Forum - Agorà

Partecipante
gandalf3 13/09/2017 ore 11:43 Quota

(nessuno) IL CALEIDOSCOPIO

Magico creatore di visioni fantastiche,incredibile mio amico inseparabile di giochi della mia infanzia.Devo dire che il mio papà è stato un dispensatore di giochi racconti e fantasia...la dolce mamma,aveva meno tempo perchè durante la giornata era a servizio nelle case e quando rientrava doveva ricominciare a lavorare per la nostra casa,per noi.Mai un sorriso però è mancato dal suo viso e fra un lavoro e l'altro le carezze erano l'alimento più gradito per la mia anima.Il gioco e la fantasia invece erano solo fra me e papà.Interminabili momenti di indovinelli fiabe scherzi e giochi.La prima volta che mi portò il caleidoscopio guardai con curiosità quel tubo senza sapere cosa farne e allora lui mi disse:
"In questo semplice tubo c'è tutto l'universo,lo usi come un cannocchiale e vedi fin dove nessun'altro apparecchio può arrivare.Perchè?Perchè con le immagini che lui ti dona vai oltre gli occhi,ogni forma che ti appare nei suoi colori e nelle sue forme più strane e straordinarie,la sviluppi col tuo pensiero,ti immergi in lei e cosi' sei in uno spazio nuovo tutto tuo e solo per te.Da li nasce il tutto,la fantasia si libera e ogni colore e disegno è un fiore,un'animale,il mare o una montagna.Tutto questo con la vita che in essi si svolge.
Pur ricevendo quelle immagini,sei tu che crei la storia,quel tubo è un magico creatore di visioni ma tu con la tua fantasia e la gioia di viverla,la sviluppi e la fai tua.Può arrivare un cannocchiale a farti vedere tutto questo?"
EVVIVAAA...VIA CON IL GIOCO...VIA CON LA FANTASIA...

2420887
Magico creatore di visioni fantastiche,incredibile mio amico inseparabile di giochi della mia infanzia.Devo dire che il mio papà...
Discussione
13/09/2017 11:43:43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
SheRocky
Amministratore
SheRocky 13/09/2017 ore 14:13 Quota

(nessuno) IL CALEIDOSCOPIO

@gandalf3 :




Nelle tradizioni curative di quasi tutte le culture la “magìa dei colori” ha giocato un ruolo importante: nella medicina popolare cinese il colore degli indumenti e della stanza erano parte della cura.
La tradizionale medicina indiana dell’ayurveda abbina i colori ai sette chakra, “punti di energia” posti in corrispondenza delle principali ghiandole del corpo.
Anche nell’antico Egitto ed in Grecia erano note delle pratiche che prevedevano l’impiego di unguenti, minerali e cristalli colorati.
Nella tradizione ocidentale troviamo il primo riferimento esplicito al potere curativo dei colori nell’opera dello scrittore latino Gaio Plinio Secondo (23-79 d.Chr.).

Nella sua “Teoria dei colori” del 1810 il grande autore e poeta Johann Wolfgang von Goethe indagò in modo approfondito l’azione sensibile dei colori e della loro influenza sullo stato d’animo.

La moderna cromoterapia si basa essenzialmente sui lavori dell’americano Edwin D.Babitt, che nella sua opera “The principles of Light and Colour” del 1878 descrisse i poteri curativi dei singoli colori ed il loro impiego pratico in diversi tipi di terapie. Intorno al 1910 il filsofo, esoterista e fondatore dell’antroposofia Rudolf Steiner sviluppò sulla base della teoria dei colori di Goethe alcune applicazioni terapeutiche, tra le quali la terapia artistica e pittorica antroposofica.

All’inizio degli anni ‘50 del secolo scorso la grande diffusione di un test di personalità ideato dallo psicologo svizzero Max Lüscher contribuì a rinnovare l’interesse per la cromoterapia. La scelta dei colori rivela, secondo questa diagnostica, il profilo psciologico e lo stato psicosomatico del soggetto.




Oggi si contano varie terapie cosiddette “alternative” che fanno ricorso all’effetto dei colori. Così diverse centri
terapeutici fanno uso di caleidoscopi, e certamente del caleidoscopio Aleph. A ciascun colore vengono associate delle proprietà specifiche. Alcune si rifanno in modo esplicito alle tradizioni cinesi e ayurvediche, altri alla teoria dei colori di Goethe e Steiner, ma non mancano elaborazioni nuove ed originali. Non sono tuttavia acettate dalla scienza medica, in quanto non poggiano su evidenze scientifiche sperimentali.
SheRocky
Amministratore
SheRocky 13/09/2017 ore 14:15 Quota
gandalf3
Partecipante
gandalf3 13/09/2017 ore 16:34 Quota

(nessuno) IL CALEIDOSCOPIO

@SheRocky : :many :many :sbav :sbav :sbav :many :many
Ogni immagine è il riflesso di un pensiero,di un desiderio,di una gioia.
:cuore
13664189
@SheRocky : :many :many :sbav :sbav :sbav :many :many Ogni immagine è il riflesso di un pensiero,di un desiderio,di una gioia....
Risposta
13/09/2017 16:34:46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione