Forum - Salute e Benessere

Partecipante
Milaaa 12/07/2018 ore 16:30 Quota

Importante Sole, istruzioni per l’uso delle creme protettive

Il fattore di protezione adatto

Tempo di mare, tempo di crema solare. Come scegliere quella più adatta alla propria pelle?
A rispondere a questa domanda ci ha pensato anche la Commissione Europea.
In un documento si dichiara che i fototipi più scuri possono gradualmente ridurre il grado di protezione, mentre chi ha la pelle chiara deve utilizzare sempre una crema con Spf molto alto (50 o 50+).

Nella scelta del prodotto bisogna sempre controllare la presenza dell'apposito logo anti UVA, ma un occhio di riguardo va dato anche alla data di scadenza, quando è riportata.
La maggior parte dei prodotti dura 2-3 anni sugli scaffali, ma gli esperti ritengono che perdano le loro proprietà di filtro dopo un anno.
Utilizzarle non è dannoso, ma potrebbero essere meno efficaci.

Quando e quanta crema mettere

La maggior parte degli esperti considera di applicare la crema protettiva almeno un quarto d'ora-mezz'ora prima dell'esposizione al sole.
Ottima quindi la scelta di farlo a casa, prima di uscire.
Ma una volta non basta: il prodotto deve essere applicato più volte nel corso della giornata, ogni due ore secondo la Skin Cancer Foundation.

Anche se sulla confezione è riportata la dicitura waterproof, la crema va riapplicata dopo ogni bagno o attività sportiva.
Per quanto possano essere resistenti all'acqua, infatti, nessuna delle creme in commercio sembra essere totalmente waterproof.

Si calcola che un palmo di mano pieno sia sufficiente per le gambe, le braccia, il viso e il collo di un adulto.
Attenzione al dorso delle mani, ai piedi, alle orecchie, alla parte posteriore delle ginocchia, delle gambe e del collo, dove è facile dimenticarsi di arrivare e dove più spesso, infatti, ci si scotta.

Protezione bassa

Protezione bassa non significa nessuna protezione, ma un valore Spf tra 6 e 10.
Se il valore di protezione è assente o inferiore a 6, il prodotto non si può definire “solare”.
A usare questa crema solitamente sono le persone che appartengono al fototipo 6, cioè con capelli neri, occhi neri e carnagione nera o scura.
Questa categoria non si scotta praticamente mai e, anche dopo un'esposizione prolungata al sole, non presenta evidenti differenze di colorazione.

Protezione media

Se hai capelli neri, occhi scuri e una carnagione bruno-olivastra allora appartieni al fototipo 5 e per proteggerti in modo corretto durante l'esposizione al sole per te può bastare una crema solare a protezione media, cioè Spf 20.

Protezione alta

Le carnagioni medie, cioè quelle che appartengono al fototipo 3 (capelli castani, occhi chiari o marroni e pelle bruno-chiara) e 4 (capelli castani scuri o neri, occhi scuri e carnagione olivastra), hanno meno probabilità di scottarsi rispetto ai primi due fototipi, ma devono comunque fare molta attenzione.
Dopo l'esposizione al sole sono infatti i più soggetti all'insorgenza di macchie su viso, braccia e décolleté (scopri cosa sono e come si eliminano).
Il consiglio è quello di usare inizialmente una protezione alta (Spf 50) e poi passare gradualmente a una media (Spf 30),

Protezione molto alta

Sono consigliate per le persone con fototipo 1 o 2, cioè con capelli biondi, rossi o castani chiari e la pelle molto sensibile (spesso con efelidi).

Pocket

Perfetti da mettere in valigia per un weekend al mare quando, se si prende l'areo, non si possono portare flaconi maggiori di 100 ml.
Ma non solo: il formato "pocket" è adatto anche alla vita di tutti i giorni, da tenere in borsa.

Doposole

Spalmato alla fine di una giornata al mare, il doposole rinfresca, reidrata e nutre la pelle arrossata dal sole, disidratata dalla salsedine e stressata dai raggi ultravioletti.
È un prezioso alleato per prolungare l'abbronzatura: l'esposizione al sole, infatti, sottrae alla pelle liquidi e sostanze protettive, rendendola visibilmente più secca.
Il momento migliore in cui usarlo?
Dopo la doccia, sulla pelle asciutta e pulita.
2531322
Il fattore di protezione adatto Tempo di mare, tempo di crema solare. Come scegliere quella più adatta alla propria pelle? A...
Discussione
12/07/2018 16:30:09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
SheRocky
Partecipante
SheRocky 12/07/2018 ore 16:35 Quota

(nessuno) Sole, istruzioni per l’uso delle creme protettive

@Milaaa :

Per me, siculo austriaca, si parte con protezione media e quindi via protezione bassa a gogò, il tutto rigorosamente al profumo di cocco, mia grande passione.


antioco1
Partecipante
antioco1 12/07/2018 ore 16:49 Quota

(nessuno) Sole, istruzioni per l’uso delle creme protettive

@SheRocky : io per me essendo di carnagione chiara copertura altissima ciao
Alessia7890
Moderatore
Alessia7890 13/07/2018 ore 10:34 Quota

(nessuno) Sole, istruzioni per l’uso delle creme protettive

@Milaaa :

Il sole è vita, influisce positivamente sul nostro umore e ha effetti benefici sulla nostra salute, in quanto partecipa alla sintesi della vitamina D. I raggi ultravioletti, però, possono causare danni ai nostri occhi e alla nostra pelle, favorendo l’insorgenza di tumori cutanei.

Bilanciare rischi e benefici derivanti dal sole è possibile, seguendo una serie di accorgimenti guidati da due regole fondamentali:

1) Niente fretta: l’organismo deve avere il tempo necessario per produrre la melanina;

2) Fare la scelta giusta: una crema solare adeguata al proprio fototipo, una costante e ripetuta applicazione della protezione, evitare un’esposizione prolungata in certe ore del giorno quando l’irraggiamento e l’intensità dei raggi è al massimo livello.

Nella scelta della crema solare giusta, oltre a tenere in considerazione il tuo fototipo valuta il tipo di filtri contenuti nel prodotto solare: evita i filtri chimici, optando invece per quelli fisici.

Perché? Ecco 6 buoni motivi:

1. NON vengono assorbiti dalla pelle, ma vengono efficacemente respinti;
2. NON sono di origine petrolifera;
3. NON causano surriscaldamento cutaneo;
4. SONO raccomandati per bambini, pelli sensibili e fotosensibili;
5. SONO ecocompatibili;
6. SCHERMANO e RESPINGONO tutti i tipi di raggi solari.

I filtri solari, così come tutti gli altri ingredienti cosmetici, sono obbligatoriamente elencati all’interno dell’INCI, pertanto sono di facile identificazione.
I più comuni filtri chimici da evitare sono i seguenti: Octocrylene, Butyl Methoxydibenzoylmethane, Ethylhexyl Methoxycinnamate, Ethylhexyl Salicylate, Phenylbenzimidazole Sulfonic Acid, Drometrizole Trisiloxane, Bis-Ethylhexyloxyphenol Methoxyphenyl Triazine.

La discussione è stata chiusa

Non è possibile aggiungere ulteriori interventi alla discussione corrente.