Forum - Il Canto del Mare.

Il canto del Mare termina sulla riva o nei cuori di chi l'ascolta? ( Gibran khalil Gibran)

Proprietario
cheyenne52 02/05/2018 ore 16:24 Quota

(nessuno) La Casa dei quattro venti



La Casa dei quattro venti di Elif Shafak - Dopo lo straordinario successo della Bastarda di Istanbul, Elif Shafak ritorna con un nuovo grande romanzo ricco di magia e di sentimenti, di storie e di personaggi in bilico fra tradizione e modernità, tra la paura e una fortissima voglia di libertà.



Dicono che i gemelli siano inseparabili, due corpi per un’anima sola. Pembe e Jamila sono nate a tre minuti di distanza, nel piccolo villaggio curdo della Casa dei quattro venti. Jamila ha occhi verdi come l’edera, sogna di girare il mondo come i marinai e di svegliarsi ogni giorno in un porto diverso. Pembe è seria, posata, la sua risata è il rumore di due bicchieri che si toccano e le sue mani conoscono i segreti della vita e della morte. Da grande sarà una levatrice: quasi sacra, vivrà sospesa tra il mondo invisibile e quello visibile come la trama sottile di una ragnatela. E se Pembe resterà fino all’ultimo legata al villaggio e alla sua gente, Jamila andrà a Istanbul e poi a Londra, conoscerà l’amore e il tradimento, farà tre figli e troppi sbagli e alla fine tornerà nel luogo da cui era partita. Perché i destini di Pembe e Jamila si chiamano e si intrecciano fino a confondersi in quel disegno fragile e intricato che è la vita. Dopo lo straordinario successo della Bastarda di Istanbul, Elif Shafak ritorna con un nuovo grande romanzo ricco di magia e di sentimenti, di storie e di personaggi in bilico fra tradizione e modernità, tra la paura e una fortissima voglia di libertà.
2495470
http://funkyimg.com/view/2FPct La Casa dei quattro venti di Elif Shafak - Dopo lo straordinario successo della Bastarda di...
Discussione
02/05/2018 16:24:42
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
cheyenne52
Proprietario
cheyenne52 02/05/2018 ore 16:25 Quota

(nessuno) La Casa dei quattro venti


Elif Shafak (Strasburgo, 25 ottobre 1971), è una scrittrice turca.

Ha pubblicato romanzi scritti in turco e in inglese ed è l'autrice più venduta in Turchia. Le sue opere sono tradotte in più di trenta lingue. È stata definita dai critici come un'autrice in cui si armonizzano in modo creativo la tradizione occidentale e quella orientale fino a generare un'opera narrativa che è insieme locale e universale. La sua opera attinge a diverse culture e tradizioni letterarie, così come ad un profondo interesse per la storia, la filosofia e la cultura orale.

La Safak ha una scrittura provocatoria nei confronti del bigottismo e della xenofobia, ed è profondamente legata ai temi del femminismo, del sufismo, dell'individualismo e della cultura ottomana, con “un particolare talento nel dipingere le strade di Istanbul”. Attualmente divide il suo tempo tra la Gran Bretagna e Istanbul.
cheyenne52
Proprietario
cheyenne52 02/05/2018 ore 16:29 Quota

(nessuno) La Casa dei quattro venti

In virtu' di questo argomento proprio domani 3 maggio 2018 nelle sale cinematrografiche di tutta italia andra' il film COSA DIRÀ LA GENTE, DONNE E IMMIGRAZIONE TRA MODERNITÀ E TRADIZIONE
Il film di Iram Haq affronta con garbo (e trasporto) un tema mai così tragicamente attuale.


ana Cheema. Iram Haq. Nisha Hussain. Tre donne, tre ragazze con molte cose in comune: una famiglia emigrata dal Pakistan in Europa, la curiosità dell'adolescenza, la voglia di vivere e innamorarsi, la consapevolezza di rappresentare la modernità in un contesto familiare radicato nella tradizione. Due differenze fondamentali. Sana e Iram sono due ragazze "vere", Nisha è il personaggio di un film. Ma soprattutto: Iram è viva. Sana no.

La storia di Sana Cheema, 25enne bresciana di origini pakistane, trovata morta nella regione di Gujrat, sta rimbalzando da qualche giorno sulle pagine dei giornali italiani: immigrata di seconda generazione, impiegata in una scuola guida di Brescia, Sana sarebbe stata uccisa - secondo i media pakistani: le indagini sono in corso - dai suoi stessi familiari, infuriati per il rifiuto della ragazza di sposare un connazionale.

Una storia simile era capitata a Iram Haq, oggi quarantenne, regista al terzo film, autrice di Cosa dirà la gente, in uscita il 3 maggio. Un film che racconta proprio la sua storia, quella di un'adolescente come tante a Oslo, innamorata del suo ragazzo, colta in flagrante dal padre apparentemente progressista. Rapita - in barba ai servizi sociali norvegesi - per mantenere intatta la sua virtù. Portata in Pakistan per una rieducazione forzata. Riuscita, fortunatamente, a salvarsi. Nel film, scritto dopo tanti anni per "trovare il giusto distacco", il suo nome è Nisha Hussein.

Pakistan, Marocco, Somalia e Iraq sono i paesi d'origine della maggioranza degli immigrati presenti in Norvegia. Nel 2010 la comunità musulmana nel paese contava 99.000 membri, costantemente in crescita, su una popolazione totale di cinque milioni di abitanti. Un 2% con cui i norvegesi non hanno instaurato una relazione particolarmente serena. Nonostante l'immigrazione pakistana risalga ai primi anni Sessanta (la prima moschea di Oslo fu costruita nel 1974: due anni prima della nascita di Iram Haq), le preoccupazioni causate dal movimento dei migranti ha fatto crescere il consenso del partito conservatore nel paese - così come accaduto anche in Finlandia, Svezia e Danimarca.

Nel 2016 avevano fatto discutere le parole del ministro per l'immigrazione Sylvi Listhaug: "Qui mangiamo maiale, beviamo alcool e non ci copriamo il volto - aveva dichiarato - quando venite in questo paese dovete adeguarvi alle nostre regole e ai nostri valori". Se nel 2015 le richieste d'asilo erano state 31.150, l'anno successivo - dopo il pugno di ferro esercitato dal governo per scoraggiare l'immigrazione - sono calate del 95%.
AAzzuRRaa
Partecipante
AAzzuRRaa 02/05/2018 ore 16:36 Quota

(nessuno) La Casa dei quattro venti

@cheyenne52 :
Comprerò il libro e lo leggerò volentieri, grazie per averlo suggerito :rosa :bacio
cheyenne52
Proprietario
cheyenne52 02/05/2018 ore 16:39 Quota

(nessuno) La Casa dei quattro venti

@AAzzuRRaa : :ok io saro' in sala a guardare il film anche in onore di quelle ragazze assassinate solo perche' volevano vivere libere in un paese libero come l'italia :bacio :rosa
AAzzuRRaa
Partecipante
AAzzuRRaa 02/05/2018 ore 16:45 Quota

(nessuno) La Casa dei quattro venti

@cheyenne52 scrive:
io saro' in sala a guardare il film anche in onore di quelle ragazze assassinate solo perche' volevano vivere libere in un paese libero come l'italia

:ok Accolgo con entusiasmo anche il consiglio del film...lo vedrò anche io :ok
Amministratore
ladysorris.o 03/05/2018 ore 15:17 Quota
cheyenne52
Proprietario
cheyenne52 04/05/2018 ore 14:52 Quota

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione