Forum - Attualità

Cosa succede nel mondo ,cronaca e fatti del giorno

Amministratore
chocolate73 08/09/2011 ore 22:14 Quota

(nessuno) Si torna sui banchi di scuola. Consigli e regole d'oro







È arrivato settembre e si ricomincia la scuola. I bambini vivono molto intensamente questo periodo, che si carica di aspettative e che inevitabilmente crea anche un po’ di malinconia per la fine del periodo estivo.
Ci sono piccole strategie che aiutano a rendere più piacevole questo momento di passaggio in particolare per bambini che riprendono la scuola primaria.

Può essere utile e divertente ad esempio creare una sorta di rituale di fine estate, qualche piccolo evento che rimanga memorabile e che si può riproporre alla fine della scuola o alla prima vacanza disponibile: una cena speciale con piatti amatissimi dal nostro bambino, una gita in un parco divertimenti o una giornata intera con mamma e papà a completa disposizione per giocare. Cose che non si possono fare tutti i giorni.

Ecco dunque dei piccoli suggerimenti da seguire per rendere più piacevole la ripresa dell'anno scolastico.



Riprendere i ritmi

Creare momenti di passaggio, attraverso dei piccoli riti o delle abitudini di famiglia, renderà più semplice la ripresa dei ritmi scolastici. È bene iniziare un paio settimane prima ad andare a dormire presto per svegliarsi ad un orario sempre più vicino a quello che sarà poi abituale.
La dose quotidiana di compiti delle vacanze potrà aumentare leggermente, magari nelle ore più fresche, assieme a qualche lettura avvincente da fare nel primo pomeriggio, quando giocare all’aperto è ancora difficoltoso per il caldo.
Attenzione: niente cambiamenti bruschi. Possono dare ansia, creare un’idea negativa del rientro.
Facciamo caso anche alle parole che utilizziamo quando noi genitori rientriamo al lavoro: se connotiamo negativamente la fine delle nostre ferie e la ripresa del lavoro, passiamo inevitabilmente l’idea che impegnarsi nel lavoro (e, per i bambini, nella scuola) sia faticoso e poco interessante. Dobbiamo invece cercare di infondere loro energia e voglia di fare.


Prepararsi senza ansia


La ripresa delle abitudini scolastiche deve essere stimolata in modo graduale e piacevole, senza passaggi bruschi e condita da una buona dose di entusiasmo da parte dei genitori.

Per un bambino che durante le vacanze si è abituato a dormire più a lungo al mattino e a passare buona parte del tempo all’aria aperta, circondato da nonni o parenti che si occupano di lui, può essere difficoltoso riprendere ad alzarsi presto, stare più ore in ambienti chiusi, vivere giornate più intense.

Possono aiutare una colazione abbondante, qualche visita in biblioteca, meno televisione, e un sonno più regolare.

Non dobbiamo far sì che le nostre attese sul rendimento scolastico prendano il sopravvento, altrimenti rischiamo che nascano paure o angosce.
Questo aspetto è meno sentito alla scuola dell’infanzia le cui attività sono ancora incentrate sul gioco, senza pensieri sui risultati o le conoscenze da acquisire.

Coinvolgere i bambini nei preparativi


Gli acquisti per la scuola, o il corredino per i più piccoli, sono il modo migliore per rientrare nel clima: è giusto che i bambini siano coinvolti nell’acquisto di libri, quaderni, accessori e vestiario e che magari possano scegliere un piccolo regalo.
Può essere da stimolo, senza farci influenzare troppo dalle mode o eccedere nelle quantità: un solo regalo è più che sufficiente, il diario ad esempio, a cui i bambini tengono molto. Queste piccole cose per i ragazzini sono molto importanti, li fanno sentire parte del gruppo, danno una marcia in più alle loro relazioni.

Lasciamo solo qualche scelta al nostro bimbo, ma poi adottiamo criteri economici ed ecologici anche negli acquisti di quaderni, astucci, etc.

Organizzarsi per tempo aiuta molto a entrare nel clima scolastico. Etichette per riconoscere le proprie cose, copertine salva libri, segnalibri


Iniziare la scuola dell’infanzia

I bambini (e anche le mamme!) che iniziano la scuola dell’infanzia, più che dei materiali da acquistare sono preoccupati del distacco. Non lasciamoci prendere dalla paura o dall’ansia, altrimenti la trasmetteremo al nostro bambino.

Possiamo piuttosto organizzare qualche passeggiata nella zona della scuola, per far ricordare al bambino se c’è già stato (ad esempio in occasione di un open day) oppure per far conoscere la strada e vedere dove andrà ogni giorno.
Ci sarà poi tutto il periodo dell’inserimento a facilitare questo passaggio.
Si può anche leggere qualche libro a tema, come Alice e il primo giorno di asilo, espressamente dedicato proprio ai bambini di 3 anni che iniziano la scuola dell’infanzia: è utilissimo per imparare a gestire l’emozione e la preoccupazione del cambiamento.


Iniziare la scuola primaria


È bene preparare in qualche modo i bambini che si apprestano a vivere l'esperienza della scuola primaria. Sarà un'avventura piacevole ma senza dubbio impegnativa. In questo caso libri e giochi educativi possono fare al caso nostro.

Rappresentano infatti uno stimolo per i nostri bambini che, attraverso un'attività piacevole come quella del gioco, possono imparare ad apprendere, a concentrarsi e a impegnarsi. Scacchi, dama e cruciverba aiutano nella concentrazione e nel ragionamento; puzzle e memory sviluppano la memoria e lo spirito di osservazione; giochi di enigmistica e cruciverba sviluppano la logica e la fantasia. È un modo intelligente per far giocare i bambini e prepararli al clima scolastico.



Consigli per i genitori


Come in tutti i momenti di passaggio da parte dei genitori ci vuole buon senso e fermezza: regole chiare e ritmi adatti al nostro bambino, senza voler strafare, cercando di trasmettere la bellezza della conoscenza e il desiderio di iniziare la scuola come opportunità di crescita, di relazione, di confronto e anche di gioco.

I primi maestri dei nostri figli siamo noi e la famiglia, pur in continuità con la scuola e con altre realtà, rimane la prima unità educativa per il bambino.

Dimostrare noi per primi l’amore per lo studio, per la lettura, per la conoscenza porterà il nostro bambino ad essere curioso e a volerci rendere partecipe di quello che impara a scuola.
Le relazioni positive e il buon esempio sono il primo passo perché il nostro bimbo inizi al meglio il lungo percorso scolastico che lo aspetta.
836524
« immagine » È arrivato settembre e si ricomincia la scuola. I bambini vivono molto intensamente questo periodo, che si carica di...
Discussione
08/09/2011 22:14:50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione