Forum - Bei Tempi

cheyenne52
Partecipante
cheyenne52 22/05/2018 ore 17:01

(nessuno) mai piu' morti come luca

Andrea Albanese, papà di un bambino morto abbandonato in auto, aveva creato un gruppo Facebook, «Mai più come Luca», e aveva presentato un emendamento per rendere obbligatori i sistemi anti abbandono in auto: «Ma mi hanno ignorato»

Indagato inizialmente per omicidio colposo, Albanese è stato poi assolto dal tribunale in base a una perizia che lo giudicò «incapace di intendere e volere» poiché colpito da «amnesia dissociativa». È per questo che si era fatto promotore di un disegno di legge per evitare che la stessa sorte capitasse ad altri bambini innocenti: aveva presentato un emendamento che avrebbe resto obbligatori i sistemi anti abbandono in auto, «ma quel provvedimento fu stralciato dalla manovra di bilancio per estraneità della materia...», ricorda ora triste e arrabbiato.

Parliamo di amnesia dissociativa e di un 'altro caso di una bimba morta a pisa venerdi' ultimo scorso e di altri casi avvenuti in italia dove questi genitori vengono descritti come persone eccezionali che non si sognerebbero mai come chiunque di noi di lasciare un figlio o un nipote in auto...

Ma che cosa e' l'amnesia dissociativa?

Gli esperti lo definiscono amnesia dissociativa: una sorta di vuoto di memoria transitorio che porta a una sconnessione delle funzioni della coscienza dalla memoria; un'amnesia temporanea che porta a dimenticare totalmente un pezzo di esistenza, di vita e di tempo per un dato lasso temporale. Generalmente può essere scatenato da momenti di intenso stress, traumi o situazioni di particolare tensione e stanchezza fisica e mentale. L'amnesia dissociativa, avvisano gli esperti, può infatti capitare a chiunque ed è bene conoscerne caratteristiche, sintomi e possibili strategie preventive per evitare di arrivare a livelli ingestibili di stress.

Intanto questi avvenimenti si susseguono ma nn si prendono provvedimenti
Proprietario
poitispiego 23/05/2018 ore 10:22 Quota

(nessuno) mai piu' morti come luca

“Mai più morti come Luca”



Ha superato le 70 mila firme la petizione online sugli allarmi anti abbandono in auto, lanciata dopo la tragedia di Luca Albanese il bambino di soli 2 anni morto a Piacenza per il caldo sulla vettura del padre, che si era recato al lavoro convinto di avere accompagnato il piccolo all’asilo. “Il Ministero dei Trasporti e la Commissione Europea, spiegano i promotori della petizione – sono stati sollecitati a interloquire con i sostenitori della richiesta di prevedere l’obbligatorietà degli allarmi anti abbandono sulle autovetture o dei sistemi di ritenuta. Le risposte sono ancora insoddisfacenti: adducendo scarsa conoscibilità del fenomeno in Europa, scarsa prevedibilità dell’efficacia dei sistemi e costi possibilmente elevati dei dispositivi, i vari gabinetti preposti della Ue rispondono all’unisono ma in maniera generica e superficiale che si interesseranno del fenomeno”.

“Naturalmente – proseguono – questo non fermerà la nostra azione, l’indifferenza della burocrazia non varrà certo un’altra giovane vita spezzata. L’interesse della tutela dei bambini deve prevalere rispetto a quella del profitto delle case automobilistiche”. Chiunque volesse firmare la petizione può farlo cliccando su...

"Ministro dei Trasporti: installazione di allarmi anti abbandono sulle automobili"

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione