Forum - Napoli, la città 'd'o sole e d'o mare'

Amministratore
serena1O 28/09/2017 ore 06:07 Quota

(nessuno) ‘O filoscio napulitano







O filoscio napulitano, la frittata preparata per il re. La ricetta
La cucina napoletana, ricca di ricette, profumi e storie inconfondibili, è culla di molteplici tradizioni che fondendosi tra loro, hanno dato vita a piatti che caratterizzano oggi la nostra tavola.


Molte ricette che abbiamo ritrovato o scoperto, nel nostro viaggio culinario, rappresentano la semplicità di piatti che ancora oggi sono apprezzati e riproposti sulle tavole di napoletani e non solo, caratterizzando a pieno titolo quella che è la nostra cucina tradizionale.

Oggi vogliamo parlarvi di una ricetta semplice, sostanziosa, che si tramanda da anni sulle tavole dei partenopei, un piatto che ancora una volta sancisce il legame tra il popolo napoletano e quello francese, stiamo parlando del “Filoche” (appunto in francese), meglio conosciuto come ‘O Filoscio.

Si tratta di una sorta di frittata imbottita con la mozzarella, che durante la cottura diventa filante. La sua caratteristica è lo spessore sottile che permette di cuocere il filoscio da un solo lato. Attenzione a non confondere il filoscio con una comune frittata o con una tipica omelette francese, questo per essere originale, deve essere preparato solo con gli ingredienti essenziali, qualsiasi aggiunta ne cancellerebbe l’autenticità.

Pur trattandosi di un piatto semplice, perchè preparato appunto con ingredienti essenziali e di basso costo, non bisogna sottovalutare la bontà del filoscio e in genere di una buona frittata. Secondo alcuni racconti, infatti, si dice che a Carlo V di Spagna, durante il suo soggiorno in provincia di Salerno alla Certosa di Padula nel Vallo di Diano, fu offerta proprio una deliziosa frittata.








Ingredienti:

4 uova
200 g di mozzarella a fette
sale q.b.
pepe q.b.
un filo d’olio
-Procedimento:

Per prima cosa, sbattere energicamente le uova, aggiungere un pizzico di sale, e un po’ di pepe.

Ungere una padella con un filo d’olio, e farla scaldare, aggiungere il composto delle uova e far cuocere a fuoco molto lento, in modo da non far bruciare la parte inferiore del filoscio.

Questa frittata, non va assolutamente girata, ma fatta cuocere su di un unico lato. A questo punto, aggiungere la mozzarella a fette (meglio se quella del giorno prima), su un lato della frittata e piegare il lato per chiudere. Far terminare la cottura pochi minuti dopo.

Il filoscio sarà finalmente pronto quando risulterà dorato e cotto la mozzarella al suo interno dovrà essere filante ed elastica, tanto da rendere questa frittata tenera e molto gustosa.
IOXSONGXLEGGEND
Proprietario
IOXSONGXLEGGEND 28/09/2017 ore 14:03 Quota

(nessuno) ‘O filoscio napulitano

Un piatto semplice e contadino, una via di mezzo tra una frittata e un’omelette



I ricordi dell'infanzia non hanno confini, ma di certo ambientazioni particolari. Per molti la casa dei nonni è la più frequente.
IOXSONGXLEGGEND
Proprietario
IOXSONGXLEGGEND 28/09/2017 ore 14:07 Quota

(nessuno) ‘O filoscio napulitano

Il filoscio ad esempio, era un piatto che si consumava spesso a tavola dai nonni. Così a volte, un nome che da bambini risultava difficile da ricordare o pronunciare, da adulti diventa uno splendido ricordo da mangiare, con qualche consapevolezza in più. Il filoscio è un piatto napoletano povero e contadino, nel senso che bastano pochi ingredienti per cucinalo e ancora meno tempo. Ma un piatto ricco e nutriente allo stesso tempo, dato la quantità di formaggio e di uova da utilizzare. Ottimo da mangiare accompagnato da una fresca insalata, anche se in tanti, lo consumano mettendolo nel pane. Una via di mezzo tra una frittata e un'omelette, ma il filoscio è una frittata sottile che si cuoce da un solo lato e poi si ripiega su se stessa. Il nome è la traduzione napoletana del termine francese Filoche. E' un piatto rapidissimo da cucinare ed una giusta soluzione anche per chi in cucina non ha poi tutta questa fantasia.

Giunone1960
Moderatore
Giunone1960 28/09/2017 ore 14:44 Quota

(nessuno) ‘O filoscio napulitano

Devo provare questa variante perchè,ai miei tempi,la frittata con la mozzarella la cucinavamo cuocendola da entrambi i lati e vi lascio immaginare il pasticcio che ne usciva.La mozzarella che colava ovunque,la frittata che si rompeva sempre.Non ho problemi di diete o che,ma un piatto così è da parecchio che non lo mangio unicamente perchè a casa mia la mozzarella è già finita e fare certi piatti diciamo che devo avvisare un pò prima,previe minacce...
serena1O
Amministratore
serena1O 29/09/2017 ore 13:31 Quota

(nessuno) ‘O filoscio napulitano

@Giunone1960 scrive:
un piatto così è da parecchio che non lo mangio unicamente perchè a casa mia la mozzarella è già finita e fare certi piatti diciamo che devo avvisare un pò prima,previe minacce...

:many :many

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione