La geografia di Titano

La geografia di Titano
Foto inserita da oDiabolik il 26 luglio nella raccolta Astronomia
Le nuove immagini di Titano, elaborate a partire dai dati strumentali inviati a Terra dalla sonda Cassini.

Commenti

Mostra più commenti (TOT precedenti)
oDiabolik

oDiabolik - giovedì 26 luglio 2018

Spettacolari immagini di Titano, la luna di Saturno.

L'elaborazione dei dati inviati a Terra dalla sonda Cassini ha permesso di ricostruire la verosimile geografia di Titano, la più grande delle lune del sistema di Saturno.


Le immagini qui sopra, scattate dallo strumento VIMS (Visual and Infrared Mapping Spectrometer) della sonda Cassini, mostrano Titano, la più grande delle lune di Saturno: unica nel Sistema Solare, ha una densa atmosfera e fiumi e laghi di metano. L'atmosfera di azoto nasconde all'osservazione diretta tutto ciò che vi è al di sotto, ma, grazie alla combinazione di dati acquisiti nei 10 anni della missione Cassini, la Nasa ha potuto elaborare molti dettagli della superficie. Il lavoro è consistito nel combinare i rilevamenti eseguiti all'infrarosso dal VIMS sotto una grande varietà di condizioni di luce: un compito lungo e complesso.

Comporre mosaici dalle riprese del VIMS è sempre stato difficile. Tutte le mappe finora realizzate sono condizionate sia nella risoluzione, sia per le condizioni di luce, e così la superficie di Titano è rimasta a lungo un puzzle non omogeneo. Il nuovo volto di Titano è di gran lunga il migliore disponibile (e lo sarà per molto tempo).

Dalle nuove immagini gli scienziati possono farsi un'idea più verosimile della superficie. Le aree più luminose, ad esempio, sono ricche di ghiaccio, mentre le tonalità marroni indicano presenza di dune. La ricchezza di sfumature rivela che la superficie è molto varia, e questo è certamente dovuto all'atmosfera che, come per la Terra, modella Titano con un suo sistema climatico.
oDiabolik

oDiabolik - giovedì 26 luglio 2018