Forum - Napoli, la città 'd'o sole e d'o mare'

Amministratore
serena1O 07/09/2018 ore 20:11 Quota

(nessuno) CHE FINE HA FATTO IL KEPURP??? ·









CHE FINE HA FATTO IL KEPURP??? ·






Tre anni fa ebbe gran risalto la divertente notizia che lo chef Ciro Salatiello, chef e tifoso della Società Calcio Napoli, aveva inventato a Napoli -e non poteva essere altrove!- iil kebab di polpo, L'idea dello chef Ciro Salatiello (non nuova, per la verità, ma il nome è geniale) è di quelle che lasciano il segno fin dal nome, kepurp, dove appunto polpo in napoletano è 'o purpo: la speranza era che diventasse un nuovo must della cucina da strada partenopea è in realtà una portata molto meno esotica di quanto non sembri a prima vista; un'insalata di polpo. pressata così da avere la classica forma cilindrica del kebab. che ha inserito il kepurp nel suo lbro di ricette, “In cucina con Ciro Salatiello, dalla prima colazione al dessert” scritto per Edizioni Pironti.









Ora non del kepurp se ne parla più, né si è diffuso il prodoto finito; io credo che la causa sia nella sua estrema elaborazione, che non corrisponde ai canoni dell'autentica cucina napoletana dall'espressione Frijenno e magnanno" A Napoli le cose si cucinano e si mangiano ampressa ampressa (dal latino in + presse). Tutto il resto sa di vecchio, di stantìo.












La ricetta del Kepurp
Ingredienti

1, 5 kg di polpo eviscerato (uno di grosse dimensioni o più polpi piccoli)

1 bottiglia di plastica da 1,5 t

Sale q.b.

Coprire il polpo con acqua fredda e lasciarlo cuocere per circa 40 minuti, aggiungere quindi il sale e terminare la cottura per altri 5 – 10 minuti.

Lasciar raffreddare il polpo nell’acqua di cottura.

Nel frattempo preparare la bottiglia tagliandone la parte curva superiore.

Scolare quindi il polpo e, possibilmente senza tagliarlo in pezzi, inserirlo delicatamente nella bottiglia pressandolo ed avendo cura di non lasciare spazi.

Praticare dei fori sul fondo e sui lati della bottiglia in modo tale da consentire all’acqua restante di fuoriuscire completamente. Meglio sarebbe mettere un peso sulla bottiglia per pressare ulteriormente il polpo e mantenerlo in pressione.

Riporre la bottiglia in frigo e lasciarla raffreddare per tutta la nottata. In alternativa si può surgelare e scongelare all’occorrenza prima di servire.

Il giorno dopo estrarre il polpo dalla bottiglia. La gelatina naturalmente presente nel polpo consentirà che, una volta estratto dalla bottiglia, mantenga la sua forma cilindrica.
Ottenuto il cilindro di polpo potrà essere servito in varie maniere. Si potrà affettarlo a fettine sottili (magari con l’affettatrice) come se fosse una soppressata oppure tagliarlo in verticale ottenendo degli “straccetti” simili, appunto, al kebab… ed ecco pronto il Kepurp!

Il polpo, una volta tagliato, potrà essere condito a piacere come si condisce il normale polpo all’insalata. Noi suggeriamo un cucchiaio di olio rigorosamente extravergine di oliva ed una spruzzata di succo di limone.

Buon appetito!
IOXSONGXLEGGEND
Proprietario
IOXSONGXLEGGEND 07/09/2018 ore 20:34 Quota

(nessuno) CHE FINE HA FATTO IL KEPURP??? ·

L’idea è di Ciro Salatiello, cuoco ufficiale del Napoli Calcio. Voleva semplicemente accontentare le figlie che a Londra desideravano un assaggio di kebab.

Un piatto esotico che desta curiosità e che è stato inserito nel libro “Gli ingredienti di una vita”.





Il cilindro che nasce da una macchina messa a punto insieme a Giuseppe Montefusco (e in attesa del brevetto curato dall’avvocato Delli Paoli) è realizzato partendo da 25 chili di polpo (keburp…) che al termine della lessatura dimezza il peso.





Ma sono sempre più di 10 chilogrammi di polpo tenuti insieme dalla gelatina e dal macchinario realizzato ad hoc e che comunque richiede la partecipazione di 3 – 4 persone.

La foto che avete visto in giro è uno scatto con un cellulare delle due pagine del libro interamente illustrato con gli scatti di Luciano Furia.

IOXSONGXLEGGEND
Proprietario
IOXSONGXLEGGEND 07/09/2018 ore 20:39 Quota

(nessuno) CHE FINE HA FATTO IL KEPURP??? ·

Affettalo e servilo come aperitivo o sui buffet.

Ecco fatto. Possiamo dirlo, ora: siamo andati oltre un’insalata di polpo con questa invenzione.



IOXSONGXLEGGEND
Proprietario
IOXSONGXLEGGEND 07/09/2018 ore 21:43 Quota

(nessuno) CHE FINE HA FATTO IL KEPURP??? ·

Kepurp, il kebab napoletano sul set del film Indivisibili di Edoardo De Angelis


Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione