiate. Non sarà per niente facile arrivare a tanto. Quando l'atomo non era stato ancora scisso Albert Eistein disse: é più facile spaccare un atomo che togliere un pregiudizio
c.ioccolatino111
Partecipante
c.ioccolatino111 30/12/2016 ore 11:49 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

@cospaia :

I saggi, i filosofi di un tempo, temevano la donna, la femmina, perchè avrebbe creato distrazione e tolta loro la concentrazione oltre che la saggezza !
Ma il motivo principale è che, un tempo, i filosofi greci, (e poi i romani, ecc.) preferivano giacere con i fanciulli, era prassi avere rapporti sessuali con gli allievi preferiti e certamente, nessuno parlava di pedofilia a quei tempi !
Pure tu, hai scritto un ricco excursus storico e concordo con te quando asserisci che... e permittimi di copiaincollare un pezzo del tuo scritto:
...benché siano state fatte lotte epiche da parte delle donne la nostra cultura, il nostro costume e quindi la mentalità benché sia cambiato qualcosa non è altro che figlia di un retaggio storico formativo che ci òportiamo dietro. Per cambiare necessitano decenni se non secoli perchè le impostazioni comportamentali non si cambiano con uno scocchio di dita, soprattutto dove delle nazioni come direttive sociali vengono adottate teocrazie, degli esempi li ha portati c.ioccolatino111. Le giustizie sociali avranno una loro valenza quando la meritocrazia avrà la sua importanza, quando avverrà questo anche le mentalità saranno cambiate. Non sarà per niente facile arrivare a tanto.

Un caro saluto e Buon venerdì !
marya.50
Proprietario
marya.50 22/01/2017 ore 11:51 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

@c.ioccolatino111 scrive:
segnala
Spazio a noi donne

Grazieeeeeeeeeeeeee

a te e Cospaia etutti quelli che collaborano :rosa e si sentono di aggiungere il loropensiero
marya.50
Proprietario
marya.50 22/01/2017 ore 11:54 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

Slogan per il 2017 : No l'Amore è un'altra cosa...


Gelosia?
Tradimento?
Violenza?
Possesso?
Proprietà? etc.etc.
Non è AMORE!!!!!!
:rosa :cuore
marya.50
Proprietario
marya.50 01/02/2017 ore 12:19 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

1 Febbraio 1945

Libertà al voto per le donne!!!!!!!!!


marya.50
Proprietario
marya.50 05/03/2017 ore 09:34 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

Scegliti giorno dopo giorno

Cara Donna, care Donne, care noi,
proprio il percorso della nostra vita e di tutte quelle che ci hanno preceduto, nel tempo, ci hanno permesso di diventare quello che siamo: semplicemente Donna!!!!

Ma possiamo definirci:libere.... diverse...nuove.....????

Certamente quante non possono rispondere in maniera positiva.
Cara te, tutto è possibile, basta crederci!!!!!
e dipende solo da me, da te, da ognuna ..........

:rosa
marya.50
Proprietario
marya.50 08/03/2017 ore 09:06 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

8 Marzo

Buongiorno, Auguri a tutte le donne, che sia davvero una commemorazione al ricordo di tutte le donne che hanno lottato e lottano, per i propri diritti e soprattutto per la propria dignità.

Senza ridicolizzarci in bravate e ipocrisie, riducendo questa giornata , in qualcosa di insensato per la Donna stessa. :rosa


marya.50
Proprietario
marya.50 08/03/2017 ore 09:09 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

Le donne che hanno cambiato il mondo, non hanno dovuto dimostrare nulla.....
Se non la loro intelligenza!!!!!


-Rita Levi Montalcini-
marya.50
Proprietario
marya.50 30/03/2017 ore 17:50 Quota

(nessuno) Spazio a noi donne

Troppe donne uccise...........................................e noooooo





Ma perché non ti ammazzi tu????????

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione