Forum - Archeologia

Moderatore
Beyonceee 14/06/2019 ore 00:06 Quota

Sereno ANDARE PER STRADE ROMANE: COME ERANO COSTRUITE?



Le vie consolari romane erano strade pubbliche, quindi di proprietà dello Stato, che ne curava non solo la costruzione, ma anche la manutenzione (esitevano anche allora gli appalti, ma lascio l'argomento al prossimo post). Caratteristiche principali di queste vie erano la larghezza (da 2,50 a 5 metri), la rettilineità, laddove ovviamente il territorio nel quale passavano lo consentiva, e la solidità costruttiva (non sempre).
Ma come erano fatte? Le più solide, avevano quattro strati sovrapposti: nei due più bassi, uno di 30 cm (statumen) e l’altro di 15 cm (rudus), le pietre, via via sempre meno grosse, erano legate insieme da malta di calce; il terzo strato (nucleus), di 10 cm, era formato da ghiaia e sabbia, senza uso di calce; sopra questo venivano affondati blocchi di lava o arenaria, che costituivano lo strato superficiale (summa crusta).
Se la via era lastricata in superficie (la più solida), si chiamava "munita"; se non lo era (migliaia di chilometri di strada non assomigliavano alla nostra idea stereotipata, che corrisponde alla via Appia nei pressi di Roma!), si diceva "terrena" (un sentiero battuto) o "glareata" (una strada coperta di ghiaia pestata).
Ai lati delle strade, una fila di selci fungeva da paracarri, oltre i quali si trovavano le banchine per i pedoni in prossimità dei centri abitati. Dalla conformazione a strati deriva il termine strada (anche l'inglese "street").

Nell'immagine, gli strati che formavano le vie consolari in una ricostruzione.
2620247
« immagine » Le vie consolari romane erano strade pubbliche, quindi di proprietà dello Stato, che ne curava non solo la costruzio...
Discussione
14/06/2019 00:06:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
Milaaa
Partecipante
Milaaa 15/06/2019 ore 16:18 Quota

(nessuno) ANDARE PER STRADE ROMANE: COME ERANO COSTRUITE?

@Beyonceee :

I Romani, per scopi militari, politici e commerciali, costruirono lunghe strade, per collegare le più lontane province con la capitale dell'impero. Le strade romane, il più possibile rettilinee per minimizzare le distanze, erano essenziali per la crescita dell'impero, in quanto consentivano di muovere rapidamente l'esercito.

La viabilità romana costituì il più efficiente e duraturo sistema stradale dell'antichità, che consentì di portare la civiltà romana in contatto con le genti più diverse che popolavano il mondo allora conosciuto. Nessun altro popolo in quell'epoca storica seppe eguagliare la loro capacità di scelta dei tracciati, le tecniche di costruzione e l'organizzazione di assistenza ai viaggiatori.
Bagi2017
Partecipante
Bagi2017 16/06/2019 ore 07:58 Quota

(nessuno) ANDARE PER STRADE ROMANE: COME ERANO COSTRUITE?

@Beyonceee :

Plinio il Vecchio:

"I Romani posero ogni cura in tre cose soprattutto, che furono dai Greci neglette, cioè nell'aprire le strade, nel costruire acquedotti e nel disporre nel sottosuolo le cloache"

L'immenso complesso di strade realizzate dai Romani rappresentano un'opera di straordinaria ingegneria che, con complessivi 100.000 Km di lastricato, hanno contribuito allo sviluppo della civiltà romana in tutto il mondo allora conosciuto.

La discussione è stata chiusa

Non è possibile aggiungere ulteriori interventi alla discussione corrente.