Forum - Usi e Costumi

x.bloodydark
Partecipante
x.bloodydark 17/05/2018 ore 17:59

Euforico Confetti abruzzesi per le nozze di Harry e Meghan, la casa reale sceglie ancora Pelino

Sulmona. Arriveranno dall’azienda Pelino di Sulmona i confetti per il matrimonio reale di Harry e Meghan che sarà celebrato sabato prossimo. Lo rende noto la stessa azienda in un comunicato. “È una tradizione per l’azienda – spiega la nota – che la lega alla Corona inglese ormai da tempo. Prima il matrimonio di Carlo e Diana e, poi, per William e Kate. Un Made in Italy eccellente che continua a far parlare di sé per come viene prodotto (niente farina, niente amido ma solo zucchero e mandorle di Avola, le migliori)”. La Pelino fa parte anche dell’associazione Internazionale Les Hènokien che, dal 1981, raggruppa tutte le aziende considerate storiche.




È una tradizione per l'azienda - spiega la nota - che la lega alla Corona inglese ormai da tempo. Prima il matrimonio di Carlo e Diana e, poi, per William e Kate. Un Made in Italy eccellente che continua a far parlare di sé per come viene prodotto: niente farina, niente amido ma solo zucchero e mandorle di Avola, le migliori".

"La Pelino - continua la nota - fa parte anche dell'associazione Internazionale Les Hènokien che, dal 1981, raggruppa tutte le aziende considerate storiche. Una ricetta leggendaria che risale alla fine 1400, originaria e originale di Sulmona e che ancora, oggi, ripropone la fragranza di un tempo. Per i giovani sposi, sono stati ordinati i classici confetti nuziali e composizioni floreali.

"Non possiamo che essere soddisfatti di poter celebrare con i nostri confetti l'ennesimo matrimonio reale. Siamo abituati ad eventi importanti, soprattutto con la Corona inglese - conclude la Pelino -, ma per noi gli atti di stima sono sempre uno stimolo ed un atto di riconoscenza verso il nostro lavoro, quello, che portiamo avanti dal 1783 di padre in figlio"
x.bloodydark
Partecipante
x.bloodydark 17/05/2018 ore 18:06

(nessuno) Confetti abruzzesi per le nozze di Harry e Meghan, la casa reale sceglie ancora Pelino

@antioco1 scrive:
buoni i confetti di Sulmona

i migliori!
x.bloodydark
Partecipante
x.bloodydark 17/05/2018 ore 18:09

(nessuno) Confetti abruzzesi per le nozze di Harry e Meghan, la casa reale sceglie ancora Pelino

x.bloodydark
Partecipante
x.bloodydark 17/05/2018 ore 18:13

(nessuno) Confetti abruzzesi per le nozze di Harry e Meghan, la casa reale sceglie ancora Pelino

SimpatiaBruna
Partecipante
SimpatiaBruna 18/05/2018 ore 12:44 Quota

(nessuno) Confetti abruzzesi per le nozze di Harry e Meghan, la casa reale sceglie ancora Pelino

@x.bloodydark :

La Sicilia al royal wedding: per Harry e Meghan confetti con mandorle di Avola

Il Principe Harry e Meghan Markle pronunceranno il fatidico sì sabato 19 maggio e nei loro confetti ci saranno le celebri mandorle di Avola

La Sicilia arriva dappertutto, perfino al royal wedding. E lo fa nel modo più dolce possibile. Il Principe Harry e Meghan Markle pronunceranno il fatidico sì sabato 19 maggio e nei loro confetti ci saranno le celebri mandorle di Avola. A confermarlo è l’azienda abruzzese che si occuperà della fornitura di confetti, la stessa che l’ha curata anche per i matrimoni di Carlo e Diana e di William e Kate.

“È una tradizione per l’azienda – spiega una nota diffusa da Pelino – che la lega alla Corona inglese ormai da tempo. Prima il matrimonio di Carlo e Diana e, poi, per William e Kate. Un Made in Italy eccellente che continua a far parlare di sé per come viene prodotto (niente farina, niente amido ma solo zucchero e mandorle di Avola, le migliori)”.

In dettaglio, per i giovani sposi sono stati ordinati sia i classici confetti nuziali che le composizioni floreali. La ricetta dei confetti Pelino risale alla fine del 1400 e ancora oggi la ditta offre la stessa fragranza di un tempo.

“Non possiamo che essere soddisfatti di poter celebrare con i nostri confetti l’ennesimo matrimonio reale – continuano dalla Pelino – Siamo abituati ad eventi importanti, soprattutto con la corona inglese, ma per noi gli atti di stima sono sempre uno stimolo ed un atto di riconoscenza verso il nostro lavoro che portiamo avanti dal 1783 di padre in figlio”.

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione