Forum - Diabolik and friends

Laregina.nefertari
Partecipante
Laregina.nefertari 10/04/2018 ore 15:00

Sorpreso Ucraina, la febbre dell'ambra e la devastazione del territorio

Nel selvaggio West del paese i danni ambientali creati dai cavatori abusivi sono enormi, mentre dilagano racket e corruzione tra chi dovrebbe vigilare


Nonostante le restrizioni del governo, le profonde cicatrici lasciate dai recenti scavi di ambra sono evidenti a Dubrovycja (Ucraina)

Il SUV nero di Vlad avanza lentamente sulla ghiaia davanti alla sbiadita facciata di una chiesa di rito cattolico polacco a Dubrovycja. Il rumore delle seghe circolari echeggia dall’interno, dove gli operai stanno riportando la settecentesca cattedrale rococò all’originario aspetto presovietico grazie ai ricavati provenienti dal commercio illegale di ambra.

Stas, il partner di Vlad, parcheggia la sua BMW a un paio di isolati di distanza. L’ex poliziotto apre il bagagliaio del fuoristrada di Vlad ed estrae un fucile. Agguanta una manciata di proiettili e getta l’arma sul retro del nostro camion. “Siamo sempre armati quando usciamo” dice il cercatore di ambra.

E con buoni motivi: la città si trova nel cuore del selvaggio West dell’Ucraina – un migliaio di acri di foresta a pini e betulle - il cui suolo sabbioso nasconde milioni di dollari di ambra.

Come in altre corse all’oro, l’abbondanza di questa gemma semipreziosa ha portato a un’escalation di violenza. Le bande armate si contendono i giacimenti più produttivi mentre i funzionari governativi corrotti sono sempre più spesso accusati di combattere per il controllo del territorio.

Il 15 gennaio degli aggressori armati con pistole automatiche e granate hanno attaccato dei giovani in una caffetteria della città di Olevsk, uccidendone uno e ferendo gravemente una dozzina di loro.

Foto dell’episodio mostrano sangue e pistole sparsi sulla neve. La corsa all’ambra avviene sulla pelle di decine di migliaia di poveri paesani che assistono alla devastazione del territorio, fatto letteralmente esplodere tramite tubi flessibili ad alta pressione per estrarre dal suolo i cumuli di resina fossilizzata resi famosi da Jurassic Park.
Laregina.nefertari
Partecipante
Laregina.nefertari 10/04/2018 ore 15:01

(nessuno) Ucraina, la febbre dell'ambra e la devastazione del territorio



Ruslana Fedchuk, che lavora da 17 anni alla fabbrica pubblica di ambra, lavora a una collana.

Nel nostro tragitto fuori dalla cittadina abbiamo oltrepassato un negozio modesto che vendeva gioielli di provenienza legale e icone ortodosse incastonate con frammenti rifiniti di ambra lucida le cui tonalità vanno dal giallo paglierino al colore scuro del miele.

Nelle vicinanze, le persone si affrettano a spendere i ricavati di questa manna in una serie di negozi di arredamento o di materiale edile per riparare le loro piccole dimore o costruirne di nuove.

La criminalità è così diffusa da essere diventata una sorta di macabro gioco, tra ammiccamenti e kalashnikov. L’insegna di un’impresa edile recita “Saremo il vostro tetto”, un gioco di parole basato su “krysha” che in russo significa ‘tetto’, ma che nello slang è usato per indicare protezione da parte del racket
Laregina.nefertari
Partecipante
Laregina.nefertari 10/04/2018 ore 15:02

(nessuno) Ucraina, la febbre dell'ambra e la devastazione del territorio



Una donna cerca ambra a Obysche (Ucraina) in maggio. Nonostante i membri della divisone della guardia nazionale dell’Oblast' di Žytomyr stessero pattugliando il sito non l’hanno fermata perché non usava pompe idrauliche o altro equipaggiamento professionale.

Prendiamo velocità uscendo dalla città, attraversando paesaggi rurali costellati di antichi villaggi. Il flusso di soldi portato dall’ambra si traduce in cottage restaurati o ammodernati. Presto entriamo in una foresta di pini e abeti bianchi che nasconde migliaia di giacimenti superficiali di ambra, quello che i locali chiamano ‘Klondike’.

Un’ordinanza del governo ha temporaneamente sgombrato la foresta ma le cicatrici degli scavi sono ovunque. Su un lato della strada, alcuni acri sono stati disboscati per lasciare spazio alle cave, lasciando un paesaggio butterato e lunare che ricorda le trincee della prima guerra mondiale o l’Ucraina orientale lacerata dalla guerra civile. Sull’altro la foresta appare piegata in angoli strani, gli alberi sradicati dai cavatori durante le operazioni di scavo. Sembra che un tornado abbia sferzato la zona.
Laregina.nefertari
Partecipante
Laregina.nefertari 10/04/2018 ore 15:03

(nessuno) Ucraina, la febbre dell'ambra e la devastazione del territorio



Uomini scavano alla ricerca dell’ambra nell’Ucraina occidentale a novembre, usando l’acqua per perforare il suolo.

Quando l’estrazione di ambra avviene su larga scala, il territorio ne risulta profondamente modificato. Acri e acri di foresta sono tagliati a raso mentre le terne, particolari macchine escavatrici, scavano canali fino a raggiungere una fonte d’acqua, generalmente un fiume.

Enormi matasse di tubi aspirano l’acqua del canale, alimentando pompe idrauliche ricavate dai motori di vecchi furgoni Mercedes con le quali migliaia di cavatori frantumano il terreno.

In tutta la regione, i negozi di ferramenta sono forniti di strumenti per l’estrazione dell’ambra – bobine di tubi giganteschi, stivali, sottili reti da pesca, e i grugni sinistri dei tubi flessibili ad alta pressione: cilindri di acciaio fatti a mano dotati di punte e denti per perforare il terreno.

Quando i cavatori iniettano acqua nel suolo formano buchi profondi nei quali l’ambra, più leggera di sabbia e roccia, è spinta in alto nella colonna d’acqua. Donne e bambini hanno il compito di setacciare le rocce quando raggiungono la superficie.
Laregina.nefertari
Partecipante
Laregina.nefertari 10/04/2018 ore 15:05

(nessuno) Ucraina, la febbre dell'ambra e la devastazione del territorio




I tubi sono utilizzati per pompare acqua nel sottosuolo e liberare l’ambra dal terreno sabbioso

“È una questione ambientale davvero critica” ha affermato in una intervista rilasciata quest’estate Ostap Semerak, ministro ucraino dell’Ecologia e delle Risorse Naturali “La classe politica deve scegliere tra un guadagno immediato e la tutela dell’ambiente. E i politici spesso prendono decisioni ambientalmente immature”.

Non è chiaro quante migliaia di ettari di territorio siano stati deturpati dall’estrazione illegale di ambra. Il ministro ha riconosciuto che il problema è sfaccettato e non può essere risolto dall’oggi al domani. “Quello dell’ambra è un problema davvero serio e complesso, non solo nel contesto dell’ecologia” ha detto Semerak in un’intervista a novembre. “Ci sono almeno quattro componenti: ambientale, criminale, sociale ed economica”. Strettamente connesse tra loro.

“All’inizio dell’anno, in questo tratto di strada, c’erano diecimila persone che lavoravano nella foresta” dice Stas mentre guida. “Le auto dei cavatori erano parcheggiate lungo la strada per tre miglia in entrambe le direzioni. C’erano cinque, dieci, a volte anche cinquanta poliziotti, ma non potevano fare nulla” dice l’ex poliziotto, sottolineando il mancato rispetto della legge nella regione.
Laregina.nefertari
Partecipante
Laregina.nefertari 10/04/2018 ore 15:07

(nessuno) Ucraina, la febbre dell'ambra e la devastazione del territorio



Uomini scandagliano un sito precedentemente perforato in cerca di ambra

Durante la nostra visita non c’erano cavatori e i boschi devastati avevano un aspetto spettrale. Ci fermiamo e Vlad imbraccia il fucile. Stas si inoltra deciso nel bosco e ci porta a un buco che assomiglia a tutti gli altri. Tuttavia, questo è un buco famoso perché, sotto quattro metri di terriccio e sabbia, un gruppo composto da otto cavatori ha trovato un vero tesoro.

“I ragazzi che ci lavoravano hanno estratto in un giorno 50.000 dollari di ambra” dice Stas.
In un paese dove la maggioranza delle persone guadagna circa 2.100 dollari all’anno, un’entrata inattesa di 6.250 dollari significa una vita completamente diversa.

“Ho un figlio e una figlia, rispettivamente di sei e sette anni”, dice Vlad in piedi sull’orlo del buco collassato e ricoperto dagli aghi di pino. “Dovevo sfamare la mia famiglia. Ora se sono fortunato posso comprare una casa e un’automobile in un solo giorno”.
Laregina.nefertari
Partecipante
Laregina.nefertari 10/04/2018 ore 15:09

(nessuno) Ucraina, la febbre dell'ambra e la devastazione del territorio



Il cavatore Sanya Pavlyuk (24) di Osova mostra il posto dove lavorava a Hryts'ky. In seguito alle recenti restrizioni governative, Pavlyuk ha smesso la pratica.

Stas ha smesso di lavorare come poliziotto quattro anni fa e ha iniziato a scavare. Ma è rimasto amico di Vlad. E Vlad a volte ha preso parte alle retate della polizia, contro i suoi stessi amici. “Come poliziotto, guadagnavo l’equivalente di 150 dollari al mese. Poi la grivnia è stata svalutata. Come avrei potuto sfamare la mia famiglia?” dice.

All’inizio di quest’anno si è licenziato e ha raggiunto i suoi amici nella foresta. “Quando ho iniziato, mia moglie ha detto che avrei dovuto farlo cinque anni fa!” esclama. In pochi mesi ha risparmiato circa 25.000 dollari e comprato una Toyota Landcruiser nera.

La posta in gioco è alta. Per dimostrarmelo Stas tira fuori il telefono e mi mostra un messaggio di un commerciante all’ingrosso cinese a Kiev. Una gemma rara da 100 grammi vale 4.800 dollari, leggo. Un pezzo integro da 50 grammi è pagato 3.800 dollari. Un pezzo da 2 grammi vale 150 dollari. “Al momento i cinesi pagano le pietre grandi tra i 2000 e i 3000 dollari al chilo” dice Stas.

L’ambra impreziosice gioielli e altri prodotti, molti dei quali finiscono nel mercato cinese. “Ci sono risse tutti i giorni” aggiunge Stas. Nelle quali non volano solamente pugni o colpi di badile. Una volta due squadre sono entrate in conflitto in questo Klondike.
Per dirimere la questione “qualcuno ha gettato una granata nel giardino di una casa come avvertimento” dice Stas.

È come la Chicago degli anni ‘20. La nostra è una piccola città ma la mafia qui è ancora peggio” dice Stepan Tsaryuk, il ventottenne capo della polizia di Dubrovycja. È un ex soldato delle forze speciali il cui braccio è sfregiato dalle cicatrici lasciate da un machete. Una ferita ricevuta in un scontro corpo a corpo nella guerra civile a confine con la Russia. “Abbiamo una guerra aperta a est e una guerra segreta qui” mi confida.
Laregina.nefertari
Partecipante
Laregina.nefertari 10/04/2018 ore 15:11

(nessuno) Ucraina, la febbre dell'ambra e la devastazione del territorio



Il matrimonio tra Vanya Predyuk e Vika Predyuk il 29 maggio a Dubrovycja

Recentemente è stato arrestato un uomo, sorpreso a trasportare un sacco da dodici chili di ambra per un valore di circa 20.700 dollari. È accusato di aver aggredito due poliziotti e tentato la fuga, ed è stato sopraffatto solo dall’arrivo dei rinforzi. Un altro è stato arrestato, sospettato di trasportare una borsa di novanta chili di pietre.

“Non è un po’ pericoloso, è molto pericoloso” prosegue cupo Tsaryuk. “Lo scorso gennaio è stato ucciso un uomo: in un paese qui vicino, una scazzottata per denaro è finita fatalmente”. Gli squilla il telefono e, quando risponde, un sorriso di sollievo rischiara il suo volto. Un agente lo informa che un contadino ubriaco è finito con il trattore in uno stagno e bisogna tirarlo fuori.
Laregina.nefertari
Partecipante
Laregina.nefertari 10/04/2018 ore 15:14

(nessuno) Ucraina, la febbre dell'ambra e la devastazione del territorio



Due pompe idrauliche "fai da te" utilizzate dai cavatori e confiscate dalla polizia a Dubrovycja

Da quando è iniziata la cuccagna, alcuni anni fa, un traumatologo del luogo sostiene di aver trattato ferite da granata, colpi di pistola e pugnalate. Mi sussurra che chiunque può comprare un Kalashnikov per 750 dollari e una granata per 150 dollari.

Non sono solamente gli scontri a mettere in pericolo l’incolumità delle persone. Negli ultimi cinque o sei anni il medico ha curato più di cinquecento cavatori inghiottiti dalle voragini che si aprono nel terreno.

“Scavano fino a cinque metri di profondità. I detriti e la sabbia scivolano e collassano, seppellendo vive le persone” spiega. “Ho visto tre o quattro uomini completamente schiacciati, travolti da due tonnellate di sabbia. “E le persone bevono, bevono, bevono” prosegue il medico. “Nella maggioranza dei casi è la guida in stato di ebbrezza che se li porta via. Oppure lo scavare ubriachi”.
Laregina.nefertari
Partecipante
Laregina.nefertari 10/04/2018 ore 15:15

(nessuno) Ucraina, la febbre dell'ambra e la devastazione del territorio



Sono poche le miniere controllate dal governo – il processo per ottenere la concessione può richiedere anni ed è spesso soggetto alla corruzione – perciò la maggioranza degli scavi avviene senza alcun tipo, o quasi, di sorveglianza.

“Le persone stanno distruggendo la foresta ma lo fanno perché vogliono mangiare” dice Tsaryuk. “Io le capisco. Vogliono sfamare i propri figli”.

Secondo Tsaryuk, una più estesa legalizzazione dell’estrazione di ambra, che si stima valga 500 milioni di dollari all’anno, potrebbe aiutare. Ma, arrivare a questo traguardo potrebbe essere una sfida, in una paese che fatica a contrastare la violenza e la corruzione.

I funzionari governativi e la polizia sono in disaccordo su come procedere e molti cavatori rimangono contrari. “Se legalizzassero l’estrazione, un sacco di ambra che oggi vale 1000 dollari renderebbe 500 perché sull’altra metà il governo farebbe la cresta” dice Stas mentre risaliamo sul fuoristrada
Laregina.nefertari
Partecipante
Laregina.nefertari 10/04/2018 ore 15:19

(nessuno) Ucraina, la febbre dell'ambra e la devastazione del territorio



Negli ultimi tempi la città di Dubrovycja è stata colpita da un’ondata di violenze ricollegabili all’estrazione illegale di ambra.

Due anni dopo la rivolta di Kiev che avrebbe dovuto porre fine alla cleptocrazia, la corruzione continua a essere una questione monumentale nel paese.
Molti ritengono che il governo non sarà in grado di soddisfare le richieste del Fondo Monetario Internazionale di mettere in atto misure più forti contro questa piaga. A causa di ciò l’Ucraina ha ricevuto solamente 7,7 miliardi di dollari del prestito di 17,5 miliardi promesso dal FMI.

“Dopo la rivolta, i cavatori sono venuti qui e mi hanno chiesto ‘quindi paghiamo te adesso?’” Dice Oleksandr Zadorozhniy, un giovane membro del consiglio cittadino che nel 2014 ha partecipato alle proteste e ai combattimenti per spodestare il precedente governo. “Ho detto loro di no e che d’ora in avanti avremmo operato legalmente e pagato le tasse. Ma ad oggi non è cambiato nulla".

"Nessuno vuole rendere legale il traffico dell’ambra perché le tangenti muovono troppi soldi” dice il consigliere, egli stesso con un passato da cavatore alle spalle. “Tutto può essere deciso a livello politico, ma manca la volontà di cambiare”.
Laregina.nefertari
Partecipante
Laregina.nefertari 10/04/2018 ore 15:20

(nessuno) Ucraina, la febbre dell'ambra e la devastazione del territorio



Nonostante le recenti tensioni nell’area, una famiglia si gode un pic-nic lungo il fiume Sluch a Dubrovycja

La confusione imperante dipende, in parte, dalla storia della gemma nella regione. Durante l’epoca sovietica gli abitanti “usavano l’ambra come usiamo il carbone oggi” dice Tamara Yakovenko (83), seduta su una panchina davanti alla sua pittoresca abitazione sulle rive dell’ombroso fiume Horyn', vicino alla chiesa polacca. Ha trascorso l’intera vita a Dubrovycja. Poiché ai tempi dell’Unione Sovietica alle persone comuni era vietato accumulare ricchezze, l’ambra non aveva alcun valore.

“Venticinque anni fa nessuno aveva bisogno di leggi sull’ambra. Sarebbe stata come una legge sulle mele oppure sulle arachidi, non ce ne era bisogno” dice il colonnello Sergey Knyazev, ex comandante provinciale della polizia.
Laregina.nefertari
Partecipante
Laregina.nefertari 10/04/2018 ore 15:22

(nessuno) Ucraina, la febbre dell'ambra e la devastazione del territorio



Maggio: gli studenti festeggiano l’ultimo giorno di scuola a Dubrovycja. Le opportunità di lavoro scarseggiano nella regione, costringendo molti diplomati a valutare l’estrazione illegale di ambra.

La fabbrica di ambra di Rivne, un’azienda pubblica nelle vicinanze, è specializzata in pietre levigate, vistose icone religiose e ritratti incastonati d’ambra. In Ucraina sono ricercatissimi. La fabbrica ha creato ritratti di chiunque: presidenti degli Stati Uniti, pontefici, dittatori. (Gli uomini di Gheddafi ordinarono un ritratto del leader che non volle comprare il prodotto finito finché la fabbrica non alzò il prezzo da tremila a trentamila dollari).

Il vice direttore Sergey Martyniuk ha una visione nitida della situazione. Afferma che l’ambra estratta nell’area sia illegale perché i cavatori la estraggono illegalmente. “È come se comprassi un’automobile, ci salissi a bordo e fossi pronto a mettere in moto quando la polizia mi ferma e dice che ho bisogno della patente” dice Martyniuk. “Questi ragazzi hanno un’auto ma non hanno il diritto di guidarla”
Laregina.nefertari
Partecipante
Laregina.nefertari 10/04/2018 ore 15:23

(nessuno) Ucraina, la febbre dell'ambra e la devastazione del territorio



Ivanna Yurkevich sistema una collana d’ambra nel suo negozio a Dubrovycja, dove vende prodotti fabbricati legalmente dall’azienda pubblica di ambra che ha sede a Rivne

Yuri e Ivanna Yurkevich gestiscono a Dubrovycja una gioielleria legale e affermano che ai loro vicini non interessano le licenze. Hanno una miniera di soldi sotto i loro piedi e niente li fermerà dal migliorare la propria vita. Ma questa primavera un giro di vite da parte del nuovo governo ha confuso la situazione.

“Sotto il governo dell’ex presidente Janukovy? c’era una sola mano da pagare. Era meglio, ora è una piovra” dice Yuri di fronte al bancone della gioielleria pieno di pendenti, orecchini, anelli e bustine di ambra in polvere che, mischiati con il liquore, afferma aiutino contro i reumatismi.

Prima della rivolta si diceva che il racket dell’estrazione illegale fosse controllato dal successore ucraino del KGB. “Ora non è chiaro chi è il ‘tetto’” prosegue Yuri. “È per questo che ci sono così tanti problemi, non è chiaro chi comanda”
Laregina.nefertari
Partecipante
Laregina.nefertari 10/04/2018 ore 15:25

(nessuno) Ucraina, la febbre dell'ambra e la devastazione del territorio



In primavera una retata delle forze speciali ha messo in luce questi e altri problemi. Un convoglio di dieci tra fuoristrada dell’epoca sovietica e furgoni più recenti, si è spinto nella foresta vicina a Dubrovycja, trasportando agenti armati e col volto coperto. Una sentinella nascosta tra la vegetazione ha telefonato ai cavatori e li ha avvertiti per tempo.

Quando la squadra ha trovato il giusto sentiero tra i boschi, più di trenta cavatori bloccavano la strada. Hanno affrontato con rabbia la polizia armata sostenendo che non avevano alcun diritto di privarli della loro fonte di sostentamento.

Il convoglio ha forzato il blocco ma i cavatori avevano trattenuto la polizia abbastanza a lungo da riuscire a nascondere le preziose pompe idrauliche. I poliziotti si sono dispersi nel bosco e sono stati inseguiti da una gang di motociclisti a petto nudo.

L’impeto si è del tutto smorzato quando la polizia è stata fermata dai cavatori, oltre 200 uomini che bloccavano la strada. La maggior parte di loro, furiosa, si è rifiutata di parlare. Mentre stavano seduti sull’erba, aspettando che il comandante della polizia negoziasse con il capo del vicino villaggio, è esplosa la rabbia di uno di loro.

“Ho otto figli. Cosa dovrei fare per sfamarli?” ha urlato Sasha (42), originario dal vicino paese di Netreba. “Qui la terra è cattiva. Cosa possiamo seminare? Non cresce il mais né qualunque altra cosa, eccetto un po’ di fieno e di grano”.

Alle parole hanno fatto eco le risate e i cenni di assenso degli altri cavatori seduti sull’erba, i vestiti inzaccherati di sabbia. “Se non fosse per una mucca, alcuni maiali e gli scavi dovrei masticare il legno”.
Laregina.nefertari
Partecipante
Laregina.nefertari 10/04/2018 ore 18:47

(nessuno) Ucraina, la febbre dell'ambra e la devastazione del territorio

@oDiabolik : :rosa
Laregina.nefertari
Partecipante
Laregina.nefertari 10/04/2018 ore 18:49

(nessuno) Ucraina, la febbre dell'ambra e la devastazione del territorio

@antioco1 : :rosa
Alessia7890
Moderatore
Alessia7890 11/04/2018 ore 08:40 Quota

(nessuno) Ucraina, la febbre dell'ambra e la devastazione del territorio

@Laregina.nefertari :

L'Ucraina è un vasto Paese dell'Europa orientale noto per le chiese ortodosse, il litorale del Mar Nero e monti boscosi. Nella capitale Kiev spicca la cupola dorata della Cattedrale di Santa Sofia, con mosaici e affreschi dell'XI secolo. Sul fiume Dnepr si affaccia il complesso monastico della Pecers'ka Lavra, meta di pellegrinaggi cristiani in cui sono conservate vestigia funerarie scite e catacombe contenenti le mummie di monaci ortodossi.

La discussione è stata chiusa

Non è possibile aggiungere ulteriori interventi alla discussione corrente.