Forum - Agorà

Amministratore
SheRocky 20/03/2017 ore 19:32 Quota

(nessuno) Ilaria Alpi e Miran Hrovatin : il prezzo della verità.



Il 20 marzo del 1994 Ilaria Alpi veniva uccisa a Mogadiscio insieme all’operatore Miran Hrovatin. La giornalista del TG3 si trovava in Somalia come inviata per seguire la guerra civile, il conflitto nato qualche anno prima dalla resistenza nei confronti del regime di Siad Barre, rovesciato nel 1991 da clan e gruppi ribelli. Il vuoto di potere generatosi dopo la caduta del regime innescò una lotta tra varie fazioni (in particolare tra i sottoclan Habr Ghedir e Abgal) e il coinvolgimento di Stati Uniti e altre potenze occidentali, oltre che dei signori della guerra locali.

L’omicidio di Ilaria Alpi si inserisce in questo contesto caratterizzato da tensioni, depistaggi, fragili equilibri locali e internazionali. Un caso che resta tutt'ora avvolto da un alone di mistero. La giornalista e il reporter, poco prima di essere uccisi, avevano scoperto un flusso di armi, prodotti radioattivi e rifiuti tossici diretto dai Paesi industrializzati agli Stati dell’Africa, in cambio di tangenti e armi dalle élite dirigenti locali. Il traffico avrebbe coinvolto anche personalità italiane.
2336789
« immagine » Il 20 marzo del 1994 Ilaria Alpi veniva uccisa a Mogadiscio insieme all’operatore Miran Hrovatin. La giornalista del...
Discussione
20/03/2017 19:32:56
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
SheRocky
Amministratore
SheRocky 20/03/2017 ore 19:33 Quota

(nessuno) Ilaria Alpi e Miran Hrovatin : il prezzo della verità.

I lavori della Commissione parlamentare di inchiesta istituita per tentare di far luce sulla vicenda si conclusero con relazioni discordanti. I documenti parlano di “omicidio maturato nell'ambito di un tentativo di rapina o di sequestro di persona” o di “una ritorsione di natura economica, ovvero anti italiana o anti occidentale”, legata all'impegno delle truppe coinvolte nella missione Onu UNITAF.

A distanza di venti anni la vicenda continua ad alimentare dubbi e perplessità, legate in particolar modo al ruolo assunto dalle potenze occidentali negli equilibri economici e politici della Somalia post-Barre. Nel 2011 la Commissione parlamentare annuncia la riapertura delle indagini sul caso, e due anni dopo vengono desegretati i documenti sulla ‘nave dei veleni’ scoperta dai due giornalisti e sul loro omicidio.

A Ilaria Alpi in questi anni sono stati tributati decine di riconoscimenti. Attraverso premi giornalistici, libri, film e manifestazioni si contribuisce a tenere viva la memoria di una ‘voce libera’ uccisa mentre faceva il suo lavoro. Una giornalista coraggiosa assurta a valore d’esempio per intere generazioni di giovani reporter.
A.metysta
Partecipante
A.metysta 20/03/2017 ore 19:43 Quota

(nessuno) Ilaria Alpi e Miran Hrovatin : il prezzo della verità.

@SheRocky :

@SheRocky scrive:
tenere viva la memoria di una "voce libera" uccisa mentre faceva il suo lavoro. Una giornalista coraggiosa assurta a valore d'esempio per intere generazioni di giovani reporter.


:rosa

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione