Forum - Psicologia

cheyenne.51
Partecipante
cheyenne.51 09/11/2017 ore 15:52

(nessuno) Piu' siamo fragili piu' siamo forti....Ma e' proprio cosi'?

“Non ci sono dubbi, la tua corazza ti protegge dalle persone che vogliono distruggerti. Eppure, se non la togli mai, ti isolerà anche dall’unica persona che potrà mai amarti”.
-Richard Bach-


Sin dall'infanzia, ci è vietato all'accesso alla fragilità: che si tratti di quando cadiamo, della separazione da un genitore o della perdita di un animale domestico, spesso ci vengono negati i sentimenti di fragilità che proviamo di fronte a queste situazioni. Per riappropriarci della nostra vulnerabilità è necessario saperla nuovamente riconoscere. Una volta divenuti adulti, dobbiamo imparare di nuovo a sentirci più deboli, ovvero meno forti in caso di rottura sentimentale, di un lutto o di una malattia, qualora si conclami. Negare l'impatto di alcuni avvenimenti può indebolirci pesantemente, mentre condividerli contribuisce a creare un legame, ovvero a stimolare l'altro a sostenerci e, quindi, ad aiutarci a recuperare le nostre forze…

Oggi è un atteggiamento sempre più diffuso far leva sulle conoscenze acquisite a scuola o all'università per proteggerci da qualsiasi sentimento possa renderci più fragili. È sufficiente, quindi, fare esperienza della nostra verità per renderci conto che, alla fine, siamo tutti sulla stessa barca, indipendentemente dal nostro status sociale…

Non sempre riusciamo a scucirci la corazza ma sempre perche' non vogliamo soffrire,ma prima o poi quella doppia pelle cade come quando un serpente cambia pelle
cu.oredilara
Partecipante
cu.oredilara 09/11/2017 ore 16:08 Quota

(nessuno) Piu' siamo fragili piu' siamo forti....Ma e' proprio cosi'?

@cheyenne.51 :

La persona segretamente fragile è, spesso e volentieri, incredibilmente suscettibile. A volte un piccolo atto di gratitudine o di bontà la riempie di felicità. Tuttavia, il minimo errore o la più semplice delusione vissuta la porta ad una disperazione smisurata. Si tratta di un’ipersensibilità che porta le persone fragili a scontrarsi spesso con chi le circonda.

“Se ci pungete, non sanguiniamo, e se ci fate il solletico, non ridiamo? Se ci avvelenate, non moriamo? E se ci fate torto, non ci vendicheremo?…”
(Il mercante di Venezia – William Shakespeare)
xspirito.liberox
Partecipante
xspirito.liberox 09/11/2017 ore 16:59

(nessuno) Piu' siamo fragili piu' siamo forti....Ma e' proprio cosi'?

@cheyenne.51 scrive:
Oggi è un atteggiamento sempre più diffuso far leva sulle conoscenze acquisite a scuola o all'università per proteggerci da qualsiasi sentimento possa renderci più fragili.

questo non l'ho capito , anzi ci provo , vuoi dire che ci facciamo scudo con la nostra cultura per proteggerci dalle emozioni?
xspirito.liberox
Partecipante
xspirito.liberox 09/11/2017 ore 17:02

(nessuno) Piu' siamo fragili piu' siamo forti....Ma e' proprio cosi'?

a volte i sentimenti non crescono insieme a noi hanno bisogno di piu' tempo , come dici tu ci obbligano a non piangere ..dobbiamo nascondere le nostre debolezze ...
questo e' l'errore piu' grande della nostra vita
GustavoG
Amministratore
GustavoG 10/11/2017 ore 09:53 Quota

(nessuno) Piu' siamo fragili piu' siamo forti....Ma e' proprio cosi'?

@cheyenne.51 :

Di solito le persone più fragili sono quelle che lo mostrano di meno. Chi si veste con spesse corazze e regala sorrisi di ammirevole coraggio e forza spesso nasconde un cuore di cristallo che riflette e piange amarezze segrete, abissi di profonda tristezza che sono rimasti irrisolti.

La persona segretamente fragile è, spesso e volentieri, incredibilmente suscettibile. A volte un piccolo atto di gratitudine o di bontà la riempie di felicità. Tuttavia, il minimo errore o la più semplice delusione vissuta la porta ad una disperazione smisurata. Si tratta di un’ipersensibilità che porta le persone fragili a scontrarsi spesso con chi le circonda.
cheyenne.51
Partecipante
cheyenne.51 10/11/2017 ore 14:57

(nessuno) Piu' siamo fragili piu' siamo forti....Ma e' proprio cosi'?

@cu.oredilara scrive:
“Se ci pungete, non sanguiniamo, e se ci fate il solletico, non ridiamo? Se ci avvelenate, non moriamo? E se ci fate torto, non ci vendicheremo?…”
(Il mercante di Venezia – William Shakespeare)
cheyenne.51
Partecipante
cheyenne.51 10/11/2017 ore 15:01

(nessuno) Piu' siamo fragili piu' siamo forti....Ma e' proprio cosi'?

@xspirito.liberox scrive:
questo non l'ho capito , anzi ci provo , vuoi dire che ci facciamo scudo con la nostra cultura per proteggerci dalle emozioni?

penso che il pensiero dello psicologo si riferiva al fatto che la cultura arricchisce e se lo dimostri a chi non ne ha si sente inferiore e non avendo tale arricchimento culturale si sente inferiore ed e' propenso ad offendere..io l'ho interpretato cosi' :-)

La discussione è stata chiusa

Non è possibile aggiungere ulteriori interventi alla discussione corrente.