Forum - LA GILDA DEI MATTI...

Partecipante
PODESTA57 14/12/2012 ore 17:27 Quota

(nessuno) 21 DICEMBRE 2012 “LA PROFEZIA MAYA”



E’ preoccupantemente vicina la data che secondo il calendario Maya
stabilisce la fine del mondo, prevista il 21 dicembre 2012.
La specie umana sta davvero andando incontro all’estinzione oppure si
tratta solamente di una profezia ripresa da menti esperte che ne hanno
fatto, nel corso dei secoli, ora una leggenda ora un fenomeno mediatico?
Esperti ed accademici astrofisici, geologi di primo piano rassicurano gli
animi più ansiosi, che la fine del mondo non è certo alle porte, ma non
per questo bisogna astenersi dal fare il possibile per preservare quel poco
di buono che la vecchgia, cara terra sulla quale viviamo ancora conserva.
L’antica profezia Maya è balzata sulla bocca di tutti, assumendo poi le
vesti di vero e proprio tormentone, intorno alla fine degli anni 70 del
secolo scorso: si tratta infatti di una moda new age, scaturita dopo
l’uscita del libro del pittore latino americano Josè Argulles dal titolo
Il fattore Maya-La vita al di là della tecnologia. Un libro che catturò
subito l’attenzione, visto l’argomento che ha sempre attratto schiere di interessati. Basti pensare ai milioni di “seguaci” che hanno avuto nei
secoli le terribili profezie di Nostradamus per la fine del secolo scorso,
dieci anni fa…, eppure siamo ancora qui.
E quindi, la fine dell’età dell’oro, l’allineamento dei pianeti con
conseguenti catastrofi, come terremoti, tsunami e quant’altro?
Niente di tutto questo, non ci sono ad oggi elementi concreti per affermare
che i Maya potessero avere già ai tempi una lungimiranza tale da prevedere
tutto ciò.
Loro vivevano in alcune aree del Centro America, particolarmente flagellate
da eruzioni vulcaniche e catastrofi naturali, le vedevano quasi come
punizioni divine e pertanto le temevano studiandole e cercando di adottare
dovute prevenzioni.
E avevano evidentemente un modo diverso dal nostro di vedere il mondo.
L’antica popolazione aveva concezione ciclica del tempo, tutto aveva un
inizio, una fine ed una rinascita, ed è proprio infatti che in questo
lasso di tempo molti hanno visto, nella fatidica data, non il segno di una catastrofe ma bensì una rinascita.
E’ giusto rivolgere l’attenzione verso i problemi reali che il nostro
pianeta sta subendo per non sottovalutare la condizione in cui versa.
Bisogna cercare di assumere un atteggiamento dinamico, visto che è proprio
la “dinamicità” una delle caratteristiche principali della terra. E bisogna
anche riflettere sul fatto che le catastrofi naturali sono sempre accadute
e sempre accadranno. Piuttosto: perché non impegnarsi per prevenirle?
Per quelle in cui ci imbattiamo senza che si possano prevedere, non c’è
profezia che tenga anche se sono in tanti a specularci su: Ogni anno ce n’è sempre una diversa che allude o in dica chiaramente un evento considerato distruttivo. Si tratta di argomenti ben pesati da menti esperte, degli bravi costruttori di fenomeni mediatici.
E visto che il tema ruota attorno a quel che circonda il nostro vecchio,
caro pianeta, ovvero alla volta celeste e astri, a confortare tutti sono
proprio gli astrofici che smentiscono la teoria che riconduce all’allineamento dei pianeti alla fine del mondo. Ma una cosa potrebbe accadere: l’attività
solare infatti potrebbe provocare dei disturbi alle telecomunicazioni.
Insomma, magari non arriverà qualche sms o qualche mail ma avremmo salva la pelle.
Vi pare poco?


1329176
« immagine » E’ preoccupantemente vicina la data che secondo il calendario Maya stabilisce la fine del mondo, prevista il 21 dice...
Discussione
14/12/2012 17:27:36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
Greg1950
Partecipante
Greg1950 15/12/2012 ore 13:11 Quota

(nessuno) 21 DICEMBRE 2012 “LA PROFEZIA MAYA”

Si! Se n'è fatto un gran parlare, ma naturalmente io trovo altamente improbabile un evento simile.
Forse la fine del mondo va intesa in un altro modo. La fine di tutte le diatribe tra popoli, la fine dell'egoismo imperante... Insomma, l'inizio di nuova era che vede la cooperazione tra tutte le genti affinchè finalmente nel mondo ci sia pace e prosperità per tutti.
Già! Ma forse io sono solo un inguaribile sognatore e dopo il 21.12.2012, tutto andrà avanti nel solito modo... Peccato! :-(
memole.979
Proprietario
memole.979 15/12/2012 ore 17:17 Quota

(nessuno) 21 DICEMBRE 2012 “LA PROFEZIA MAYA”

Il 21.12.2012 sarà davvero il giorno del giudizio, per chi ci crede.
Molti "ti amo" saranno detti.
Molti "vaffanculo potevi pensarci prima" saranno aggiunti ;-)
Greg1950
Partecipante
Greg1950 15/12/2012 ore 17:53 Quota

(nessuno) 21 DICEMBRE 2012 “LA PROFEZIA MAYA”

memole.979 scrive:
Il 21.12.2012 sarà davvero il giorno del giudizio, per chi ci crede.
Molti "ti amo" saranno detti.
Molti "vaffanculo potevi pensarci prima" saranno aggiunti

Già! Ogni giorno è "Il giorno del giudizio" e per milioni di anni ancora questi giorni si succederanno gli uni agli altri senza interruzione di continuità. :ok
memole.979
Proprietario
memole.979 15/12/2012 ore 17:54 Quota

(nessuno) 21 DICEMBRE 2012 “LA PROFEZIA MAYA”

Greg1950 scrive:
Già! Ogni giorno è "Il giorno del giudizio" e per milioni di anni ancora questi giorni si succederanno gli uni agli altri senza interruzione di continuità.


condividooo :-)))
Melanie.C
Partecipante
Melanie.C 16/12/2012 ore 14:04

(nessuno) 21 DICEMBRE 2012 “LA PROFEZIA MAYA”

La salvezza passa dai trulli.
Può sembrare blasfemo ma, secondo un'interpretazione della profezia Maya teorizzata dal maestro indiano Babaji, la Valle d'Itria sarà l'unico pezzo del pianeta che riuscirà a sopravvivere alla fine del mondo del prossimo 21 dicembre.
Cisternino, uno dei paesi della valle, secondo le parole del maestro indiano, dovrebbe diventare un'isola, l'unica parte del mondo che, insieme ai comuni limitrofi di Ceglie Messapica, Ostuni e Martina Franca, passerà indenne la fine del mondo.

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione