Forum - Storia

Amministratore
GustavoG 01/11/2017 ore 11:11 Quota

Domanda Quale imperatore romano regnò più a lungo?



La Gemma Claudia
Fotografia per gentile concessione del Kunsthistorisches Museum, Vienna


Il primato di longevità come Imperatore spetta al fondatore dell'Impero romano, Gaio Giulio Cesare Ottaviano, poi semplicemente Ottaviano o Augusto, che regnò dal 27 a.C. al 14 d.C..

Ben 41 anni di regno, se si considera ufficialmente la nomina del Senato quale Imperator Caesar Divi filius Augustus, nel gennaio del 27 a.C., con la formula Augustus "degno di venerazione e di onore", che da quel momento divenne investitura di potere imperiale.

Nello stesso anno, il 27 a.C., Ottaviano ottenne il potere proconsolare per dieci anni (che nel 23 a.C. divenne vitalizio, come pure la carica di tribuno della plebe), l'utilizzo del titolo di Princeps ("primo cittadino"); il diritto di condurre trattative con chiunque volesse, compreso il diritto di dichiarare guerra o stipulare trattati di pace con qualunque popolo straniero.

Ma il potere assoluto di Augusto venne di fatto esercitato dal 31 a.C., dopo la battaglia di Azio in cui sconfisse Marco Antonio, quando da solo ebbe in mano le redini della vita politica di Roma, periodo che porta a 45 gli anni ininterrotti di comando.

Se si considerano anche gli anni del II Triumvirato (dal 27 novembre del 43 a.C.) in cui governò in coreggenza con Antonio e Lepido, gli anni di governo di Ottaviano arrivano a 56.
2432170
« immagine » La Gemma Claudia Fotografia per gentile concessione del Kunsthistorisches Museum, Vienna Il primato di longevità com...
Discussione
01/11/2017 11:11:46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10
xspirito.liberox
Partecipante
xspirito.liberox 01/11/2017 ore 11:33

(nessuno) Quale imperatore romano regnò più a lungo?

quale regno' di meno?

L'imperatore che regnò per meno tempo ritengo fu Quintillo (270), fratello di Claudio il Gotico.
Claudio il Gotico morì di peste durante una campagna contro i Goti. Avendoli scacciati dalla Moesia (Bulgaria) e inseguendoli per la Dacia (Romania), contrasse - si dice a causa dell'enorme carneficina di barbari di cui era stato artefice - la peste e morì improvvisamente.
Il senato, pensando di essere in accordo con l'estabilishment militare, nominò imperatore il fratello di Claudio, Quintillo, un oscuro personaggio.
Il fatto di essere poco conosciuto decretò la sua caduta. I capi di stato maggiore preferirono affidarsi ad Aureliano (che sarà un grande imperatore) e di Quintillo si persero le tracce dopo due settimane dalla proclamazione. Non si sa se sia stato fatto fuori o se abbia abdicato ritirandosi a vita privata.

Due mesi regnò anche Gioviano (373), imperatore succeduto a Giuliano l'Apostata dopo la sua morte in battaglia in Mesopotamia. Gioviano, dopo aver ratificato un trattato "umiliante" con il re di Persia (per il quale i romani si ritiravano dietro l'Eufrate nonostante i successi ottenuti e abbandonavano la città di Nisibis al nemico), durante il viaggio di ritorno morì di malattia. Gli successe Valentiniano.
SheRocky
Partecipante
SheRocky 01/11/2017 ore 12:22 Quota

(nessuno) Quale imperatore romano regnò più a lungo?

@carla.1962 :

Come dice " er pupone " : ... ha fatto'a battutaaaaa... :kissy
xspirito.liberox
Partecipante
xspirito.liberox 01/11/2017 ore 12:47

(nessuno) Quale imperatore romano regnò più a lungo?

@SheRocky :

;-( ;-( ;-( :many :many :many :many :many :many
xspirito.liberox
Partecipante
xspirito.liberox 01/11/2017 ore 12:48

(nessuno) Quale imperatore romano regnò più a lungo?

@carla.1962 :

carla facciamo intervenire quel piromane dell'imperatore Nerone che gli diamo fuoco a questi qui ... :many :many :many
carla.1962
Partecipante
carla.1962 01/11/2017 ore 12:53 Quota
SheRocky
Partecipante
SheRocky 01/11/2017 ore 15:49 Quota

(nessuno) Quale imperatore romano regnò più a lungo?

Vergognissima!! !!
Addirittura evocare Nerone!! :hell
( ora che mi avete dato la " dritta " quasi quasi faccio senatrici le mie cagnoline... ) :yoyo

La discussione è stata chiusa

Non è possibile aggiungere ulteriori interventi alla discussione corrente.