Forum - Diabolik and friends

Proprietario
oDiabolik 06/12/2017 ore 07:26 Quota

Divertito Avere la coda di paglia



Avere la coda di paglia


Perché si dice "avere la coda di paglia"?
L’espressione deriva da una favola di Esopo che narra di una volpe cui una tagliola mozzò la coda.
La bestiola si vergognava, così deturpata nella sua eleganza, e gli altri animali, suoi amici, decisero di farle una coda di paglia.
La coda era così bella che, chi non sapeva della disgrazia, non avrebbe mai potuto sospettare fosse finta.

Segreto svelato

Ma un giorno un gallo si lasciò scappare il segreto e la notizia della volpe con la coda di paglia arrivò fino all’orecchio dei contadini.
Conoscendo il punto debole della volpe, questi accesero dei fuochi vicino ai pollai, perché non potesse più rubare i loro polli.
La volpe sapeva che la paglia prende fuoco facilmente, e per paura di bruciarsi non si avvicinò più ai pollai.

Il difetto nascosto

Da qui “avere la coda di paglia”, che significa temere ogni tipo di critica per un comportamento, o un difetto, su cui si teme che gli altri possano infierire.
Come dice un proverbio toscano: “Chi ha la coda di paglia ha sempre paura che gli pigli fuoco”.



2440660
http://blog.chatta.it/odiabolik/post/avere-la-coda-di-paglia.aspx Avere la coda di paglia Perché si dice "avere la coda di...
Discussione
06/12/2017 07:26:16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10
Proprietario
oDiabolik 06/12/2017 ore 10:29 Quota
Milaaa
Partecipante
Milaaa 06/12/2017 ore 13:53 Quota

(nessuno) Avere la coda di paglia

@oDiabolik :

Avere la coda di paglia è un'espressione o modo di dire della lingua italiana che indica la situazione psicologica di chi, consapevole di aver combinato qualcosa, non ha la coscienza tranquilla e, di conseguenza, teme di essere scoperto e si allarma alla prima allusione sfavorevole, si discolpa senza essere stato accusato, reagisce d'impulso a critiche o osservazioni.

La probabile origine dell'espressione risale alla pratica medievale di umiliare gli sconfitti o i condannati attaccando loro una coda di paglia, con la quale dovevano sfilare per la città a rischio che qualcuno gliela incendiasse come gesto di ulteriore scherno. Un'altra possibile origine del detto è riconducibile alla favola di Esopo che narra di come una volpe, persa la coda in una tagliola, la sostituì con una posticcia fatta appunto di paglia. Secondo la favola la coda era così ben fatta che non la si distingueva, quando però il gallo raccontò il segreto di quella coda posticcia, i contadini accesero dei fuochi per fargliela bruciare nell'avvicinarsi per rubare i polli, fu così che la volpe desistette dall'assalto ai pollai. Da qui il detto regionale toscano: «Chi ha la coda di paglia, ha sempre paura che la si bruci!»
carla.1962
Partecipante
carla.1962 06/12/2017 ore 15:33 Quota

(nessuno) Avere la coda di paglia

@oDiabolik :
Io ho la parrucca di paglia alla trump è lo stesso :many
:many :many
Proprietario
oDiabolik 06/12/2017 ore 17:13 Quota

(nessuno) Avere la coda di paglia

@carla.1962 scrive:
Io ho la parrucca di paglia alla trump è lo stesso


Certo come no! :many :many :many

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione