Forum - Music was my first love...

Music of the future and music of the past....

Amministratore
SheRocky 11/10/2017 ore 16:15 Quota

(nessuno) Bruce Springsteen conquista New York...




Un'insegna colorata di giallo, arancio e blu incornicia la scritta Springsteen on Broadway alle porte del Walter Kerr Theatre.
Sembrano lampade a petrolio spalmate su un graffito.
Otto di sera.
Numero di posti: 960.
I libretti in platea formano l'ala d'argento di un angelo.
Il Boss entra in scena: chitarra in mano, casse a terra, un pianoforte a bordo palco.
La divisa di un pistolero.
E le prime parole sulle note di Growin' Up dove racconta di essere "in piedi, fermo come un sasso a mezzanotte" a comandare la brigata notturna.

Sul tavolato di Broadway ogni verso è pronunciato con il tono di un bambino; ogni accordo rincorre una storia, un aneddoto, senza mai uno stacco per due ore di fila.
Dai live sul bagnasciuga del New Jersey - "Ho comprato la chitarra a 15 anni per 18 dollari. Mi sono esibito per la prima volta in un club di nuoto. Mi infilano 5 dollari in tasca; penso: Gesù, i migliori soldi che abbia mai fatto" - a simbolo della classe operaia americana, che lo ha seguito per quarant'anni negli stadi, fino a teatro ( dove oggi il prezzo del biglietto per la buca d'orchestra tocca i dodicimila dollari ).
2427332
« immagine » Un'insegna colorata di giallo, arancio e blu incornicia la scritta Springsteen on Broadway alle porte del Walter Ker...
Discussione
11/10/2017 16:15:52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
SheRocky
Amministratore
SheRocky 11/10/2017 ore 16:16 Quota

(nessuno) Bruce Springsteen conquista New York...

Il pianoforte diventa l'immaginario banco di lavoro nell'officina del nonno: "Ricordo i giovedì sera pigiati in una berlina anni Quaranta, a caccia di radio, tra i mucchi di rifiuti di Brinckerhoff Avenue", cita un estratto dall'autobiografia Born to Run .
"Tornato in officina vedevo questi apparecchietti riprendere vita, con le voci dei predicatori domenicali, i radiogrammi a puntate. L'uomo delle radio, così era chiamato mio nonno".
Prima di eseguire The Wish è il momento del tributo alla madre, Adele Ann Springsteen, 90 anni:
"Lo scorso anno, durante Ramrod al Madison Square Garden, ci siamo lanciati in uno shimmy ( un ballo simile al foxtrot, ndr ) tra la folla.
Avete visto?".
SheRocky
Amministratore
SheRocky 11/10/2017 ore 16:18 Quota

(nessuno) Bruce Springsteen conquista New York...

Dopo Land of hope and dreams , il finale è tutto per Born to run ; il volto del Boss segnato dalle lacrime:
"È stata la mia famiglia, insieme a voi, a insegnarmi a fare ciò che devo fare.
Che c'è una ragione per aprire gli occhi sin dal primo mattino.
Nella vita ci vogliono onestà, coerenza, professionalità, gentilezza, compassione, onore, decoro, riguardo, senso comune, orgoglio, responsabilità.
Amore, fede e lealtà alla famiglia.
Mettete più gioia e dedizione in ciò che fate.
Ballate, ballate, ballate!".
tex.965
Amministratore
tex.965 11/10/2017 ore 21:23 Quota

(nessuno) Bruce Springsteen conquista New York...

@SheRocky scrive:
Ballate, ballate, ballate!".

:clap :clap :clap :cuore
romana1.RM
Partecipante
romana1.RM 12/10/2017 ore 17:58 Quota

(nessuno) Bruce Springsteen conquista New York...

@SheRocky :

Bruce Springsteen parla con noi come se fossimo nella sua camera dei ricordi: "No, non è un concerto rock. E non faccio teatro" mette le mani avanti. "Questo, sono semplicemente io che vi porto sulle crepe del mio vecchio marciapiede di Randolph Street". La rockstar, appassionata del musical Hamilton e di Stephen Sondheim, si fa cantastorie fino a febbraio, per cinque notti a settimana. Dopo aver scartato spazi come Shubert, Nederlander e Jujamcyn, ha scelto il Walter Kerr Theatre, costruito nel '29 e casa di produzioni che hanno vinto Pulitzer e Tony, "perché avevo bisogno di un posto intimo". Sembra di stare sulla strada con Springsteen quando si esibisce in My Hometown e My Father's House . "Non ho mai svolto un lavoro dalle 9 alle 5; Broadway è la cosa più vicina a un lavoro da impiegato" dice. "Non ho band né regista, ci sono le luci di Natasha Katz e la potenza del suono di Brian Ronan. Siamo soli. Io e voi. Presenti, con la fede che abbiamo a disposizione".

Vuoi partecipare anche tu a questa discussione?

Rispondi per lasciare il tuo messaggio in questa discussione