Forum - Dù Spaghi

Proprietario
tex.965 18/03/2020 ore 06:49 Quota

(nessuno) Il topinambur in cucina




Il topinambur in cucina è la radice, commestibile, della “Helianthus tuberosus”, una pianta perenne che fiorisce alla fine dell’estate, caratterizzata da bellissimi fiori giallo oro che ricordano il girasole che spesso viene confusa con la margherita gialla; è una pianta vitale, quasi infestante, che predilige terreni umidi e conquista terreni vicini a corsi d'acqua. Il suo nome deriva da quello di una tribù brasiliana da cui erroneamente si pensava che il topinambur provenisse, ma la sua origine è incerta anche se prevale la tesi che sia originario delle praterie occidentali del Nord America e Canada dove gli indigeni chiamavano la radice “chiquebi”. In Europa iniziò a diffondersi nel primo decennio del 1600 con vari nomi: “noci di terra”, “tartufi”, “patate”, “carciofi del Canada” o Jerusalem artichoke per il suo sapore che ricorda il carciofo.

Le varietà di topinambur sono due: la varietà di topinambur bianco precoce che troviamo disponibile in commercio da fine agosto e la varietà di topinambur bordeaux che troviamo invece in commercio da ottobre fino ad inizio primavera. L’aspetto è variabile, ma generalmente si presenta come una piccola patata bitorzoluta di colore bianco o violaceo e dalla forma irregolare che può essere raccolto proprio come una patata sia in inverno che in autunno, dopo che la pianta è seccata.

In Europa il topinambur è coltivato soprattutto in Francia e Belgio; in Toscana e anche in altre regioni italiane sono presenti soltanto due specie del genere Helianthus: il girasole Helianthus annuus, coltivato in tutto il mondo, e l'Heliantus tuberosus. Il topinambur è comunemente conosciuto in Piemonte con il nome di Ciapinabò (anche con le forme topinabò, tapinabò), dove viene intinto nella bagna caôda o usato in tante preparazioni della gastronomia piemontese.

Negli ultimi tempi l’uso del topinambur in cucina è stato riscoperto e apprezzato non soltanto per il suo particolare sapore gradevole e le sue proprietà organolettiche, ma anche per la sua grande versatilità che lo rende un ingrediente-base per la preparazione di tantissime ricette.

Il tubero del topinambur è un alimento eccellente per favorire la corretta funzionalità dell’intestino in quanto contiene inulina, una sostanza che favorisce la digestione e stimola la proliferazione della flora batterica intestinale; utile anche per combattere il colesterolo. Non contiene amido ed è adatto all’alimentazione dei diabetici, perché rallenta l’assorbimento degli zuccheri e dei grassi nell’intestino, tenendo così sotto controllo i livelli glicemici e il colesterolo. Cosa ancora più importante, il topinambur non contiene glutine ed è quindi consumabile anche da chi soffre di celiachia.

Il topinambur contiene pochissime calorie (100 gr di topinambur si assumono circa 73 kcal) la maggior parte delle quali apportano al nostro organismo 17,44 gr di carboidrati, sali minerali (14 mg di calcio, 3,4 mg di ferro, 78 mg di fosforo, 429 mg di potassio, 4 mg di sodio e 0,12 mg di zinco), 1,6 gr fibre ed è ricco di vitamina A e B ma anche C, E, K e di arginina che aiuta il fegato e la cicatrizzazione dei tessuti. Essendo un alimento dalle spiccate proprietà energetiche, infine, è indicato nella dieta di anziani, bambini e sportivi e in generale delle persone convalescenti. Recenti studi, inoltre, hanno dimostrato che il consumo di topinambur favorisce la produzione di latte nelle donne in gravidanza.












2663130
« immagine » Il topinambur in cucina è la radice, commestibile, della “Helianthus tuberosus”, una pianta perenne che fiorisce all...
Discussione
18/03/2020 06:49:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
Amministratore
40mony 18/03/2020 ore 08:42 Quota

(nessuno) Il topinambur in cucina

@tex.965 scrive:
Il topinambur in cucina


Chiamato anche “carciofo di Gerusalemme” per il suo sapore che ricorda quello del carciofo, il topinambur è un ortaggio con numerose proprietà nutritive in quanto aiuta a regolarizzare la glicemia e il transito intestinale, è diuretico e abbassa il colesterolo. Scopriamo tutte le sue proprietà benefiche.
Il topinambur è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Compositae. Fiorisce alla fine dell’estate ed è caratterizzata da fiori color giallo intenso. La caratteristica del topinambur è la forma del tubero che si presenta irregolare come se fosse una patata bitorzoluta e che ricorda lo zenzero.

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione